Italia-Brasile, ovvero la Storia del Calcio

Storia, tradizione, campioni divenuti leggenda, e soprattutto una passione che travalica tempo e luoghi

In estrema sintesi l’essenza del significato della partita con la P maiuscola, quella che contrappone le due scuole calcistiche più forti e migliori al mondo: Italia-Brasile, un totale di ben 9 Coppe del Mondo (Rimet e Fifa), epiche sfide e soprattutto un legame indissolubile sancito dai campionissimi verdeoro che hanno militato nel campionato italiano.

Non basterebbe un romanzo a descrivere le sfide tra gli Azzurri e i Carioca, iniziate dal lontano 1938 quando la Nazionale di Vittorio Pozzo sconfisse nella semifinale dei mondiali francesi il Brasile per 2-1, finendo per aggiudicarsi il secondo titolo consecutivo a spese dell’altrettanto mitica Ungheria di Puskas nella finalissima allo Stade des Colombes di Parigi.

 

 

Come l’Italia, anche il Brasile ha bissato il successo mondiale nel 1958 e 1962, allorché si affacciò sulla scena mondiale colui che è tuttora considerato (seppur non all’unanimità) il più grande calciatore di tutti i tempi, Edson Arantes Do Nascimiento, meglio noto come Pelé. Una leggenda in una squadra di leggende, a cominciare da Djalma Santos, Nilton Santos, Didì, Vavà, e Garrincha, per proseguire fino a Gerson, Tostão, Rivelino e Carlos Alberto, il capitano che alzò l’ultima Coppa Rimet della storia nella finale di Messico ‘70. La prima finale Italia-Brasile, la partita che Gianni Minà descrisse come “l’ora di coraggio, l’ora di orgoglio”, in cui gli Azzurri di Rivera, Riva, Facchetti, Albertosi e Boninsegna diedero tutto ciò che era loro rimasto dopo “el Partido del Sieglo”, la celeberrima semifinale con la Germania Ovest.

Pelé non arrivò mai a giocare in Italia, ma la sua fama nella Penisola pallonara per eccellenza è rimasta intatta anche grazie alle parole di Tarcisio Burgnich, suo marcatore a uomo nella finalissima di Città del Messico:

“Credevo fosse fatto di carne ed ossa come me, ma mi sbagliavo”.

Dai campioni di tutto degli anni 60-70, ai giocolieri del pallone degli anni Ottanta che hanno militato nel nostro campionato: Cerezo, Junior, Socrates, Zico e Falcao, campioni in una delle selezioni brasiliane più forti di sempre, i principali artefici del futbol bailado, che nulla poterono però contro la fame di gol di Paolo “Pablito” Rossi, in quella che rimane al momento l’ultima affermazione azzurra: il 3-2 del “Sarrià” di Barcellona che ci spianò la strada al terzo alloro mondiale.

Il resto è storia recente, con la tiratissima finale di Pasadena ad USA ‘94, dove a decidere a nostro discapito fu ancora un volta la lotteria dei rigori che premiò il Brasile più “europeo”, con meno classe ma molta più attenzione alla tattica. Una lezione che i Verdeoro hanno imparato proprio grazie al calcio italiano e ai campioni che vi hanno seminato e raccolto gloria, come Ronaldo, Cafù, Leonardo e Kakà.

 

 

Ancora oggi, nel calcio degli sceicchi, degli sponsor milionari, dei procuratori affamati di denaro, delle bandiere che non esistono più, Italia-Brasile continua ad essere la partita che più di tutte rimanda all’essenza autentica del gioco più bello del mondo.

(m.t.)

Gossip

Uomini e Donne: Federico Gregucci regala una fedina a Clarissa Marchese

Da quando sono usciti dal programma di Maria De Filippi, subito dopo la scelta, sono inseparabili. Stiamo parlando dell’ex tronista Clarissa Marchese e di Federico […]

Gossip

Maddalena Corvaglia annuncia la separazione da Stef Burns

Maddalena Corvaglia e Stef Burns si sono lasciati. Ad annunciarlo, su Instagram è proprio lei, con un lungo e amaro post che mette la parola […]

TV

Amici 16: Alex Braga accusa Lo Strego di arroganza

Nel daytime di Amici, sotto accusa Nicolas Burioni, in arte Lo Strego, dal professore di canto Alex Braga. Mentre per Giada e Elisa si lancia […]

TV

la neomelodica Nancy Coppola tra i naufraghi de L’Isola dei Famosi 12

Annunciato il nuovo concorrente de L’Isola dei Famosi 12 che sostituirà le Marchi, si tratta della neomelodica Nancy Coppola.

TV

Uomini e Donne: Luca Onestini e Manuel Vallicella divisi per Carmen

Nelle prime puntate del trono classico, emerge già una corteggiatrice ambita da entrambi i tronisti: Carmen Rimauro, 20 anni, napoletana, iscritta al terzo anno della […]

TV

Anticipazioni Un passo dal Cielo 4: stasera 19 gennaio 2017

Secondo appuntamento con la fiction Un Passo dal Cielo, stasera su Rai1. Scopriamo le anticipazioni della puntata del giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag