Springsteen a Firenze, straordinario concerto bagnato. E stasera Trieste

Sembra proprio che i concerti italiani di Bruce Springsteen, quest’anno, debbano portarsi dietro epicità e leggenda. Non bastavano le tre ore e quaranta di San Siro dell’altra sera, perchè ieri è arrivato lo show sotto il diluvio di Firenze, una pioggia torrenziale per oltre tre ore e mezza affrontata con coraggio e sfacciataggine da quasi tutti, artista e band compresi.

Qualcuno ha mollato – a un certo punto l’intera curva Fiesole si è svuotata – ma il “crazy diehard fans” urlato da Bruce ai ragazzi del Pit (e non solo) rende l’idea di quanto è accaduto in una serata pazzesca. Conclusasi con migliaia di persone in mutande per strada, alla ricerca di qualcosa con cui cambiarsi abiti zuppi, e un ingorgo delirante per uscire dalla città: noi ci abbiamo messo due ore, e siamo nella media. Firenze ha bisogno di un nuovo stadio, dicono i fratelli Della Valle (patron della Fiorentina) da secoli: come dargli torto? Entrate anguste, uscite allagate dalla pioggia, il 75% dell’impianto è scoperto, i servizi sono praticamente inesistenti. Insomma, una città come Firenze ha bisogno di qualcosa di diverso, se vuole sognare col calcio e con la musica: la nostra non è “presunzione di polemica”, ma una semplice preghiera fatta da un fan della musica che gira i concerti, e che all’estero trova stadi all’altezza. E qui un po’ meno.

C’è dunque grande curiosità per Trieste e lo show di questa sera. In molti si preparano al triplete, chissà quale e quanta energia ci metteranno Bruce, la band e i suoi fan. Forse è una “sfida” a chi casca per primo, ma sarebbe una sfida divertente e magica. Ci sono migliaia di persone che si sono dirette a Trieste senza passare da casa, direttamente dalla notte fiorentina, e che coi vestiti bagnati si sono accampate per una nuova “fila” e una nuova “lotteria”. Impossibile fare pronostici, ma credo che questa notte al Nereo Rocco saremo ancora lì a cantare, ballare, danzare, con la luna piena o sotto il temporale, le canzoni della nostra vita. Ieri Springsteen ha eseguito 30 canzoni, 3 ore e 25 circa di concerto, regalando ai “crazy diehard fans” una memorabile versione di Who’ll Stop the Rain, un brano di John Fogerty, a chiusura della setlist. Al temine di Twist & Shout un gruppo di fans si è messo a urlare il titolo della canzone, guidati da Robert Reed, un inglese di 208 cm ex giocatore di basket. Springsteen stava salutando il pubblico dopo Twist & Shout, ma non ha potuto fare a meno di notare quel gigante fargli una richiesta “via coro” a pochi metri da lui. E ha attaccato la canzone nel tripudio generale. (Gianmaria Vacirca) BRT@Vacirca @Vacirca_BRTOUR www.barracudarocktour.it www.facebook.com/barracudarocktour

Per la fotogallery http://www.barracudarocktour.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=109%3Afans-dentro-e-fuori&Itemid=121&lang=it#.T9jXRLVOh-g

 

TV

Anticipazioni Amici 16: la quinta puntata stasera, sabato 22 aprile 2017

Nella nuova puntata del talent tornerà Emma come coach della squadra bianca, ci saranno tanti colpi di scena e grandi ospiti

TV

Anticipazioni Il Segreto: il piano di Camila e Beatriz fallisce a causa di un imprevisto

Il rientro inaspettato di Hernando bloccherà la partenza delle due donne

TV

Anticipazioni Uomini e Donne, trono over: la vacanza di Gemma e Marco

Le anticipazioni ci svelano tutti i dettagli del viaggio della dama e del suo cavaliere

TV

Anticipazioni Una Vita 21 aprile 2017: Fabiana racconta a Teresa del suo passato

La cameriera confida a Teresa particolari riguardanti il suo passato e la dolorosa perdita di sua figlia Anita.

TV

Anticipazioni Beautiful 21 aprile 2017: Ridge e Steffy nascondono un segreto

Eric ha dato a Quinn il controllo dei suoi beni, Ridge e Steffy chiedono a Carter di non riferirlo alla Fuller.

TV

Morgan ospite speciale a Ballando con le stelle

Il cantante, dopo aver abbandonato Amici, sabato sera sarà l’ospite speciale di Milly Carlucci

Un commento su “Springsteen a Firenze, straordinario concerto bagnato. E stasera Trieste”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag