Dal cinepanettone a Garrone, così finisce in “commedia”

Basta il buon senso della casalinga per capire che la commedia è un investimento più sicuro del dramma. E senza voler ricorrere alla sociologia per […]

Basta il buon senso della casalinga per capire che la commedia è un investimento più sicuro del dramma. E senza voler ricorrere alla sociologia per giustificare il ricorso alla risata come esorcismo alla cupezza di questi tempi, alla crisi, alla sfiducia, alla tristezza della realtà, dalle Giornate professionali di Cinema, conclusesi l’altro giorno a Sorrento, è emersa una verità.

Il cinema italiano non si vota alla commedia, ci s’immerge dentro sino al collo, promettendo per le settimane e i mesi a venire una lunga sfilata di proposte da ridere. E se anche uno “serio” come Matteo Garrone, regista del pluripremiato Gomorra, ha scelto una chiave più leggera vuol dire proprio che la fine del mondo è vicina. Del resto mancano poco più di 12 mesi al “game over” profetizzato dai Maya e il genere “catastrofico” non è vocazione italiana.

Meglio riderci su, dicono i nostri, accendendo ceri ai maestri nobili del genere: Mario Monicelli, Dino Risi, Pietro Germi.

 

Così,  dopo la consegna del “biglietto d’oro” a Checco Zalone, trionfatore della stagione 2010-2011, i produttori, registi, attori riuniti in Penisola, hanno fatto le loro presentazioni.

Imprescindibile il cinepanettone doc, quello firmato Filmauro (Aurelio De Laurentiis), in uscita il 16 dicembre. Titolo “Vacanze a Cortina“, perché come ha precisato il produttore, dopo tante festività esotiche in un momento di crisi economica è sembrato “più adatto” un film girato in Italia. E proprio a Cortina, dove tutto ebbe inizio, nel 1983. protagonista ancora Christian De Sica, che a 60 anni suonati e ben portati, dichiara di non avere alcuna intenzione di smettere col “genere”.

Con lui: Sabrina Ferilli, Ivano Marescotti, Ricky Memphis e Dario Bandiera.

 

Esercenti entusiasti, un po’ per affetto, un po’ per gli incassi che promette, all’anteprima di una decina di minuti del film di Carlo VerdonePosti in piedi in Paradiso“, nelle sale dal 24 febbraio 2012. Il tema è terribilmente serio, le nuove povertà, i padri separati costretti a stentarsi la vita tra alimenti da versare e solitudine. La sfida di Verdone è davvero alla grande – amara commedia italiana. Nel cast: Pierfrancesco Favino, Marco Giallini e una provocante Micaela Ramazzotti.

Lunga la sfilata nel listino di Medusa, con diversi titoli già destinati al successo. Come “Benvenuti al Nord“, in sala dal 24 gennaio. Il film di Luca Miniero, con Claudio Bisio ed Alessandro Siani tenterà di bissare il boom di Benvenuti al Sud, uscito lo scorso inverno.

Curiosità per “Com’è bello far l’amore” in 3D, di Fausto Brizzi con Fabio De Luigi, Claudia Gerini e Filippo Timi, in sala dal 10 febbraio; e ancora un sequel, “Immaturi – il viaggio” di Paolo Genovese con Raoul Bova e poi “Una donna per la vita” di e con Maurizio Casagrande e “Buona Giornata”, di Enrico Vanzina.

Ne abbiamo accennato prima, ci torniamo. La scelta di Matteo Garrone di cambiare chiave dedicandosi alla satira con risvolti pulp di “Big house“. Annunciato per il nuovo anno il film prende di mira i reality show con considerazioni tra il divertito e l’acido sulle conseguenze devastanti che questi spettacoli hanno sulla psiche dei telespettatori. Sempre per 01 distribution, aspettiamo il 6 marzo la commedia di OzpetekMagnifica presenza“; e nel corso dell’anno il nuovo film di Paolo Virzì (ancora senza titolo ufficiale), un’ulteriore commedia Fausto BrizziPazze di me” e il film di Massimilano BrunoW l’Italia“.

E non è nemmeno tutto.

 

 

 

 

Film

PETA contro “Qua la zampa!” Un video diffuso da TMZ diffonde immagini su maltrattamenti

Una vera e propria bufera quella ha travolto il film A Dog’s Purpose  – Qua la zampa! in seguito alla diffusione di un video da […]

TV

Hidden Singer Italia: 23 febbraio su Nove

Dal 23 febbario su Nove, il nuovo show condotto da Federico Russo che celebra 6 star della musica italiana.

TV

Il Collegio: Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

Attendiamo lunedì 23 gennaio, l’ultimo appuntamento con l’innovativo docu-reality di Rai2. Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

TV

Uomini e Donne: scontro tra Sonia Lorenzini e Mario Serpa

Che i due ragazzi non si piacessero molto si già era intuito nel trono precendente. Mentre Sonia sosteneva il rivale di Mario, Francesco,  mentre l’ex […]

TV

Dance, Dance, Dance: fuori gli influencer Chiara Nasti e Roberto De Rosa

Nel Dance off della puntata andata in onda mercoledì sera, Chiara Nasti e Roberto De Rosa hanno sfidato Raniero Monaco di Lapio e Beatrice Olla, uscendone sconfitti.

TV

Amici 16: Sabrina Ferilli non sarà più tra i giudici, Morgan unico nome confermato

Un altro addio nel celebre talent. Dopo quelli di Emma ed Elisa, lascia il programma anche Sabrina Ferilli, presente nella giura di Amici nelle ultime […]

3 commenti su “Dal cinepanettone a Garrone, così finisce in “commedia””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag