Il violinista del diavolo: David Garrett magnifico Paganini, troppo?

Esce giovedì il 27 febbraio Il violinista del diavolo film diretto da Bernard Rose sulla vita di Niccolò Paganini

Una star della musica di oggi verso un mito della musica di ogni tempo, un connubio intrigante che quello tra David Garrett e Niccolò Paganini, un incontro che se farà storcere il naso ai puristi della musica d’arte, ha il pregio immenso di portare alla popolarità un eroe popolare d’altri tempi, quel “Violinista del diavolo” che irruppe come un ciclone nell’Europa a cavallo tra XVIII e XIX secolo, frantumando schemi, intimidendo persino, con la sua carica dirompente, tanto da valergli non il nomignolo, ma la pesante accusa, d’aver stretto davvero un patto col demonio.   “Niccolò Paganini? È Jimi Hendrix col violino!”, ha detto Garrett, una felice sintesi quella del violinista prestatosi a fare l’attore, e che nei giorni scorsi Genova ha omaggiato aprendo per lui la teca del “cannone”, il magnifico Guarnieri del Gesù che era lo strumento prediletto di Paganini. Ma al contrario della figura che interpreta, Garrett, madre americana, padre tedesco, che ha dalla sua successi mondiali quantificabili in due milioni e mezzo di dischi venduti, è un avvenente giovane uomo. 33 anni, lunga e selvaggia chioma bionda, fisico strutturato, simpatia a go go. Insomma, ecco un Paganini “figo” dopo che la storia del cinema e della tv ha puntato per decenni sul fascino “oscuro” del maestro: dall’interpretazione di Stewart Granger nel ’46, di Klaus Kinski, nell’89; al compianto Tino Schirinzi dello sceneggiato televisivo del 1976.

TDV_Garrett_Int_Opera_House-10.tif

Niccolò Paganini resta agli occhi anche dei contemporanei una delle più affascinanti figure della storia della musica: un prodigio di modernità, straordinario nel pizzicare le corde di violino e nel manovrare l’archetto, amato dalle donne e misterioso, tanto da alimentare la leggenda. Garrett appare ben più solare del maestro che emula, ma come violista è capacissimo e carismatico, essendo riuscito ad attrarre alla musica classica anche un pubblico giovane. Come?  Con la contaminazione, con splendide reinterpretazioni dei brani dei Nirvana, di Michael Jackson, dei Queen e di moltissimi miti del rock e del pop.

 

E se la sua interpretazione di Paganini non è da premio, ma in compenso ha poche battute e per lo più fa parlare il suo violino, per la prima volta vediamo sullo schermo un violinista che non finge di suonare. Insomma, quei virtuosismi sono roba vera, e in un film dedicato a un musicista non è poco. Ciliegina sulla torta, anche gli arrangiamenti delle musiche di Niccolò Paganini sono firmate, e logicamente eseguite, da Garrett. Nel cast spicca però un ottimo Jared Harris nel ruolo dell’impresario.

TDV_Garrett_Int_Opera_House-3.tif

 

SINOSSI

1830. Niccolò Paganini (David Garrett), virtuoso del violino e amante delle donne, si trova all’apice della carriera, acclamato in tutta Europa. Il suo nome è sinonimo di amori e scandali, e il suo manager Urbani (Jared Harris) sta facendo di tutto per alimentare la sua fama.
Manca ancora però un debutto britannico e per riuscire a convincere Paganini a raggiungere Londra, l’impresario inglese John Watson (Christian McKay) e la sua amante Elisabeth Wells (Veronica Ferres) sono disposti a tutto. Urbani, astuto uomo d’affari, riesce a portare Paganini nella capitale britannica, anche contro la sua volontà. E grazie alle critiche della giornalista Ethel Langham (Joely Richardson), il concerto è un successo e gli ammiratori affollano l’hotel dove alloggia il violinista, causando disordini. Musicista e manager sono costretti a rifugiarsi a casa di Watson, dove Paganini presto incontra la graziosa figlia del suo padrone di casa, Charlotte (Andrea Deck), una giovanissima cantante di talento. Paganini si innamorerà perdutamente della giovane bellezza, contrariando Urbani che teme di perdere l’influenza che ha sul suo protegé ed inizia così a elaborare un piano diabolico per separare i due amanti…

 

 

(g.m)

TV

L’Isola dei Famosi 2017: Vladimir Luxuria nel ruolo di opinionista

Vladimir Luxuria torna all’Isola dei Famosi dopo essere stata concorrente e vincitrice nel 2008, opinionista e inviata rispettivamente nel 2011 e 2012.

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e la strage dei Mella

Francisca si vendica dei Mella per avergli soffiato la proprietà di Jaral…

Gossip

Amici 16: Riccardo Marcuzzo si è fidanzato con Giulia Pelagatti

Nella scuola di Amici nascono nuovi, giovanissimi amori che fanno breccia nel cuore dei telespettatori: il cantante Riccardo Marcuzzo e la ballerina Giulia Pelagatti confermano […]

Gossip

Brad Pitt e Kate Hudson, un nuovo amore?

I media australiani lanciano una news che infiamma il gossip: Brad Pitt, fresco di divorzio da Angelina Jolie e Kate Hudson, figlia dell’attrice Goldie Hawn, […]

Arte e Cultura

Good Design Award 2017: vince il design Made in Italy

I designer italiani Alessandro Loschiavo e Marco Paiani per Aliantedizioni, vincono il Good Design Award con una serie di tavolini ispirati agli Armillaria Borealis, specie di funghi tipici dei climi freddi.

TV

Un passo dal Cielo 4 anticipazioni prima puntata: stasera 17 gennaio 2017

Parte stasera la quarta stagione della fortunata serie di Rai1, Un Passo dal Cielo. Scopriamo la trama del primo episodio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag