Crozza a Ballarò, la copertina di martedì 11 febbraio

La staffetta Letta-Renzi, la confusione nel PD e Alan Friedman tra i bersagli del comico genovese

Maurizio Crozza ha dato il meglio di sé nella copertina di Ballarò dell’11 febbraio, aiutato (ahinoi) da una situazione politica italiana sempre più ingarbugliata che non riesce proprio a lasciarlo senza argomenti: problemi del premier Letta, la probabile staffetta al governo con Renzi, la confusione nel PD e le rivelazioni presenti nel libro di Alan Friedman sull’incontro Monti-Napolitano nell’agosto 2011. Ma andiamo con ordine, e vediamo come Crozza ha commentato la dichiarazione di Enrico Letta che mette il destino del suo esecutivo nelle mani della Provvidenza:

“Letta si affida alla Provvidenza? Ma nemmeno Noè era così fatalista, un’arca l’ha costruita! (…) In queste condizioni io mi sento tranquillo come Cristiano Malgioglio invitato da Putin alle Olimpiadi di Sochi…”

Restando in tema olimpico, per Crozza Letta somiglia al Curling (“Fa la scopetta, deve pulire il passaggio di Renzi”) e poi si interroga sulla probabile staffetta tra lui e il sindaco di Firenze:

“Sarebbe una staffetta se uno del centrodestra andasse a sostituire uno del centrosinistra! Ma se togli Letta, che è del centrosinistra, per mettere Renzi, che è del centro… (si ferma) Ah no. Sai che forse è una bella staffetta?”

Il leader del PD cincischia con fare morettiano, come ci fa sapere Crozza-Renzi:

“Mi si vota di più se vado a fare il premier con un governo del fare, o se mi metto in disparte a rompere le balle col parlare a chi deve fare di non parlare ma fare?”

Insomma la situazione interna del PD appare ingarbugliatissima (“Se un grillino non scrive una minchiata su Facebook entro stanotte rischiano di non avere una linea politica!”) e nessuno sa cosa si siano detti Letta e Renzi nel loro incontro a Palazzo Chigi, perciò lo scopriremo nel prossimo libro di Alan Friedman un po’ come tutto ciò che succede in Italia (“Ma è possibile che se vogliamo sapere come sono andate le cose in questo paese dobbiamo affidarci a uno che parla come Ollio?”). Ed è proprio Crozza-Friedman a introdurre due delle sue fonti più che accreditate, Romano Prodi e Mario Monti:

“[imitando Prodi] Calma, stiamo calmi, io non confermo niente, io non so niente, lasciamo che il tempo sedimenti, che sedimenti, che se dimentichi tutto è meglio. [imitando Monti] Io mi sento ancora vivo, sento che posso dare ancora tanto al mio paese: la Germania”

Conclusione affidata a Crozza-Bersani, che prima di cantare la sua insoddisfazione nei confronti del partito citando Paolo Conte ci avverte:

“Non è che a Napoli ogni vegano è bello a mamma soia”

Qui sotto potrete vedere il video integrale della copertina di Maurizio Crozza a Ballarò dell’11 febbraio. (c.a.)

Ballarò : Maurizio Crozza “Se va al governo Renzi” 11/02/2014 – Video

TV

Anticipazioni Amici 16: la quinta puntata stasera, sabato 22 aprile 2017

Nella nuova puntata del talent tornerà Emma come coach della squadra bianca, ci saranno tanti colpi di scena e grandi ospiti

TV

Anticipazioni Il Segreto: il piano di Camila e Beatriz fallisce a causa di un imprevisto

Il rientro inaspettato di Hernando bloccherà la partenza delle due donne

TV

Anticipazioni Uomini e Donne, trono over: la vacanza di Gemma e Marco

Le anticipazioni ci svelano tutti i dettagli del viaggio della dama e del suo cavaliere

TV

Anticipazioni Una Vita 21 aprile 2017: Fabiana racconta a Teresa del suo passato

La cameriera confida a Teresa particolari riguardanti il suo passato e la dolorosa perdita di sua figlia Anita.

TV

Anticipazioni Beautiful 21 aprile 2017: Ridge e Steffy nascondono un segreto

Eric ha dato a Quinn il controllo dei suoi beni, Ridge e Steffy chiedono a Carter di non riferirlo alla Fuller.

TV

Morgan ospite speciale a Ballando con le stelle

Il cantante, dopo aver abbandonato Amici, sabato sera sarà l’ospite speciale di Milly Carlucci

Un commento su “Crozza a Ballarò, la copertina di martedì 11 febbraio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag