One Pound Fish Man, ecco la risposta a Gangnam Style

Da povero immigrato a star del web… la storia di One Pound Fish Man

Tormentone scaccia tormentone, è la legge di YouTube e mentre Psy, s’avvia a un inevitabile declino, un’altra stella spunta nel firmamento della rete: si chiama Muhammad Shahid Nazir, meglio noto come One Pound Fish Man, di mestiere fa il pescivendolo, ma ambisce a superare il fenomeno di Gangnam Style in quella che sembra la storia di Cenerentola in versione 2.0.
La vicenda di questo immigrato pakistano a Londra comincia nella maniera più tradizionale: abbandonato il villaggio natio per andare in cerca di lavoro nella capitale britannica, questo trentunenne padre di quattro figli viene assunto, quando ormai era a un passo dall’abbandono, al mercato del pesce di Queen, a Upton Park, East London. Per attirare l’attenzione dei clienti e mantenersi il lavoro, Nazir ha messo a punto una tattica tutta sua, antica e moderna assieme: cantare, ed ha funzionato. “Il mio capo mi ha detto che dovevo urlare“, ha detto alla stampa britannica e così eccolo ripetere il ritornello: “Come on ladies, come on ladies; one pound fish. Have-a, have-a look, one pound fish. Very, very good, very, very cheap, one pound fish” (Andiamo signore, andiamo signore, un pesce per una sterlina, date un’occhiata. E’ molto, molto buono, molto, molto a buon mercato, un pesce una sterlina… ”

Grazie alla sua canzoncina con relativi gesti di accompagnamento Nazir presto diventa popolare nel quartiere tant’è che qualcuno lo registra e piazza il video su YouTube. In poco tempo registra 5 milioni di visite mentre il banco al mercato viene visitato da fan in cerca di autografo e da gruppi di turisti, e non solo, Nazir riceve una quantità di proposte di matrimonio; ma la svolta arriva quando il rapper Timbaland remixa la sua canzone e la Warner Music gli offre un contratto. Ecco la riposta britannico-pakistana al fenomeno coreano di Psy. Ora Nazir è conosciuto come One Pound Fish Man, e, abbandonata la giacca di pelle per abiti su misura, ha rilasciato il suo primo video ufficiale che ha superato ormai i 7 milioni di visualizzazioni, giungendo, prima di Natale, al 29mo posto nella classifica inglese. Nei mercati del sud Italia si canta da sempre, ma se lo fai in un mercato di Londra finisci per diventare una star…

La fama di Nazir ha raggiunto anche il suo paese, dove però l’accesso a YouTube è bloccato dal governo; il padre, che era contrario al suo trasferimento a Londra, si è detto “molto felice”, lui ha dichiarato alla stampa di sentirsi come in un sogno. Una doccia fredda è però giunta dal dipartimento immigrazione del Regno Unito, che ha riscontrato irregolarità nel suo permesso di soggiorno; Nazir ha dovuto abbandonare provvisoriamente il paese. Provvisoriamente, vi tornerà presto da star.

(a.d)

TV

Uomini e Donne: Soleil Sorge, sotto accusa per foto hot, si difende “violata privacy da un hacker”

Una delle protagoniste indiscusse del trono di Luca Onestini, l’attuale tronista di Uomini e Donne, ex corteggiatore di Clarissa Marchese,  è la modella e conduttrice […]

TV

Amici 16: Serena De Bari accusata di plagio, interviene Elisa Vismara

Sabato pomeriggio, nello speciale  di Amici 16, c’è stata la sfida di canto tra Elisa Vismara e Serena De Bari. La sfida si è chiusa […]

TV

Una Vita Anticipazioni Spagnole: la storia di Humildad

Chi è Humildad? Scopriamo tutta la verità sulla donna che ha diviso Mauro e Teresa…

TV

L’Isola dei Famosi: Massimo Ceccherini contro Raz Degan e il messaggio per Eva Grimaldi

Dopo una settimana abbastanza tranquilla per i naufraghi dell’Isola dei Famosi 12, si è conclusa la diretta della quarta puntata con una nuova nomination, che […]

TV

Uomini e Donne: oggi la scelta di Sonia Lorenzini

Oggi, alle 14.45 su Canale 5, andrà in onda il trono classico con la scelta di Sonia Lorenzini. Si conclude dunque il controverso percorso come […]

TV

Beautiful Anticipazioni 21 febbraio 2017: Ridge e Katie tentano di salvare la Forrester

Dopo aver affrontato Quinn, Ridge, chiede il sostegno di Katie per salvare la Forrester.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag