Palinsesti Rai tra incertezze, polemiche e proclami

“Penso che sia giunto il momento di riscrivere un nuovo patto tra la Rai e i cittadini: la nostra azienda deve tornare a fare servizio […]

“Penso che sia giunto il momento di riscrivere un nuovo patto tra la Rai e i cittadini: la nostra azienda deve tornare a fare servizio pubblico. Credo fermamente nel servizio pubblico e penso che debba informare, formare e divertire in modo equilibrato, con grande coscienza e senso di responsabilità. Per questo ritengo che i palinsesti di quest’anno offrano un prodotto distintivo e riconoscibile nei contenuti e nel linguaggio, per essere vicino alla famiglia e ai giovani”. Così Lorenza Lei ha aperto ieri sera a Roma, all’Auditorium, l’annuale presentazione estiva di Sipra per la presentazione dei palinsesti autunnali 2011 alla presenza del presidente Rai Paolo Garimberti, dei vertici aziendali e per Sipra del presidente Roberto Sergio, e l’amministratore delegato Aldo Reali.

Mattatore della serata è stato Fiorello che ha confermato il suo ritorno in Rai con sette appuntamenti di varietà il lunedì sera; riconfermati le grandi fiction di Raiuno, i vari Ti lascio una canzone, i familiari di Carlo Conti, La prova del cuoco, le serialità di Raidue, la striscia quotidiana di Giuliano Ferrara (di cui non possono non essere dimenticati i pessimi ascolti), tutti i programmi “in discussione” fino a poche ore fa di Raitre: i vari Ballarò, ma principalmente Parla con me e Report.

L’offerta di qualità del prodotto editoriale Rai, composta da 14 canali digitali gratuiti, ha consentito al Gruppo di confermarsi leader negli ascolti, registrando nell’autunno 2010 una share sull’intera giornata del 41,2% per il totale individui, con un incremento dello 0,9%, rispetto allo stesso periodo del 2009 (40,3%). La Rai ha segnato importanti incrementi nella copertura dei canali specializzati – pari a +14% in autunno (2010 vs 2009) e +17% in primavera (2011 vs 2010) sul target individui e +15% e +17% sul target commerciale (25-54 anni) – senza che questi togliessero ascolti alla tv generalista, che ha conservato saldamente il suo pubblico” .

Il vice direttore generale per il coordinamento dell’offerta radiotelevisiva, Antonio Marano ha aggiunto : “Il sistema televisivo gratuito a 14 canali della Rai si inserisce in una più ampia galassia editoriale multipiattaforma raggiungibile ovunque per chiunquedalla tv, nazionale e internazionale, al web, dalla radio al cinema che costituisce per il mercato uno straordinario moltiplicatore d’efficacia”.

Però in questo tripudio di ottimismo ci sono dei nodi ancora da sciogliere. E che nodi.

Innanzitutto se è vero che Report e Parla con me sono stati riconfermati è altrettanto vero che i contratti di Milena Gabanelli e di Serena Dandini non sono ancora stati firmati, al contrario sembrano in alto mare.

La situazione è particolarmente delicata soprattutto per la conduttrice di Report che  ha respinto venerdì una bozza di contratto definito da lei stessa “irricevibile”, priva di quella clausola con cui la Rai assicura di farsi carico di ogni possibile contenzioso legale. “Per la prima volta nella mia storia Rai – ha rivelato ieri la giornalista– mi sono affidata a un legale. Fino a oggi mi sono sempre mossa da sola. Adesso mi sembra che il gioco sia più complicato. Meglio appoggiarsi a un avvocato”.

Ciò che si vuole negare alla Gabanelli – la tutela legale aziendale- è ciò di cui godono tutti i giornalisti e i direttori di testa delle Reti Rai, Giuliano Ferrara compreso. Le parole dei consigliere in quota Pd Rizzo Nervo sono inequivocabili “La questione Report assume contorni preoccupanti alla luce delle recenti vicende giudiziarie, penso al ruolo del signor Bisignani e alla percezione di un’azienda di servizio pubblico eterodiretta soprattutto sui contratti più politicamente «sensibili”.

L’altro capitolo doloroso per l’azienda è la perdita dello spazio di Annozero di Michele Santoro, parlo di perdita perché di perdita si tratta: Raidue rinuncia ad un programma che ha garantito nella passata stagione 15,5 milioni di euro di pubblicità e ha chiuso ad una media stagionale del 21% di share in una rete che sta tra l’8% e il 9%. Massimo Liofredi, direttore di Raidue, a cui Annozero è stato negato senza poter proferire parola, ha espresso la sua preoccupazione in una lettera inviata al direttore generale “Le modalità con cui è stata cancellata la trasmissione “Annozero”, senza nessun preavviso, sono state tali da non consentire di studiare per tempo formule e soluzioni alternative”. Significa che ad oggi invece della gallina dalle uova d’oro di Annozero, nemico pubblico del premier Silvio Berlusconi, l’unica alternativa è posizionare la serie Criminal Minds, togliendo dalla prima serata di Raidue un approfondimento giornalistico. Una follia. Da qualsiasi punto di vista lo si guardi. Raidue come riuscirà a sopravvivere?

Questa Rai, così in balia della politica, come sopravviverà?

Domani sera a Milano il secondo atto della presentazione palinsesti e chissà si possano avere notizie rassicuranti visto che oggi alle 14 la commissione di Vigilanza si riunirà alla presenza di Paolo Garimberti e  del direttore Lorenza Lei su richiesta del presidente Zavoli. (Erika Brenna)

 

 

Film

PETA contro “Qua la zampa!” Un video diffuso da TMZ diffonde immagini su maltrattamenti

Una vera e propria bufera quella ha travolto il film A Dog’s Purpose  – Qua la zampa! in seguito alla diffusione di un video da […]

TV

Hidden Singer Italia: 23 febbraio su Nove

Dal 23 febbario su Nove, il nuovo show condotto da Federico Russo che celebra 6 star della musica italiana.

TV

Il Collegio: Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

Attendiamo lunedì 23 gennaio, l’ultimo appuntamento con l’innovativo docu-reality di Rai2. Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

TV

Uomini e Donne: scontro tra Sonia Lorenzini e Mario Serpa

Che i due ragazzi non si piacessero molto si già era intuito nel trono precendente. Mentre Sonia sosteneva il rivale di Mario, Francesco,  mentre l’ex […]

TV

Dance, Dance, Dance: fuori gli influencer Chiara Nasti e Roberto De Rosa

Nel Dance off della puntata andata in onda mercoledì sera, Chiara Nasti e Roberto De Rosa hanno sfidato Raniero Monaco di Lapio e Beatrice Olla, uscendone sconfitti.

TV

Amici 16: Sabrina Ferilli non sarà più tra i giudici, Morgan unico nome confermato

Un altro addio nel celebre talent. Dopo quelli di Emma ed Elisa, lascia il programma anche Sabrina Ferilli, presente nella giura di Amici nelle ultime […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag