La Passione arriva in sala

Dei film italiani in concorso alla Mostra di Venezia è probabilmente quello che ha convinto  di più, regalando al pubblico la possibilità di ridere guardando […]

Dei film italiani in concorso alla Mostra di Venezia è probabilmente quello che ha convinto  di più, regalando al pubblico la possibilità di ridere guardando in faccia al paradosso, al luogo comune, alle lotte di potere ma anche alla bellezza che si annidano nella piccola provincia italiana. “La Passione” di Carlo Mazzacurati, sarà venerdì nelle sale italiane e l’augurio che si può fare al film è di trovare al botteghino lo stesso riscontro che ha avuto tra i media di ogni tendenza, abbiamo cercato critiche negative, non le abbiamo trovate. Forse dovevamo cercare meglio, forse non ce ne sono e punto.

Anche la Radio Vaticana ha commentato positivamente il coraggio di Mazzacurati nel trattare il tema forte della Resurrezione di Cristo partendo coi toni della commedia, il finale, però, quello non può mai scivolare nel sorriso. «Il mio sguardo sulla sacra rappresentazione che mostro nel film è totalmente laico, ma la caduta e la resurrezione sono tappe di un percorso umano che riguarda tutti. E poi la Passione di Cristo, quella che si mette in scena ogni anno nei paesi il venerdì santo, in un’epoca di profonda perdita della memoria, è una delle più alte espressioni della cultura italiana e condensa tutta la bellezza che il nostro paese è capace di esprimere. E noi ci appelliamo alla bellezza come a un’ancora di salvezza», aveva detto il regista a Venezia .

D’obbligo la sinossi: Gianni Dubois (Silvio Orlando), regista ultracinquantenne afflitto da anni dal vuoto d’idee avrebbe la possibilità di dirigere una giovane stella della tv, Flaminia Sbarbato (Cristiana Capotondi), l’opportunità va colta ma non riesce a farsi venire in mente lo straccio di una storia. Come se non bastasse, una perdita nel suo appartamento in Toscana ha rovinato un affresco del Cinquecento nella chiesetta adiacente. Per evitare una denuncia e una pessima figura, Gianni deve accettare la bizzarra proposta del sindaco del paese (Stefania Sandrelli) e dirigere la sacra rappresentazione del venerdì santo in cambio dell’impunità. Così si ritrova a passare una settimana nella Toscana più profonda nel tentativo di mettere in piedi una specie di Via Crucis, con gli apostoli, Ponzio Pilato, la crocifissione, e un pessimo e vanitosissimo attore locale nella parte di Cristo (Corrado Guzzanti). Ma deve anche pensare al film  per Flaminia Sbarbato, la diva del piccolo schermo che lo pressa con inistenza. Quando tutto sembra sfuggirgli di mano, Gianni incontra Ramiro (Giuseppe Battiston), un ex galeotto appassionato di teatro, pieno di buona volontà e spiantato quanto basta. Le cose sembrano prendere la strada giusta, ma non per molto: un brutto litigio con Flaminia manda all’aria il film, mentre Ramiro svanisce rapidamente nel nulla lasciandolo solo. Grazie ad un ultimo colpo di scena, però, Gianni Dubois riuscirà per una volta a combinare qualcosa di buono.

E in croce sale un altro “povero Cristo”. E’ grasso, generoso ma recita un ruolo, suo malgrado. Piove sulla rappresentazione,  e la gente nel parapiglia, se ne va, abbandona la scena, l’emozione è già passata. Solo il Cristo in croce (Battiston) non può scappare, mentre il regista, invece, rimane per sua scelta, fisso, a guardare negli occhi l’uomo crocifisso, suggerendo nel silenzio della scena una nuova  via.

Nota di cronaca, il film sarà presentato in ateprima stasera (ore 21) al cinema Odeon di Firenze, nell’ambito  di un progetto dedicato al pubblico dei disabili sensoriali la proiezione sarà sottotitolata per i non udenti e audio-descrizitta per non vedenti. Al pubblico non vedente verranno distribuite cuffie a raggi infrarossi che forniranno, nei momenti di pausa dei dialoghi, le descrizioni di tutti gli elementi visivi importanti ai fini della comprensione del film.

Film

PETA contro “Qua la zampa!” Un video diffuso da TMZ diffonde immagini su maltrattamenti

Una vera e propria bufera quella ha travolto il film A Dog’s Purpose  – Qua la zampa! in seguito alla diffusione di un video da […]

TV

Hidden Singer Italia: 23 febbraio su Nove

Dal 23 febbario su Nove, il nuovo show condotto da Federico Russo che celebra 6 star della musica italiana.

TV

Il Collegio: Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

Attendiamo lunedì 23 gennaio, l’ultimo appuntamento con l’innovativo docu-reality di Rai2. Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

TV

Uomini e Donne: scontro tra Sonia Lorenzini e Mario Serpa

Che i due ragazzi non si piacessero molto si già era intuito nel trono precendente. Mentre Sonia sosteneva il rivale di Mario, Francesco,  mentre l’ex […]

TV

Dance, Dance, Dance: fuori gli influencer Chiara Nasti e Roberto De Rosa

Nel Dance off della puntata andata in onda mercoledì sera, Chiara Nasti e Roberto De Rosa hanno sfidato Raniero Monaco di Lapio e Beatrice Olla, uscendone sconfitti.

TV

Amici 16: Sabrina Ferilli non sarà più tra i giudici, Morgan unico nome confermato

Un altro addio nel celebre talent. Dopo quelli di Emma ed Elisa, lascia il programma anche Sabrina Ferilli, presente nella giura di Amici nelle ultime […]

2 commenti su “La Passione arriva in sala”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag