Tesoro di Hitler, trovati altri 60 dipinti in casa Gurlitt

Si torna nuovamente a parlare del caso Gurlitt e del cosiddetto Tesoro di Hitler

L’81enne “collezionista” che conservava nel modesto appartemento di Monaco di Baviera oltre 1400 opere d’arte dei più grandi autori del ‘900, conservava preziosi dipinti anche nella sua casa di Salisburgo. Come il portavoce di Gurlitt, Stephan Holzinger ha annunciato, 60 opere sono state esaminate e trovate a Salisburgo ieri. Tra queste ci sarebbero opere di Monet, Renoir e Picasso. E’ chiaro che si sospetti che anche queste siano opere rubate dal padre dell’anziano durante l’epoca hitleriana.  Secondo Gurlitt e i suoi avvocati, i dipinti sono stati sequestrati ingiustamente. (a.d)

TV

Anticipazioni Una Vita: da lunedì 23 a venerdì 27 gennaio 2017

Scopri le trame della soap Una Vita per l’ultima settimana del mese di Gennaio.

TV

Amici 16, Anticipazioni sull’ottava puntata: polemiche tra Lo Strego, Riccardo, Alessio e Andreas

Come svelato dal Ilvicolodellenews, è stata registrata l’ottava puntata di Amici che andrà in onda il prossimo 4 Febbraio. La puntata si è concentrata sulle […]

TV

Anticipazioni Beautiful: da lunedì 23 a sabato 27 gennaio 2017

Tutte le novità sulle puntate di Beautiful in onda questa quarta settimana di gennaio.

TV

Uomini e Donne, Maurizio Costanzo contro Tina Cipollari: “Attacca Gemma per fare teatrino”

Maurizio Costanzo ha espresso il suo parere sull’infinita guerra tra Tina Cipollari  e Gemma Galgani che da diverso tempo domina la scena del trono over […]

TV

Kristen Stewart: “Donald Trump era ossessionato” mi accusava di tradire Robert Pattinson

Kristen Stewart, intervistata dal settimanale Variety, ha ricordato alcuni tweet dell’attuale presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Nel 2012, il magnate cinquettava contro l’attrice, accanendosi […]

Film

PETA contro “Qua la zampa!” Un video diffuso da TMZ diffonde immagini su maltrattamenti

Una vera e propria bufera quella ha travolto il film A Dog’s Purpose  – Qua la zampa! in seguito alla diffusione di un video da […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag