Google Doodle dedicato a Bram Stoker e Dracula

Il Doodle di oggi è dedicato al vampiro più famoso della letteratura e del cinema e soprattutto al suo creatore.

Il 2012 ci ricorda e ci parla di Bram Stoker: ad aprile l‘anniversario per i cento anni dalla sua morte e oggi Bram Stoker avrebbe compiuto 165 anni. Di lui sarebbe stato ovvio citare la sua “creatura” più famosa, Dracula e ovviamente per ricordarlo arriva puntuale un Google Doodle bello e perfetto in ogni suo angolo – sì, perché gli angoli sono importanti nel Doodle di oggi, ricordano i titoli dei romanzi del Novecento -. Stoker – irlandese – scrive libri per diletto, la sua professione ufficiale è quella di assistente dell’attore e direttore economico del Lyceum Theatre di Londra.

Nel 1890 termina di scrivere il suo primo romanzo vero e proprio intitolato Il Passo del Serpente, ma soltanto sette anni dopo, una volta finita la stesura diDracula – destinato a diventare la sua opera più conosciuta, famosa, apprezzata e copiata – qualcosa cambia nettamente e inesorabilmente per lui. Quando fu pubblicato, Dracula di Stoker fu etichettato come romanzo horror, per poi essere definito dalla critica gotico. A decretare il suo successo sono serviti anni e altri scrittori a lui affini come tematiche: tetre, “mostruose” e decisamente in linea con la letteratura “estrema” del tempo. “Le persone di scarso coraggio piccolo e nervi deboli dovrebbero limitare la lettura di queste pagine raccapriccianti rigorosamente alle ore tra l’alba e il tramonto”, così scriveva il Daily Mail presentando la pubblicazione originale di Dracula, il 1 ° giugno 1897.

Si stima che nel corso del Novecento e dei primi anni duemila siano stati realizzati più di duecento film in cui compare il personaggio di Dracula. Dopo Nosferatu del 1922 ci furono altri remake nel 1958 e nel 1992, l’ultimo è forse quello più conosciuto ai giorni nostri: fu prodotto e diretto da Francis Ford Coppola ed ebbe un notevole successo e ottenne tre premi Oscar.

 

 

Dracula arriva anche in mostra a Milano: “Dracula e il mito dei vampiri” dal 23 novembre 2012 al 24 marzo 2013 è una mostra installata alla Triennale di Milano. Ideata, prodotta e organizzata da Alef con La Triennale di Milano e in collaborazione con il Kunsthistorisches Museum di Vienna, la mostra si compone di circa 100 opere tra dipinti, incisioni, disegni, documenti, oggetti storici, costumi di scena e video, indagando la figura del vampiro per antonomasia, partendo dalla dimensione storica per procedere alla trasfigurazione letteraria, fino ad arrivare alla trasposizione cinematografica e, infine, alle implicazioni sociologiche del mito di Dracula.

 

 

TV

Anticipazioni Il Segreto19 febbraio: Matias smaschera Raimundo

Matias rinviene una valigetta con del materiale compromettente nelle mani di Raimundo.

TV

Anticipazioni Il Segreto 18 febbraio 2017: Hernando dice a Camila di non amarla

Hernando rivela alla sua giovane moglie la verità riguardo al loro matrimonio e i motivi che l’hanno spinto a sposarla.

TV

Anticipazioni Il Segreto 17 febbraio: Hernando respige Camila

Hernando rifiuterà di condividere il talamo nuziale con la giovane moglie e lei troverà conforto scrivendo ad una misteriosa amica…

TV

Uomini e Donne: Manuel lascia il trono, Marco Cartasegna è il nuovo tronista

Come già si sospettava, Manuel Vallicella non ha cambiato la sua decisione e nella registrazione di ieri di Uomini e Donne, ha comunicato la scelta […]

TV

Uomini e Donne: Sonia Lorenzini sceglie Emanuele Muati

La registrazione di ieri del trono classico di Uomini e Donne, ha regalato, come prevedibile, colpi di scena. Dopo le polemiche che hanno contraddistinto il […]

TV

Uomini e Donne: Asia Nuccetelli voleva il trono, la confessione di Raffaella Mennoia

In questi giorni i post su Instagram della redattrice e autrice di Uomini e Donne, Raffaella Mennoia, sono decisamente provocatori e spassosi. All’ennesima critica al […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag