Quando la Tv è buona maestra: Roberto Saviano e lo spettacolo della parola

Roberto Saviano è il narratore moderno. Probabilmente non un eroe, come in un Paese in cui si fa spesso abuso delle parole viene titolato, ma […]

Roberto Saviano è il narratore moderno. Probabilmente non un eroe, come in un Paese in cui si fa spesso abuso delle parole viene titolato, ma un narratore, un incredibile, un pazzesco narratore moderno. E la televisione se ne è accorta. Eccome. Ormai da qualche tempo. Ieri sera è accaduto qualcosa di un po’ diverso, nello speciale di Che Tempo che FaDall’Inferno alla Bellezza”, scritto e messo in scena dallo stesso Saviano, per quasi due ore e trenta minuti, è stato rappresentato lo spettacolo della parola.

Come in una pièce teatrale. Saviano, che vive sotto scorta da tre anni per il libro denuncia “Gomorra”, ha ripercorso,  tra i libri di scrittori perseguitati e anche uccisi (Garcìa Lorca, Salman Rushdie, Reinaldo Arenas) dietro una cattedra, davanti ad una cattedra, seduto ad un tavolino con un Fabio Fazio attento uditore, storie di ordinaria ma vergognosa violenza, denigrazione, mutilazione, mortificazione. Quattro blocchi televisivi, in un contesto svuotato da ogni orpello sono stati il palco di Saviano.

Parliamoci chiaro Roberto Saviano ha un primo piano che buca letteralmente lo schermo con una gestualità capace di dare ritmo alla narrazione. La macchina di Che Tempo che Fa è stata costruita su questo. In una Tv urlata, in cui le “telerisse” tornano a farla da padrone, dove le immagini vengono sovraccaricate di effetti, visivi, sonori  nelle salette di montaggio, la regia di Duccio Forzano è stata scritta, inquadratura su inquadratura, con ben due giorni di prove – lusso per la tv di oggi – sulla fisicità stessa di Saviano. Sulla innata potenza di quel viso. Le inquadrature sono state apparentemente elementari: primo piano e totale, ad alternarsi con dettagli sulle mani di Saviano, mani con anelli che raccontano la sua giovane età, nonostante l’espressione segnata del suo volto.

TV

L’Isola dei Famosi 2017: Vladimir Luxuria nel ruolo di opinionista

Vladimir Luxuria torna all’Isola dei Famosi dopo essere stata concorrente e vincitrice nel 2008, opinionista e inviata rispettivamente nel 2011 e 2012.

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e la strage dei Mella

Francisca si vendica dei Mella per avergli soffiato la proprietà di Jaral…

Gossip

Amici 16: Riccardo Marcuzzo si è fidanzato con Giulia Pelagatti

Nella scuola di Amici nascono nuovi, giovanissimi amori che fanno breccia nel cuore dei telespettatori: il cantante Riccardo Marcuzzo e la ballerina Giulia Pelagatti confermano […]

Gossip

Brad Pitt e Kate Hudson, un nuovo amore?

I media australiani lanciano una news che infiamma il gossip: Brad Pitt, fresco di divorzio da Angelina Jolie e Kate Hudson, figlia dell’attrice Goldie Hawn, […]

Arte e Cultura

Good Design Award 2017: vince il design Made in Italy

I designer italiani Alessandro Loschiavo e Marco Paiani per Aliantedizioni, vincono il Good Design Award con una serie di tavolini ispirati agli Armillaria Borealis, specie di funghi tipici dei climi freddi.

TV

Un passo dal Cielo 4 anticipazioni prima puntata: stasera 17 gennaio 2017

Parte stasera la quarta stagione della fortunata serie di Rai1, Un Passo dal Cielo. Scopriamo la trama del primo episodio…

Un commento su “Quando la Tv è buona maestra: Roberto Saviano e lo spettacolo della parola”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag