Ascolti Tv, Roma e Juventus vincono il confronto con Il peccato e la vergogna 2

Ascolti tv scontati per il confronto di Coppa Italia tra Roma e Juventus. Scontati si ma non con le cifre ottenute nella serata di ieri da Rai 1. L’incontro che ha qualificato la Roma nella semifinale del torneo, ha letteralmente seppellito la fiction di Canale 5 distanziandola di cinque milioni di telespettatori. Ballarò, su Rai 3, si è difesa egregiamente conquistando il terzo gradino del podio in una serata nella quale la tv generalista ha usufruito di grande interesse da parte del telespettatore. Tutta tranne Linea Gialla, al limite del disastro.

Sta arrivando l’appuntamento che caratterizzerà nel bene gli ascolti dell’anno televisivo. A beneficiarne sarà la Rai che ne detiene l’esclusiva dell’evento e che negli anni ha imparato la gestione a livello mediatico per ottenere il grande interesse del telespettatore. Il Festival di Sanremo rappresenta l’evento che detiene l’ascolto più alto della programmazione televisiva nazionale. La sua leadership viene solamente messa in discussione da altri eventi che coinvolgono la nazionale di calcio o situazioni drammatiche, come la guerra del Golfo.

Oppure da fiction e da grandi produzioni del sabato sera, ma tutte queste realtà hanno transitato sul piccolo schermo mentre il Festival di Sanremo, con il proprio fascino, vi è sempre restato. Perché Sanremo è Sanremo. Non è solamente uno slogan quello che accompagna il Festival, ma dietro questo inciso si nasconde una verità che la accomuna al concorso della canzone italiana. Volenti o nolenti il Festival di Sanremo è nel DNA del telespettatore italiano e per nulla al mondo, anche rinnegandolo, riuscirà a non interessarsi ad esso. Nemmeno la frana che ha colpito la Liguria in questi giorni e che interromperà le comunicazioni ferroviarie durante lo svolgimento del Festival.

Anche quest’anno toccherà a Fabio Fazio la presentazione e, tra tutti i conduttori e direttori artistici, si può tranquillamente dire che sia stato l’unico ad aver dato una identità dignitosa al concorso. Lontano da liti, schiamazzi e chi più ne ha più ne metta, spostando l’interesse musicale verso chiacchiere che nulla hanno a che vedere con il Festival della canzone italiana. Come quella che ha coinvolto Renato Brunetta, pronto anche in questo caso a buttare fango sulla Rai in nome della trasparenza. Il sito di sua fattura dal nome Raiwatch.it, destinato a fare trasparenza sui conti di Sanremo, è stato oscurato per aver usato il suffisso Rai. Un bel trucco del politico Brunetta in nome della trasparenza, da lui stesso sempre invocata nei confronti della tv di Stato.

A voi gli ascolti della serata.

 

Su Rai 1 è andato in onda in collegamento diretto dallo stadio Olimpico l’incontro di calcio Roma vs Juventus, valevole per l’accesso alla semifinale di Coppa Italia. La vittoria della formazione capitolina è stata vista da 9.333.000 telespettatori tifosi.

Canale 5 ha trasmesso la quarta emissione de Il Peccato e la Vergogna 2, interpretato da Manuela Arcuri, Gabriel Garko Stefano Santospago, Martine Brochard e Francesco Testi. La puntata di ieri ha chiamato a raccolta 4.372.000 telespettatori.

Il talk politico Ballarò con gli ultimi avvenimenti della politica italiana ha rinnovato l’appuntamento settimanale su Rai 3. Giovanni Floris, dopo la copertina consueta di Maurizio Crozza, ha concesso parola agli ospiti davanti a una platea di 3.447.000 telespettatori.

Rai 2 ha trasmesso il film Piacere, sono un po’ incinta, interpretato da Jennifer Lopez, Alex O’Loughlin, Michaela Watkins, Eric Christian Olsen, Noureen DeWulf, Anthony Anderson, Linda Lavin e Tom Bosley. Il movie americano ha ospitato in sala parto  2.855.000 telespettatori.

Amore e sangue e La vita è oggi sono stati i titoli dei due episodi della serie televisiva che Italia 1 ha inserito in programmazione nella serata di ieri. CSI: New York, interpretata da Gary Sinise, Sela Ward, Carmine Giovinazzo e Anna Belknap, ha ricevuto rispettivamente l’ascolto di  1.707.000 e 1.573.000 appassionati.

Su Rete 4 il film I miserabili, interpretato da Liam Neeson, Geoffrey Rush, Uma Thurman e Claire Danes, è stato condiviso da 1.116.000 telespettatori.

È ritornato su La 7 il programma di Salvo Sottile, Linea Gialla. I fatti di cronaca nera sono stati analizzati dal conduttore per l’attenzione di 481.000 telespettatori.

Share

 

Share degli appuntamenti di prima serata

 

Rai 1 Roma vs Juventus  31,12%

Rai 2 Piacere, sono un po’ incinta  9,81%

Rai 3 Ballarò   12,66%

Canale 5 Il peccato e la vergogna 2   15,86%

Italia 1 CSI: New York  5,57%  Amore e sangue  5,55%  La vita è oggi

Rete 4 I miserabili   4,49%

La 7 Linea Gialla   2,17%

( f.s. )

 

ascolti tv - altri articoli qui

ASCOLTI TV- ARTICOLI

 

TV

L’Isola dei Famosi 2017: Vladimir Luxuria nel ruolo di opinionista

Vladimir Luxuria torna all’Isola dei Famosi dopo essere stata concorrente e vincitrice nel 2008, opinionista e inviata rispettivamente nel 2011 e 2012.

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e la strage dei Mella

Francisca si vendica dei Mella per avergli soffiato la proprietà di Jaral…

Gossip

Amici 16: Riccardo Marcuzzo si è fidanzato con Giulia Pelagatti

Nella scuola di Amici nascono nuovi, giovanissimi amori che fanno breccia nel cuore dei telespettatori: il cantante Riccardo Marcuzzo e la ballerina Giulia Pelagatti confermano […]

Gossip

Brad Pitt e Kate Hudson, un nuovo amore?

I media australiani lanciano una news che infiamma il gossip: Brad Pitt, fresco di divorzio da Angelina Jolie e Kate Hudson, figlia dell’attrice Goldie Hawn, […]

Arte e Cultura

Good Design Award 2017: vince il design Made in Italy

I designer italiani Alessandro Loschiavo e Marco Paiani per Aliantedizioni, vincono il Good Design Award con una serie di tavolini ispirati agli Armillaria Borealis, specie di funghi tipici dei climi freddi.

TV

Un passo dal Cielo 4 anticipazioni prima puntata: stasera 17 gennaio 2017

Parte stasera la quarta stagione della fortunata serie di Rai1, Un Passo dal Cielo. Scopriamo la trama del primo episodio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag