“Notte folle a Manhattan”, si ride e si ride

Metti dietro la macchina da presa un maestro dell’action comedy, aggiungi un gioco di scambi di persona tra buoni e cattivi, anzi cattivissimi; amalgama gli […]

Metti dietro la macchina da presa un maestro dell’action comedy, aggiungi un gioco di scambi di persona tra buoni e cattivi, anzi cattivissimi; amalgama gli ingredienti con le atmosfere notturne della newyork più cinematografica e con i volti di due talenti comici che rispondono al nome di Steve Carrel e Tina Fey e la “Notte folle a Manhattan” è servita.

Da venerdì nelle sale italiane, il film di Shawn Levy (Una notte al museo e Una notte al museo2 – la fuga) per Twentieth Century Fox promette un bel po’di “sane” risate, proprio come non capita mai quando al centro di  vicende eccezionali si ritrovano persone che più normali non si può.

La sinossi: “Phil (Carell) e Claire Foster (Fey) sono una sensibile, inamorata coppia sposata, con due bambini, che vive
nella provincia del New Jersey. I Foster hanno il loro “appuntamento settimanale”, un tentativo di far rivivere
l’emozione degli appuntamenti del tempo che fu, andando ogni settimana a passare la serata alla Teaneck Tavern. Le
loro conversazioni finiscono sempre col passare da un appena accenato flirt da primo appuntamento agli stessi
discorsi domestici che caratterizzano le loro cene casalinghe. Esausti a causa del lavoro e dei bambini, i loro
appuntamenti raramente si concludono con un gioco romantico di un qualunque genere.
Nel tentativo di togliere il pilota automatico alla loro serata speciale e nella speranza di rimettere un po’ di
pepe nelle loro vite, Phil decide che è arrivato il momento di cambiare le carte in tavola: portare Claire a Manhattan
nel ristorante più alla moda della città. I Foster, però, non hanno una prenotazione. Nella speranza di riuscire a
sedersi prima che l’orologio scocchi la Mezzanotte, decidono di rubare il tavolo a una coppia che ha prenotato ma non
si è presentata. Cosa potrà mai accadere? Phil e Claire sono adesso i Tripplehorn.
I veri Tripplehorn, però, sono una coppia di ladri che è braccata da due poliziotti corrotti per avere derubato
delle persone davvero molto pericolose. Costretti alla fuga prima ancora d’aver finito il loro risotto, Phil e Claire
capiscono rapidamente che la loro serata libera dai figli sta andando assurdamente male, costringendoli a imbarcarsi
in una selvaggia serie di pericolose e allucinanti situazioni per salvare le loro vite e… il loro matrimonio”.

Insomma, ecco come la peggiore serata delle loro vite si trasforma per i protagonisti nella migliore esperienza per il loro matrimonio. Proprio come non capita mai.

TV

L’Isola dei Famosi 2017: Vladimir Luxuria nel ruolo di opinionista

Vladimir Luxuria torna all’Isola dei Famosi dopo essere stata concorrente e vincitrice nel 2008, opinionista e inviata rispettivamente nel 2011 e 2012.

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e la strage dei Mella

Francisca si vendica dei Mella per avergli soffiato la proprietà di Jaral…

Gossip

Amici 16: Riccardo Marcuzzo si è fidanzato con Giulia Pelagatti

Nella scuola di Amici nascono nuovi, giovanissimi amori che fanno breccia nel cuore dei telespettatori: il cantante Riccardo Marcuzzo e la ballerina Giulia Pelagatti confermano […]

Gossip

Brad Pitt e Kate Hudson, un nuovo amore?

I media australiani lanciano una news che infiamma il gossip: Brad Pitt, fresco di divorzio da Angelina Jolie e Kate Hudson, figlia dell’attrice Goldie Hawn, […]

Arte e Cultura

Good Design Award 2017: vince il design Made in Italy

I designer italiani Alessandro Loschiavo e Marco Paiani per Aliantedizioni, vincono il Good Design Award con una serie di tavolini ispirati agli Armillaria Borealis, specie di funghi tipici dei climi freddi.

TV

Un passo dal Cielo 4 anticipazioni prima puntata: stasera 17 gennaio 2017

Parte stasera la quarta stagione della fortunata serie di Rai1, Un Passo dal Cielo. Scopriamo la trama del primo episodio…

Un commento su ““Notte folle a Manhattan”, si ride e si ride”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag