Michelle Obama a Charlotte in North Carolina: una convention democratica indimenticabile

“La presidenza non ti cambia: rivela chi sei veramente”: la First Lady racconta suo marito, il padre delle sue figlie e il Presidente degli Stati Uniti d’America.

“Ridate fiducia a Barack Obama: è uno che crede nel sogno americano perché l’ha vissuto, che cerca di realizzarlo nonostante tutte le difficoltà”

Non avrebbe potuto dire altrimenti ieri sera Michelle Obama durante la convention democratica tenutasi nel North Carolina. Ci ha pensato la First Lady d’America a ridare fiducia al suo popolo, un popolo che crede ancora nel sogno americano, un popolo stanco, un popolo che nonostante tutto forse dovrebbe ancora fidarsi del suo primo Presidente di colore.

“Ho visto mio marito nei momenti di trionfo e in momenti difficili che non avrei mai immaginato. E vi assicuro che quell’uomo non è cambiato, è la stessa persona che avete scelto quattro anni fa. La presidenza non ti cambia: rivela chi sei veramente. E lui, come ha sempre fatto la sua famiglia – sua nonna o mio padre che andava a lavorare con la sclerosi multipla – è pronto a rimboccarsi le maniche per cercare di tirarci fuori dalla crisi. Abbiamo ancora bisogno di lui”

 

 

Michelle regge il palco benissimo, parla di suo marito e della sua storia, della sua infanzia e di quello che ha fatto per l’America in questi anni di Presidenza. Parla dell’uomo prima che del Presidente, parla dell’uomo prima che del marito e soprattutto, parla prima del padre e dopo, soltanto dopo della figura politica. Quello che dalla sua bocca non uscirà mai sarà il nome del rivale repubblicano Mitt Romney. Sarebbe stato troppo semplice a tratti scontato.

“L’America ha ancora bisogno di Barack: non ve lo dico da “first lady” o da moglie, lo dico da madre. Serve per il futuro dei miei e dei vostri figli”

Tante le accuse per il duro colpo che l’America economica sta subendo nell’ultimo anno. Michelle affronta così l’argomento, mettendosi dalla parte dei più deboli:

“Quando Barack ha dovuto ricostruire la nostra economia ha pensato a gente come mio padre e sua nonna. Mio marito ha tagliato le tasse per le famiglie operaie e per i piccoli imprenditori”

E con grande classe tocca anche il tasto dolente, quello che ha fatto discutere il mondo intero, quello che in tanti rimproverano al Presidente Obama, quello che Romney ha attaccato: la riforma sanitaria.

“Barack crede che qui in America i nostri nonni devono avere le loro medicine, i nostri figli devono potere vedere un medico se sono malati e nessuno in questo paese deve essere rovinato a causa di una malattia”

 

 

E Barack Obama, il discorso di sua moglie lo ha seguito dall’inizio alla fine assieme alle sue figlie, comodamente seduto sul divano della Casa Bianca, con occhi vivi, accesi, sognanti. Con occhi innamorati, con occhi ricchi di stima e fiducia verso la First Lady d’America, verso sua moglie.

 

TV

Uomini e Donne: oggi la scelta di Sonia Lorenzini

Oggi, alle 14.45 su Canale 5, andrà in onda il trono classico con la scelta di Sonia Lorenzini. Si conclude dunque il controverso percorso come […]

TV

Beautiful Anticipazioni 21 febbraio 2017: Ridge e Katie tentano di salvare la Forrester

Dopo aver affrontato Quinn, Ridge, chiede il sostegno di Katie per salvare la Forrester.

TV

Anticipazioni Il Segreto: da lunedì 20 a sabato 25 febbraio 2017

Francisca non riuscirà ad impedire l’atteso matrimonio tra Severo e Candela, Lucas e Sol.

TV

Uomini e Donne: nella puntata di oggi, ospiti Aldo Palmieri e Alessia Cammarota

C’è grande attesa per la puntata di oggi di Uomini e Donne. Come svelato dalla anticipazioni, saranno ospiti Aldo Palmieri e Alessia Cammarota, dopo l’ultima […]

TV

Amici 16, nello speciale di sabato eliminati Elisa, Francesco e Alessio

Amici inizia ad entrare nel vivo tra sfide ed eliminazioni inaspettate. La puntata speciale di sabato 18 febbraio, è stata ricca di colpi di scena. […]

TV

Anticipazioni Una Vita: da lunedì 20 a venerdì 24 febbraio 2017

Tutte le trame della soap Una Vita per questa ultima settimana di Febbraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag