Venezia. “Da Franchetti a Franchetti”, collezionisti tra antico e moderno. Una mostra

Da Giorgio Franchetti a Giorgio Franchetti Collezionismi alla Ca’ d’Oro di Venezia, 30 maggio – 24 novembre 2013. IUn occasione della 55. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia2013, una mostra a cura di Claudia Cremonini e Flavio Fergonzi

Un nonno e un nipote accomunati dallo stesso nome e dalla stessa, immensa, passione: il collezionismo d’arte. L’uno, Giorgio Franchetti senior – che scelse proprio la Cà d’Oro per contenere e mettere a disposizione di tutti le sue opere, attento collezionista dell’antico riuscì a mettere assieme un tesori straordinario di maestri toscani e centro italiani, veneti e fiamminghi, da Giambono a Mantegna, da Tiziano, Tintoretto, Paris Bordon sino a Guardi, ma anche van Eyck e van Dyck, Paul Brill o Joachim Patinier.

Il nipote Giorgio Franchetti, scomparso nel 2006, collezionò invece le opere della sue epoca: Tano Festa, Cy Twombly, Enrico Castellani, Piero Manzoni, Alighiero Boetti, Gino De Dominicis, Mimmo Rotella, Mario Schifano, Ceroli, Fabro, Luigi Ontani. Fece anche qualche concessione allo storico, ma mai andando oltre Giacomo Balla. Disperse dopo la morte del collezionista, queste opere vengono riunite per la prima volta in una godibilissima mostra posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Malgrado la diversità dei gusti che contraddistinse i due collezionisti tratto comune è “il rapporto intimo e intuitivo con l’opera d’arte, profondamente personale, anticonformista e refrattario alle mode imposte dal mercato”. Il percorso della Cà d’Oro prende avvio dalla corte interna del palazzo, dove riposano le ceneri di Giorgio sr., e prosegue al primo piano con una sezione tutta dedicata al fondatore del Museo, alla sua generosissima donazione della Ca’ d’Oro e della sua collezione allo Stato, nel 1916. Cuore della collezione del barone è la cosiddetta Cappella del Mantegna da lui ideata per accogliere il dolente San Sebastiano.

Ricca la sezione di pittura fiamminga e olandese del Cinque‐Seicento, dove spicca il Ritratto di Marcello Durazzo di Van Dyck, e,  tra i capolavori, ecco la Venere allo specchio di Tiziano e le due Vedute veneziane di Francesco Guardi.

Al secondo piano la sezione, curata da Flavio Fergonzi, dedicata al nipote. Siamo nella Roma degli anni ’60 e ’70. “Senza il sostegno, l’azione e la presenza stessa nel mondo degli ateliers e delle gallerie di questo insolito e geniale collezionista non sarebbe esistita, di fatto, la Scuola romana di Piazza del Popolo”. Cuore di questa parte della mostra sono le opere di grande formato di Twombly Rotella, Boetti e Paolini, oltre a capolavori come La creazione dell’uomo, La grande Odalisca di Tano Festa, Futurismo rivisitato a colori di Mario Schifano. Poi opere di scultura, tra le più significative del periodo, di Pascali, Ceroli, Fabro. Un percorso preceduto dall’esposizione di autori, da Balla a Manzoni, che il Franchetti considerava come precursori del nuovo maturato negli anni Sessanta. www.polomuseale.venezia.beniculturali.it (g.m)

Film

PETA contro “Qua la zampa!” Un video diffuso da TMZ diffonde immagini su maltrattamenti

Una vera e propria bufera quella ha travolto il film A Dog’s Purpose  – Qua la zampa! in seguito alla diffusione di un video da […]

TV

Hidden Singer Italia: 23 febbraio su Nove

Dal 23 febbario su Nove, il nuovo show condotto da Federico Russo che celebra 6 star della musica italiana.

TV

Il Collegio: Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

Attendiamo lunedì 23 gennaio, l’ultimo appuntamento con l’innovativo docu-reality di Rai2. Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

TV

Uomini e Donne: scontro tra Sonia Lorenzini e Mario Serpa

Che i due ragazzi non si piacessero molto si già era intuito nel trono precendente. Mentre Sonia sosteneva il rivale di Mario, Francesco,  mentre l’ex […]

TV

Dance, Dance, Dance: fuori gli influencer Chiara Nasti e Roberto De Rosa

Nel Dance off della puntata andata in onda mercoledì sera, Chiara Nasti e Roberto De Rosa hanno sfidato Raniero Monaco di Lapio e Beatrice Olla, uscendone sconfitti.

TV

Amici 16: Sabrina Ferilli non sarà più tra i giudici, Morgan unico nome confermato

Un altro addio nel celebre talent. Dopo quelli di Emma ed Elisa, lascia il programma anche Sabrina Ferilli, presente nella giura di Amici nelle ultime […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag