Festival del film di Roma, tutti gli italiani in gara e non

Ci siamo, quasi. Il Festival internazionale del film di Roma, domani 8 novembre, molla gli ormeggi per una navigazione tracciata da un programma che promette qualche sorpresa. Non è più tempo di polemiche, quelle semmai si riprenderanno in fase di bilancio. Ci piace pensare che da domani, e fino al 17 novembre, quello che conterà davvero saranno i film

Guido Lombardi

Guido Lombardi

E sarà un’apertura dal sapore profondamente italiano. A cominciare dalla scelta di Sabrina Ferilli come madrina della prima serata (sarà invece Anna Foglietta a presenziare la serata finale).  L’attrice romana inaugurerà il red carpet dell’Auditorium Parco della Musica e saluterà il pubblico della Santa Cecilia (che quest’anno torn erà ad essere la sala principale del Festival), prima della proiezione de L’ultima ruota del carro, il film di Giovanni Veronesi presentato fuori concorso. Racconto “epico” di un uomo comune che diventa un po’ metafora di questa rassegna, obbligata a barcamenarsi tra festa e festival, tra leggerezza e ricerca della qualità “Abbiamo cercato di guardare sia allo stile che al negozio, prendendo posizione senza perdere lucidità, privilegiando la selezione critica dei valori che volevamo opporre ad altri valori. –

Mirko Locatelli

Mirko Locatelli

dice il direttore artistico, Marco Mueller nel testo di catalogo –  Forse siamo tutti stanchi di un cinema fatto di macchine inutilmente complicate e ingombranti. Abbiamo bisogno della forza di un gesto estetico, dell’evidenza di una poetica; e con esse, di un’emozione di pancia e di cuore, di un momento di sogno, divertimento e spettacolo”.

ITALIANI AL FESTIVAL

Marco Muller tra i 1500 film che ha visonato per preparare il festival ne ha scelti 26 made in Italy. Nel concorso principale, dove saranno i 18 film a correre per il Marc’Aurelio troviamo “Take five” di Guido Lombardi; storia di cinque “irregolari” alle prese con una rapina milionaria; ”Tir” di Alberto Fasulo, racconto on the road su un insegnante croato che lascia il lavoro per diventare camionista; e ”I corpi estranei’‘ di Mirko Locatelli, con Filippo Timi. I temi dell’adolescenza e della disabilità per il secondo lungometraggio di questo regista reso tetraplegico – giovanissimo – da un incidente. Si tratta di una produzione low budget dove alcuni degli attori, tra cui il protagonista Filippo Timi, hanno lavorato senza compenso. Lui è Antonio, il padre di un ragazzino gravemente ammalato che arriva in un ospedale di Milano per cercare una via di guarigione. Qui incontra Jaber, un quindicenne nordafricano che assiste il suo amico Youssef. Accomunati dalla solitudine, dal dolore e dalla paura Antonio e Jaber sono due “corpi

Alberto Fasulo

Alberto Fasulo

estranei” che tuttavia si incontrano e si sostengono.

Fuori concorso, oltre al già citato “L’Ultima ruota del carro” di Giovanni Veronesi, troviamo ”Come il vento’‘ di Marco Simon Puccioni e ”Il venditore di medicine” di Antonio Morabito. 

Nella sezione parallela Alice nella città, i film italiani in concorso sono due: ”Il Sud è niente”, opera prima di Fabio Mollo,  e ”Se chiudo gli occhi non sono più qui” di Vittorio Moroni. Inserita tra gli eventi speciali – fuori concorso, la coproduzione italo-belga ”Marina” di Stiji Coninx.

Con la felice stagione che vivono i documentari (vedi la vittoria di Sacro Gra a Venezia) la sezione Prospettive Doc Italia (CinemaXXI ) è quanto mai attesa. Ad aprirla è il documentario di Vincenzo Marra  ”L’Amministratore”. Prodotto da Gianluca Arcopinto, L’Amministratore è uno sguardo sulla città di Napoli attraverso la vita di un amministratore di condomini. Le sue giornate trascorrono fra riunioni, incontri e problemi quotidiani di piccola e grande portata. “Sono riuscito ad entrare nelle case delle persone, quelle ricche e quelle povere, in una Napoli ai tempi della crisi, in ogni caso vitale, arrabbiata, esagerata ma sempre sorprendente – dice il regista – Sono contento ed eccitato di vivere, per me e per il mio film, la nuova esperienza del Festival di Roma”.  Nella stessa sezione troviamo altre sette tra produzioni e coproduzioni italiane.  (a.d)

Vincenzo Marra

Vincenzo Marra

Film

PETA contro “Qua la zampa!” Un video diffuso da TMZ diffonde immagini su maltrattamenti

Una vera e propria bufera quella ha travolto il film A Dog’s Purpose  – Qua la zampa! in seguito alla diffusione di un video da […]

TV

Hidden Singer Italia: 23 febbraio su Nove

Dal 23 febbario su Nove, il nuovo show condotto da Federico Russo che celebra 6 star della musica italiana.

TV

Il Collegio: Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

Attendiamo lunedì 23 gennaio, l’ultimo appuntamento con l’innovativo docu-reality di Rai2. Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

TV

Uomini e Donne: scontro tra Sonia Lorenzini e Mario Serpa

Che i due ragazzi non si piacessero molto si già era intuito nel trono precendente. Mentre Sonia sosteneva il rivale di Mario, Francesco,  mentre l’ex […]

TV

Dance, Dance, Dance: fuori gli influencer Chiara Nasti e Roberto De Rosa

Nel Dance off della puntata andata in onda mercoledì sera, Chiara Nasti e Roberto De Rosa hanno sfidato Raniero Monaco di Lapio e Beatrice Olla, uscendone sconfitti.

TV

Amici 16: Sabrina Ferilli non sarà più tra i giudici, Morgan unico nome confermato

Un altro addio nel celebre talent. Dopo quelli di Emma ed Elisa, lascia il programma anche Sabrina Ferilli, presente nella giura di Amici nelle ultime […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag