Una grande famiglia: finale aperto, quando arriva la seconda stagione?

Figli che tornano, l’azienda che ha qualche buco nero e un successo inaspettato di pubblico. Ecco tutte le caratteristiche dell’ultima puntata di Una grande famiglia, la fiction di Rai 1

E’ andata. Anche la prima stagione di Una grande famiglia è andata. Ed è stata un successone. Il pubblico ha apprezzato, stranamente anche la critica. Le motivazioni sarebbero da ritrovarsi soprattutto nella fortunata e oculata scelta del cast: bravi attori, attori navigati e giovani attori comunque molto promettenti e credibili. Il pubblico italiano vuole sentirsi coccolato, cullato, vuole fidarsi dei personaggi che  vede in televisione, vuole immedesimarsi e sognare.

Una grande famiglia lo ha permesso. Ha permesso il sogno di una famiglia numerosa dove molte storie si intrecciano e dove il lieto fine prima o poi arriva, dove “tanto finisce bene”, tanto è televisione. Una grande famiglia ha portato in Italia tutti gli ingredienti delle serie tv americane che stanno spopolando in tutto il mondo.

A metà strada tra il più popolare e kitsch Beautiful e il materno e familiare Brothers and Sisters, Una grande famiglia è una fiction che inevitabilmente è entrata nelle nostre case e lo ha fatto destando commenti positivi e apprezzamenti di tutti: dalla madre rigida al padre bigotto, passando per i fratelli maggiori protettivi, arrivando alle sorelle minori un po’ ribelli ma tanto buone. Insomma, ce n’è per tutti.

Ma quest’ultima puntata com’è finita? Il fallimento dell’azienda è arrivato? No, sono stati ritrovati i venti milioni di euro precedentemente e misteriosamente scomparsi. Nicolò serenamente e felicemente fa coming out e tutta la famiglia (come nei migliori dei finali) accetta, sorride, e “ti vogliamo più bene di prima”. “Il figlio dei cessi” Ruggero sposa Nicoletta e l’evento è da festeggiare. E ovviamente si festeggia in famiglia e mentre tutti sono intenti a mangiare, bere, ridere e sorridere fa la sua apparizione (miracolosa) Edoardo che a dispetto di tutto ciò che in molti pensavano è vivo e vegeto. Stupore, lacrime gioia. Gioia di tutti, anche di Raoul – suo fratello – che era riuscito ad aprirsi innamorarsi di Chiara – sua cognata e moglie di Edoardo. Edoardo però non si accorge di niente ha qualcosa da dire: “Siamo ancora in pericolo”.

Ecco il finale della prima stagione di Una grande famiglia. Pubblico estasiato che già sta attendendo la seconda stagione e si domanda:

– Perché la famiglia è in pericolo?

– Ma adesso Chiara tornerà con Edoardo, ma Raoul?

– Il matrimonio tra Nicoletta e Ruggero sarà tutto rose e fiori?

– La nuova vita di Chiara che ha deciso di rivoluzionare tutto a cosa porterà?

TV

Anticipazioni Spagnole Una Vita: Maria Luisa grida il suo disprezzo alla madre morta

Maria Luisa testimone dell’ultima crudele confessione di Lourdes, esprime tutto il suo disprezzo di fronte alla bara della madre defunta.

TV

Amici 16: Michele Perniola perde la sfida ma viene ammesso nella scuola di Amici

Michele Perniola è entrato ufficialmente nel cast della sedicesima edizione di Amici di Maria De Filippi. Nonostante abbia perso la sfida con il beniamino del […]

Film

50 Sfumature di nero, Dakota Johnson su Vogue: “L’orgasmo è un dono di Dio”

Vogue US decide di celebrare l’arrivo al cinema di 50 Sfumature di nero regalando la copertina alla sua bellissima protagonista: Dakota Johnson  è di nuovo la […]

TV

Vladimir Luxuria rivela: a L’Isola dei Famosi “Sesso in cambio di un panino”

Vladimir Luxuria, prossima opinionista de L’Isola dei Famosi 2017, racconta di proposte indecenti nella nona edizione.

Gossip

Uomini e Donne: Sonia Lorenzini punta su Alessandro S. (e non solo lei)

Il trono rosa di Uomini e Donne sembra aver già stabilito il corteggiatore più amato: Alessandro Schincaglia alla corte di Sonia Lorenzini, ha conquistato la […]

TV

L’Isola dei Famosi 2017: Vladimir Luxuria nel ruolo di opinionista

Vladimir Luxuria torna all’Isola dei Famosi dopo essere stata concorrente e vincitrice nel 2008, opinionista e inviata rispettivamente nel 2011 e 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag