Il cinema italiano conquista Toronto (e i distributori)

Il cinema italiano è davvero troppo legato alle realtà locali? Il can can di accuse che qualcuno ha mosso a Venezia al film di Marco Bellocchio, indicato come “provinciale”, ha riaperto una discussione antica, nata già col neorealismo e che tuttavia non pare essere risolta. Ma i dati, talvolta dicono altro: “Sette film italiani accolti con entusiasmo da industria, pubblico e stampa. Questo l’ottimo bilancio della presenza italiana al Toronto International Film Festival”, riporta un comunicato di Istituto Luce Cinecittà, molto incoraggiante

Io e te di Bernardo Bertolucci ha aperto la selezione italiana seguito da La guerra dei vulcani di Francesco Patierno, documentario sul love affaire Magnani/Rossellini/Bergman, dimostra che anche un genere apparentemente difficile, può appassionare e trovare un vasto pubblico. E’ stato infatti venduto in più di trenta territori.

 Per E’ stato il figlio, di Daniele Ciprì oltre all’imminente uscita francese, sono stati chiusi gli accordi con i distributori australiani ed ungheresi, mentre sono ancora aperte le trattative per Brasile, Messico Argentina e UK e un grande interesse è stato riscontrato da parte dei distributori americani e canadesi.

 Serrata competizione tra i distributori francesi per acquisire i diritti de L’Intervallo, di Leonardo Di Costanzo, vera rivelazione di Venezia e Toronto, amato da pubblico, critica e addetti ai lavori. Per il film si registra interesse anche da parte dei distributori giapponesi, inglesi e americani.

 Reality di Matteo Garrone ha iniziato qui il suo viaggio nordamericano, dove è stato presentato nella sala principale del TIFF Bell Lightbox, il palazzo del cinema. Stampa e pubblico hanno accolto il film con uno straordinario consenso, confermando all’autore italiano la popolarità già conquistata con Gomorra. Venduto già in più di quindici paesi, verrà distribuito in Canada da Mongrel e da Oscilloscope negli Stati Uniti. Da Toronto è partita la campagna promozionale.

 Bella Addormentata di Marco Bellocchio, per il quale ci sono trattive in corso per la distribuzione negli Stati Uniti e in Canada, ha già conquistato distributori per l’America Latina, il Portogallo e  la  Grecia  e uscirà nella sale francesi in autunno. Il film è stato presentato all’Elgin Theater, alla presenza del regista e degli attori Maya Sansa e Pier Giorgio Bellocchio, trascinando la sala al termine della proiezione con  applausi e  consensi straordinari. Inizia per Bella Addormentata il giro del mondo, prossime tappe: Londra, Busan e Tokyo”.

(g.m.)

Musica

Giò Sada al South by SouthWest di Austin in Texas

Grandi novità in vista per Giò Sada che, dopo un tour ricco di date in Italia e il coast to coast in USA con il […]

TV

Massimo Ceccherini lascia l’Isola dei Famosi, televoto annullato

Complice una settimana molto dura e l’ennesimo litigio con Raz Degan, il comico toscano Massimo Ceccherini ha deciso di lasciare l’Isola dei Famosi, annunciando oggi […]

Moda

Anna Calvi Live For Burberry

Lunedì sera Burberry ha presentato al Makers House di Londra la nuova collezione maschile e femminile ‘February 2017’. Anna Calvi ha accompagnato la sfilata esibendosi […]

Gossip

Uomini e Donne: le accuse di Luca Onestini sul discusso video di Soleil Sorge

Soleil Sorge non ha mai nascosto di aver avuto numerose esperienze televisive e artistiche sia in Italia che all’estero. Ieri oltre alle foto hot diffuse […]

Cucina

Anticipazioni Spagnole Il Segreto: il mistero dietro gli incubi di Beatriz

Un misterioso dramma del passato alimenta gli incubi della giovane Beatriz.

TV

Anticipazioni Americane Beautiful: Quinn racconta “Bill non voleva Wyatt”

La Fuller confessa a Ridge di quando Bill le ordinò di abortire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag