Apple: al varo programma ufficiale di recupero iPhone usati

Incentivi sull’acquisto dei nuovi modelli a chi riconsegna i propri telefoni

Dovrebbe partire a breve, si parla di giugno, un sistema di incentivi che farà felici i possessori di iPhone che amano avere sempre in tasca l’ultimo modello di casa Apple. La società californiana sarebbe infatti pronta ad avviare un programma di ritiro degli usati, che permetterebbe agli utenti di godere di forti sconti sull’acquisto dell’ultimo iPhone.

Bloomberg, network specializzato in informazione finanziaria, ha rivelato le indiscrezioni riguardanti tale programma, di cui ancora Apple non ha parlato ufficialmente. Il funzionamento dovrebbe essere molto semplice: portando il proprio iPhone in un Apple Store, questo verrà ritirato e si otterrebbe un forte sconto sull’acquisto del corrente modello di punta della gamma. La società della mela morsicata avrebbe già stretto un accordo con Brightstar per la gestione della logistica dell’operazione.

Il progetto partirebbe dagli Stati Uniti, ma sarebbe esportabile in tutti i paesi nei quali siano presenti degli Apple Store, Italia compresa. Proprio i punti vendita sarebbero il centro di questa strategia; rispetto agli odierni sistemi di valutazione dell’usato, che Apple permette tramite posta, si guadagnerebbe l’immediatezza garantita dal fatto di effettuare lo scambio di persona, non dovendo attendere i tempi postali di riconsegna e di attesa dell’esame da parte della società costruttrice. Il cliente gioverebbe “in diretta” dello sconto garantito dallo scambio, senza attese e senza spedire pacchi.

I vantaggi per Apple sarebbero principalmente due: da un lato lo sconto reso disponibile ai propri clienti favorirebbe in larga misura la fidelizzazione al brand e arginerebbe la perdita di quote di mercato che iPhone ha subito negli ultimi anni, in larga parte in favore di Android, ormai primo sistema operativo mobile nella maggior parte dei mercati mondiali. In secondo luogo gli smartphone usati, una volta ricondizionati, ovvero riportati alla condizione originale di acquisto come appena usciti dalla fabbrica, potrebbero essere rivenduti nei paesi ad economia emergente, nei quali i tassi di penetrazione degli smartphone sono ancora piuttosto bassi e profittevoli. Se il progetto si rivelasse di successo, una prima stima ne valuterebbe il valore in circa 5 miliardi di dollari entro il 2015. (r.d.)

Film

PETA contro “Qua la zampa!” Un video diffuso da TMZ diffonde immagini su maltrattamenti

Una vera e propria bufera quella ha travolto il film A Dog’s Purpose  – Qua la zampa! in seguito alla diffusione di un video da […]

TV

Hidden Singer Italia: 23 febbraio su Nove

Dal 23 febbario su Nove, il nuovo show condotto da Federico Russo che celebra 6 star della musica italiana.

TV

Il Collegio: Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

Attendiamo lunedì 23 gennaio, l’ultimo appuntamento con l’innovativo docu-reality di Rai2. Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

TV

Uomini e Donne: scontro tra Sonia Lorenzini e Mario Serpa

Che i due ragazzi non si piacessero molto si già era intuito nel trono precendente. Mentre Sonia sosteneva il rivale di Mario, Francesco,  mentre l’ex […]

TV

Dance, Dance, Dance: fuori gli influencer Chiara Nasti e Roberto De Rosa

Nel Dance off della puntata andata in onda mercoledì sera, Chiara Nasti e Roberto De Rosa hanno sfidato Raniero Monaco di Lapio e Beatrice Olla, uscendone sconfitti.

TV

Amici 16: Sabrina Ferilli non sarà più tra i giudici, Morgan unico nome confermato

Un altro addio nel celebre talent. Dopo quelli di Emma ed Elisa, lascia il programma anche Sabrina Ferilli, presente nella giura di Amici nelle ultime […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag