Gigolò per caso: che spreco di talenti

La recensione di Virginia Zullo

Troppo rumore per nulla, recita il sommo William Shakespeare, ed è veramente “il rumore”  da salvare del film Gigolò per caso (Fading Gigolo)  di John Turturro, che di eccellente ha la colonna sonora, bellissima , musiche imperdibili, arrangiamenti straordinari di alcune delle più belle canzoni napoletane di tutti i tempi. Tuttavia della sublime bellezza dell’amore cantato dai testi meravigliosi della canzone napoletana, nel film di Turturro non vi è traccia .

Gli attori sono di prim’ ordine se si pensa alla presenza di Woody Allen e di Sharon Stone, in forma strepitosa, con i suoi cinquantasei anni portati divinamente, e Sofia Vergara , bellezza mediterranea e seducente .

Tuttavia la storia, come si suol dire, non c’è, un improbabile Woody Allen si mette in società con un fioraio, Turturro,  facendolo diventare uno gigolò di lusso ; fin qui niente di male se non fosse però che le partner da soddisfare sono donne bellissime, vogliosissime,  ricche e super sexy . Ve le immaginate una bellezza come Sharon Stone e una bomba sexy come Sofia Vergara, con scarpe fantastiche tacco 11, che pagano  un uomo bruttino e con l’aria assonnata  per fare l’amore in tre? Se si spargesse la voce ci sarebbe una fila di uomini di ogni età ed estrazione sociale disposti  non solo ad andarci gratis ma che attraverserebbero l’ oceano a nuoto pur di giungere nell’attico super raffinato, ricolmo di opere d’arte, dove le due signore cercano conforto ….

Insomma un film improbabile sul piano narrativo e potremmo dire anche sociologico (condizioni non essenziali nel cinema di finzione, ne siamo consapevoli) ma che si rivela per ciò che è: un’operazione commerciale costruita ad hoc . Non vi pare un po’ difficile fallire un film dove c’è Woody Allen e Sharon Stone? In più metteteci un Turturro, bruttino e con fascino pari a zero, e il piatto è servito, servito bene , certo, servizio impeccabile, fotografia ottima, costumi bellissimi, ambientazioni  strepitose di una ricca, ebraica e borghese  New York .

Ma se si va alla sostanza, il film si sgretola, non esiste , “tutto fumo e niente arrosto”, e se c’è poi un vero grande difetto è che neanche quel fumo è stato ben mostrato , non sarebbe stato male vedere  Sharon Stone e Sofia Vergara  all’ opera… ; Turturro  si è dimostrato pudico , un gigolò di cui non vediamo mai un vero e proprio amplesso,  e non ci regala neanche la sequenza più eccitante, l’amore saffico,  che chiunque si aspettava (non dite di no!) dal trailer, che è di sicuro meglio del film intero…

Insomma Turturro fa un film su una delle più gettonate trasgressioni sessuali,  farsi pagare per scopare, e non ci regala neanche un momento di puro buon sesso. Difatti il film acquista un po’ di dramma, elemento imprescindibile nella narrazione, quando una cliente ebrea ortodossa, nel film Vanessa Paradis (che come quasi tutte le biondine acqua e sapone con l’età  ha perso qualsiasi fascino), supera le sue inibizioni sessuali innamorandosi del Turturro-gigolò.  Dunque nell’incontro che dal sesso fa scaturire l’amore, si ritrova un po’ di verosimiglianza cinematografica e narrativa.

Insomma Turturro voleva fare un film trasgressivo ma dà il meglio di sè nel romanticismo, ed in fondo il film in ultima analisi si può riassumere nell’ infantile adagio per cui il sesso è più bello, anzi  meraviglioso,  quando si fa con l’ amore, ma insomma questo l’ abbiamo imparato ai tempi dell’asilo dalle suore, e spesso ci si sposa per crederci…, non ci voleva certo il compitino pseudo trasgressivo  di Turturro, o no?

(Virginia Zullo)

 

Film

PETA contro “Qua la zampa!” Un video diffuso da TMZ diffonde immagini su maltrattamenti

Una vera e propria bufera quella ha travolto il film A Dog’s Purpose  – Qua la zampa! in seguito alla diffusione di un video da […]

TV

Hidden Singer Italia: 23 febbraio su Nove

Dal 23 febbario su Nove, il nuovo show condotto da Federico Russo che celebra 6 star della musica italiana.

TV

Il Collegio: Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

Attendiamo lunedì 23 gennaio, l’ultimo appuntamento con l’innovativo docu-reality di Rai2. Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

TV

Uomini e Donne: scontro tra Sonia Lorenzini e Mario Serpa

Che i due ragazzi non si piacessero molto si già era intuito nel trono precendente. Mentre Sonia sosteneva il rivale di Mario, Francesco,  mentre l’ex […]

TV

Dance, Dance, Dance: fuori gli influencer Chiara Nasti e Roberto De Rosa

Nel Dance off della puntata andata in onda mercoledì sera, Chiara Nasti e Roberto De Rosa hanno sfidato Raniero Monaco di Lapio e Beatrice Olla, uscendone sconfitti.

TV

Amici 16: Sabrina Ferilli non sarà più tra i giudici, Morgan unico nome confermato

Un altro addio nel celebre talent. Dopo quelli di Emma ed Elisa, lascia il programma anche Sabrina Ferilli, presente nella giura di Amici nelle ultime […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag