Oceani 3D, lo spettacolo del mare

Si stima che meno dell’uno per cento della popolazione mondiale abbia visitato il mondo sottomarino. E’ un bene. Non è bene, invece, ignorare la bellezza […]

Si stima che meno dell’uno per cento della popolazione mondiale abbia visitato il mondo sottomarino. E’ un bene. Non è bene, invece, ignorare la bellezza che rischiamo di perdere, senza averla neppure scoperta.

Oceani 3D, il primo film subacqueo girato interamente con le tecniche del “Digital 3D”, è semplicemente questo. Un’immersione totale nel sesto continente, un’escursione nei fondali marini più belli del pianeta, tra creature fantastiche (e non si tratta di un’animazione) e atmosfere sospese, in compagnia della voce di tre guide d’eccezione: Aldo, Giovanni e Giacomo.
Diretto da Jean-Jacques & François Mantello per la produzione di Jean-Michel Cousteau (figlio di un mito, Jacques); il film, che uscirà nelle sale il 30 aprile, è il frutto di oltre sette anni di lavoro (febbraio 2001- luglio 2008) e di 1500 ore di riprese sott’acqua catturate in 26 spedizioni in tutto il mondo: dagli Stati Uniti, all’Africa, alla Polinesia, all’America Meridionale, alle Azzorre.

Un viaggio lunghissimo quello che compie la Tartaruga Marina per andare a depositare le uova su una spiaggia. E gli stralunati attori, chiusi nel grembo della tartaruga ma convinti di essere in un’astronave, descrivono ciò che vedono. E si stupiscono ad ogni nuovo incontro, ad ogni straordinario paesaggio come le Kelp Forests della California, la Grande Barriera Corallina Australiana e Roca Partida in Messico, casa di migliaia di squali. E la vita quotidiana in fondo all’Oceano diventa show grazie anche alla fotografia di Gavin McKinney (ha all’attivo 20.000 ore di immersioni) ed alle musiche di Christophe Jacquelin eseguite dalla Sofia Philharmonic Orchestra. Le danze della Manta Gigante; la nobile processione degli Squali Martello; la caccia incessante del Pesce Leone; la squadra di giovani delfini che gioca a palla con le alghe; il mollusco Ballerina Spagnola e il cavalluccio marino Dragone Foglia forti di una bellezza disarmante; e poi la visione dei più grandi cetacei del pianeta.

Realizzato col supporto di Unep (il Programma Delle Nazioni Unite per l’Ambiente) dall’inglese 3D Entertainment, specializzata nella produzione di film subacquei in 3D, il film distribuito da Eagle Pictures è stato già definito la più grande avventura subacquea mai realizzata (curiosità, è costato 11milioni di euro, meno di tanti film inutili) . E nel tentativo di portare nell’abisso blu quel 99 per cento della popolazione che non ha mai visitato il fondo del mare, la consapevolezza dell’immensa fragilità di questo ecosistema dove la vita si generò.

TV

L’Isola dei Famosi 2017: Vladimir Luxuria nel ruolo di opinionista

Vladimir Luxuria torna all’Isola dei Famosi dopo essere stata concorrente e vincitrice nel 2008, opinionista e inviata rispettivamente nel 2011 e 2012.

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e la strage dei Mella

Francisca si vendica dei Mella per avergli soffiato la proprietà di Jaral…

Gossip

Amici 16: Riccardo Marcuzzo si è fidanzato con Giulia Pelagatti

Nella scuola di Amici nascono nuovi, giovanissimi amori che fanno breccia nel cuore dei telespettatori: il cantante Riccardo Marcuzzo e la ballerina Giulia Pelagatti confermano […]

Gossip

Brad Pitt e Kate Hudson, un nuovo amore?

I media australiani lanciano una news che infiamma il gossip: Brad Pitt, fresco di divorzio da Angelina Jolie e Kate Hudson, figlia dell’attrice Goldie Hawn, […]

Arte e Cultura

Good Design Award 2017: vince il design Made in Italy

I designer italiani Alessandro Loschiavo e Marco Paiani per Aliantedizioni, vincono il Good Design Award con una serie di tavolini ispirati agli Armillaria Borealis, specie di funghi tipici dei climi freddi.

TV

Un passo dal Cielo 4 anticipazioni prima puntata: stasera 17 gennaio 2017

Parte stasera la quarta stagione della fortunata serie di Rai1, Un Passo dal Cielo. Scopriamo la trama del primo episodio…

2 commenti su “Oceani 3D, lo spettacolo del mare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag