Ricette vegetariane: Minestra d’Orzo

Un primo piatto caldo da gustare nelle stagioni più fredde

L’orzo è un cereale originario dell’Asia e la sua pianta è in grado di crescere più o meno a qualsiasi altezza e temperatura, resistendo anche ai periodi di siccità.

In Egitto l’orzo era considerato divino. Nepri, figlio di Renenutet era il suo Dio e il suo corpo veniva rappresentato formato di grano con due spighe sul capo.

orzo

Questo tipo di cereale contiene molte più proteine e meno lipidi degli altri grani. L’orzo è una fonte di minerali e vitamine: al suo interno ci sono il fosforo, magnesio, potassio, ferro, silicio, zinco, vitamina E, vitamina A, vitamina C e le vitamine B1, B2, B3. Tutti i minerali e le vitamine presenti nell’orzo riminalizzano le ossa e stimolano l’attività del cervello.

L’orzo è una fonte di proprietà benefiche già ben note anche al medico greco Ippocrate, diversi anni fa. Egli diceva che “[…] il decotto d’orzo fu prescelto tra le vivande cereali in questi morbi acuti […]. Dissetante e di facile escrezione, non comporta astringenza né brutta agitazione, né gonfia il ventre.”

Il cereale descritto da Ippocrate è infatti indicato in caso di infiammazioni gastro-intestinali ed urinarie perché aiuta a rilassare le pareti dell’intestino e a disinfiammarle. L’assunzione dell’orzo è in grado di regolare il funzionamento dell’intestino, per via delle fibre contenute all’interno del cereale, che è infatti consigliato in caso di stitichezza o di intestino pigro.

L’orzo è un ottimo antisettico, non solo per l’intestino, ma anche per le cavità orali, per gli occhi,  per la pelle e può essere utile ai bambini, agli anziani e ai soggetti che hanno difficoltà di digestione.

L’orzo può essere assunto sottoforma di caffè o preparando una deliziosa minestra, come dimostrato a seguire.

 

Per preparare una minestra d’orzo con carote, zucca, sedano e cipolla per quattro persone procurarsi i seguenti ingredienti:

 

200 gr di orzo perlato

30 gr di burro

2 dl di brodo vegetale caldo

500 gr di zucca

1 carota

1 costola di sedano

1 cipolla

sale qb

pepe qb

timo qb

 

Iniziare a rosolare l’orzo in una padella insieme al burro. Unire poi il brodo vegetale caldo e le verdure (sedano, cipolla, zucca e carota) tagliate a pezzettini.

Dopo che sono stati aggiunti tutti gli ingredienti lasciar cuocere per 45 minuti circa.

A fine cottura salare e pepare in quantità desiderata la minestra e aggiungerci, se si vuole, anche del timo.

La minestra a base di orzo è pronta da gustare, servirla ancora fumante in un piatto.

 

Clicca qui per vedere le altre ricette vegetariane.

 

(v.c.)

minestra-d-orzo

Gossip

Lea Michele ricorda Cory Monteith con una foto inedita su Instagram

Lea Michele ha condiviso un’immagine inedita sul suo profilo Instagram in ricordo del suo collega e fidanzato Cory Monteith, scomparso il 13 luglio 2013 a […]

Gossip

Laura Prepon, la star di Orange is the New Black è incinta

Laura Prepon, 36enne star di Orange is the New Black, è in attesa del suo primo figlio con il fidanzato Ben Foster, l’attore statunitense noto […]

TV

Pilar Fogliati è Emma nella quarta stagione di Un passo dal Cielo

Scopriamo di più su Emma, il personaggio interpretato dalla giovane attrice piemontese nella fiction di Rai1, Un Passo dal Cielo 4.

TV

L’isola dei Famosi: tutti i naufraghi della dodicesima edizione

Il Cast ufficiale della dodicesima edizione confermato attraverso la pagina Facebook del programma.

TV

Uomini e Donne: Giorgio Manetti elimina una corteggiatrice per il look e accende le polemiche

Vogliamo ricordarlo così: ad una delle sfilate del programma, con la camicia da cowboy. Ieri nella puntata andata in onda di Uomini e Donne, Giorgio […]

Gossip

Amici 16: Asia Nuccetelli amore con il cantante Alessio Mininni

Novella 2000 svela una liaison inaspettata: Asia Nuccetelli, l’ex concorrente del Grande Fratello Vip, figlia di Antonella Mosetti e il cantante Alessio Mininni concorrente della […]

Un commento su “Ricette vegetariane: Minestra d’Orzo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag