Cesare Lanza: “Caro Adriano, limitati a cantare”

“Celentano resta un cantante di qualità divina. Ma le sue prediche sono sproloqui privi di senso ed è ancor peggio che la Rai, rinunciando ai […]

Celentano resta un cantante di qualità divina. Ma le sue prediche sono sproloqui privi di senso ed è ancor peggio che la Rai, rinunciando ai suoi diritti e doveri, gli abbia dato la facoltà di usare come volesse l’evento televisivo”.

Così Cesare Lanza giornalista, scrittore e autore televisivo che posto la sua firma su tre edizioni del festival a proposito dell’intervento di Adriano Celentano a Sanremo. Registriamo la sua opinione.

 

<<È odioso dire, “lo avevo detto”… E io non vorrei farmi odiare da nessuno. Però l’anno scorso lo avevo detto, presentando e commentando il Festival 2011, il primo di Gianni Morandi. È inconcepibile, è pazzesco – avevo detto – delegare, appaltare l’organizzazione del Festival a operatori esterni. A Gianmarco Mazzi e alla sua precisabile, e non precisabile, compagnia di amici, soci, sostenitori politici.

Quest’anno è successo di peggio. Di nuovo l’organizzazione della rassegna canora è stata appaltata a Mazzi (che era riuscito a strappare un inaudito contratto biennale), ma ci si è spinti oltre: si è data la possibilità ad Adriano Celentano di organizzarsi un “suo” show, all’interno dello show sanremese, senza nessun controllo – così si dice – da parte della rete ammiraglia. Il problema non è Celentano, che fa il suo mestiere. Il problema è che gli ha dato le chiavi di casa.

Dareste voi le chiavi di casa vostra, o semplicemente invitereste a cena un ospite, per importante che sia, dandogli una montagnetta di denaro e consentendogli di fare tutto ciò che l’invitato desideri? Che so: fare la pipì nel vostro salotto, vomitare in sala da pranzo, sputare dovunque, aggredire gli ospiti, insultare chiunque, ecc. ecc.? Credo di no. Io, certamente, no.

Questo è successo nella prima serata del Festival di Sanremo 2012.

Il direttore artistico Gianmarco Mazzi si è spinto a dire di aver assistito a un grande, indimenticabile spettacolo televisivo. Indimenticabile, purtroppo, sì.

Mauro Mazza, il direttore di Raiuno, ovvero il padrone di casa, non si è unito alla standing ovation in onore di Celentano e ha preso, cautamente, le distanze dalle enormità dette dal Molleggiato (tra l’altro, l’auspicio che vengano chiusi i giornali cattolici!). Sono stato autore di tre Festival di grande successo, due grazie a Paolo Bonolis, la terza volta grazie ad Antonella Clerici.

Come in ogni lavoro di gruppo, credo di aver portato la mia borraccia d’acqua, e forse qualcosa di più. Ma sono stato escluso alle successive edizioni perché avevo commesso un imprudente erroruccio: avevo detto che non mi convinceva l’organizzazione del regolamento per la selezione dei partecipanti, big e giovani, e per le votazioni. Avevo messo un dito su un nervo scoperto. Sono stato emarginato dalla Rai per un anno e mezzo, non solo dal Festival. C’è chi aveva posto un veto. Finalmente, grazie a un intervento del direttore generale della Rai, ho avuto un chiarimento a tu per tu con Mauro Mazza. E Mazza mi ha detto di non aver posto alcun veto. Devo, e voglio, credergli: forse Mazza, come Bruto, non è un uomo d’onore? E non è stato un eccellente direttore di un telegiornale?

A mia volta, gli ho detto che mi sconcertava che il Festival fosse delegato a operatori esterni, senza controlli, e gli ho indicato i pericoli a cui poteva andare incontro questo metodo sconcertante (come se all’interno della Rai non ci fossero, a cominciare dallo stesso Mazza, dirigenti capaci di organizzare ottimamente il Festival!). Mazza mi rispose schiettamente, e non senza ironia, che a lui interessava il risultato di ascolti, il successo.

Questa, credo, è anche la risposta di oggi al malizioso quesito che vi ho rivolto. Perché invitare a casa vostra qualcuno, strapagandolo, e lasciarlo libero di orinare, sputare, insultare, aggredire, ecc., senza neanche un contraddittore? Bene: la risposta è questa, nel caso del Festival. Quell’ospite – Celentano – vi aiuta a ottenere un record di ascolti, ad acquisire molto denaro, attraverso la pubblicità. Voi lo fareste? Io, certamente, no. E, comunque, non importa. A casa propria ciascuno fa ciò che vuole. Ma la Rai non ha casa “sua”: la casa è nostra. Importa dunque che la Rai, azienda pubblica, senta la responsabilità di permettere questa sconcezza.

C’è, forse, un lieto fine. Lorenza Lei, direttore generale della Rai, ha “commissariato” il Festival, inviando a Sanremo il vicedirettore Antonio Marano. Ottima scelta… Dall’anno prossimo, c’è da augurarsi, viale Mazzini tornerà a riprendersi oneri e onori, basta con gli appalti e la scarsa trasparenza!

Altro da dire? Tante cose, ma nulla per ora – vi sarete annoiati. Voglio aggiungere solo questo: sono offeso, come tanti altri amanti della musica, che gli artisti – i cantanti – siano diventati poco più che comparse. Celentano si è “mangiato” il loro spazio. Se lo avesse fatto come cantante, non avrei scritto una riga critica: anzi, anni fa, mi spinsi a dire, da non credente, che Celentano (insieme con altri… i Beatles, Elvis Presley, gli Abba…) poteva essere una prova dell’esistenza di Dio. La musica – anche la musica leggera, senza scomodare Mozart e Bach, Beethoven e Verdi – è la voce di Dio. Ma, caro Adriano, limitati a cantare. Per le prediche, ci vuole altro – molto altro.>>

 

 

Gossip

Uomini e Donne: Federico Gregucci regala una fedina a Clarissa Marchese

Da quando sono usciti dal programma di Maria De Filippi, subito dopo la scelta, sono inseparabili. Stiamo parlando dell’ex tronista Clarissa Marchese e di Federico […]

Gossip

Maddalena Corvaglia annuncia la separazione da Stef Burns

Maddalena Corvaglia e Stef Burns si sono lasciati. Ad annunciarlo, su Instagram è proprio lei, con un lungo e amaro post che mette la parola […]

TV

Amici 16: Alex Braga accusa Lo Strego di arroganza

Nel daytime di Amici, sotto accusa Nicolas Burioni, in arte Lo Strego, dal professore di canto Alex Braga. Mentre per Giada e Elisa si lancia […]

TV

la neomelodica Nancy Coppola tra i naufraghi de L’Isola dei Famosi 12

Annunciato il nuovo concorrente de L’Isola dei Famosi 12 che sostituirà le Marchi, si tratta della neomelodica Nancy Coppola.

TV

Uomini e Donne: Luca Onestini e Manuel Vallicella divisi per Carmen

Nelle prime puntate del trono classico, emerge già una corteggiatrice ambita da entrambi i tronisti: Carmen Rimauro, 20 anni, napoletana, iscritta al terzo anno della […]

TV

Anticipazioni Un passo dal Cielo 4: stasera 19 gennaio 2017

Secondo appuntamento con la fiction Un Passo dal Cielo, stasera su Rai1. Scopriamo le anticipazioni della puntata del giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag