“Pillole di contemporaneo” per la Biennale. Unidici mostre ai Musei Civici di Venezia

MUVE – ConTEMpoRAnEo. Undici mostre proposte dalla Fondazione Musei Civici di Venezia, in occasione della Biennale Internazionale d’Arte

 “Pillole di contemporaneo”, così Gabriella Belli direttrice della Fondazione Musei Civici di Venezia definisce il calendario di mostre ed eventi che i musei cittadini dedicheranno all’arte contemporanea in occasione della 55ma Biennale. Dal Museo Correr alla Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’Pesaro, da Ca’Rezzonico-Museo del Settecento Veneziano al Museo di Storia Naturale fino al Museo del Vetro di Murano e a quello del Merletto nella fascinosa isola di Burano, di scena il confronto con i linguaggi artistici e le visioni dell’oggi in un gioco di contaminazioni col passato nel quale le stesse location diventano parte attiva.

 

MUSEO CORRER

 

Emilio Vedova

Emilio Vedova

L’ala per esposizioni temporanee del museo di piazza San Marco, dal 1 giugno sarà riservata a alla prima antologica italiana di Sir Anthony Caro (1 giugno – 24 ottobre). Il geniale artista britannico (New Malden, Surrey 1924), che con i suoi rivoluzionari assemblaggi è internazionalmente considerato emblema del nuovo e della modernità in scultura, è protagonista di una mostra-omaggio curata da Gary Tinterow che ne ripercorrere la carriera: dall’esordio prettamente figurativo, sotto l’influenza del suo maestro Henry Moore, alla dirompente innovazione avviata negli anni Sessanta (pionieristica l’esibizione alla Whitechapel Gallery nel 1963), fino alle più recenti esperienze. In mostra anche le famose opere in acciaio di grandi dimensioni, come Red Splash del 1966, Garland del 1970 e Cadence (1968/1972) fino all’ultima sua opera: River Song (2011/2012).

Il Museo Correr  ospiterà inoltre Vedova plurimo (18 maggio – 13 ottobre), una mostra promossa con la Fondazione Emilio e Annabianca Vedova, a cura di Germano Celant che solleciterà a rileggere alcune magistrali opere del maestro veneziano dell’informale alla luce della storia artistica della città.

 

PALAZZO FORTUNY

Ad un anno dalla scomparsa, Palazzo Fortuny ospiterà l’inedita mostra Tàpies. Lo sguardo dell’artista (1 giugno – 24 novembre). Il geniale maestro catalano viene omaggiato in un percorso che metterà in luce lo “sguardo” sia come artista sia come collezionista. Le opere, infatti, sono state selezionate tra quelle conservate nell’abitazione privata di Antoni Tàpies : lavori di artisti del XX secolo, come Joan Miró, Pablo Picasso, Kazuo Shiraga, Franz Kline, Jackson Pollock e Jannis Kounellis, accanto a sculture tribali o d’arte orientale e ai dipinti del grande pittore catalano, in una prospettiva intima ed emozionale piuttosto che cronologica. Infine, un tributo all’arte e alla personalità eclettica di Antoni Tàpies sarà reso da alcuni dei maggiori artisti viventi a lui vicini o anch’essi alla ricerca, esattamente come Tàpies, di risposte sul mistero e l’inesplicabile: Perejaume Borrell, Anthony Caro, Lawrence Carroll, Antoni Llena, Marisa Merz, Giuseppe Penone, Kichizaemon Raku, Shiro Tsujimura, Gunther Uecker. Un’esposizione, co-prodotta con la Vervoordt Foundation e realizzata in stretta collaborazione con la famiglia Tàpies – curatori Daniela Ferretti, Natasha Hébert, Toni Tàpies, Axel Vervoordt .

 

Medardo Rosso

Medardo Rosso

GALLERIA INTERNAZIONALE D’ARTE MODERNA DI CA’ PESARO

In occasione di MUVE Contemporaneo, la Galleria sarà oggetto di una complessiva rivisitazione dei percorsi espositivi permanenti, con lo scopo di dar vita a nuovi Colloqui (dal 1 giugno) tra le opere: inediti dialoghi, potenti confronti, recupero di affinità elettive che sono state alla base della grande storia contemporanea di Venezia e nuove sfide interpretative, per un museo che vanta la prima collezione municipale italiana d’arte moderna (inaugurata alla fine dell’Ottocento), con opere, tra gli altri, di Rodin, Kandinsky, Klimt, von Stuck, de Chirico, Boccioni, Casorati, Bonnard, Calder, Moore, ecc. Soprattutto le collezioni di Ca’ Pesaro e la città di Venezia si arricchiranno, Nel segno di Ileana Sonnabend (dal 1 giugno), di opere di grandi protagonisti del Novecento come Andy Warhol, Richard Serra, Jeff Koons, Roy Lichtenstein e in particolare Jasper Johns e Robert Rauschenberg: omaggio permanente – in collaborazione con la Sonnabend Collection di New York e con il supporto scientifico di Antonio Homem e di Nina Sundell – a colei che è forse la più grande scopritrice di talenti artistici della seconda metà del XX secolo accanto a Peggy Guggenheim.

 

CA’ REZZONICO-MUSEO DEL SETTECENTO VENEZIANO

Si muove tra passato e presente A very light art (1 giugno – 24 novembre): esposizione realizzata in collaborazione con l’Università IUAV di Venezia, a cura di Cornelia Lauf da un’idea di Caterina Tognon. Sette artisti – Mario Airò, Stefano Arienti, Cerith Wyn Evans, Flavio Favelli, Luigi Ontani, Gabriel Orozco, Heimo Zobernig – chiamati a padroneggiare lo spazio e i materiali in relazione al luogo storico in cui operano. Al centro della loro attenzione c’è il celebre lampadario realizzato a Murano nel Settecento, rievocato in muve-contemporaneoopere che esprimono il senso della celebrazione, del decoro, della cerimonia; accomunate dalla maestria e dalla finezza esecutiva, dalla capacità di coniugare – siano esse strutture luminose o mobiles – abilità artigianale e creatività.

 

TRA MURANO E BURANO

A Burano, al Museo del Merletto di scena l’artista l’italo-statunitense Flora Viale protagonista della personale Frammenti sacri (18 maggio 2013 – 5 gennaio 2014).

A Murano invece l’avventura imprenditoriale e creativa della Seguso Vetri d’Arte: 1932/1973, viene ricostruita, dal 18 maggio al 29 settembre, grazie alle decennali ricerche del belga Marc Heiremans che ha potuto studiare, per la prima volta, gli archivi dell’azienda e i documenti della famiglia Seguso. Una carrellata di circa 200 lavori, prototipi e in molti casi pezzi unici, approdati anche alle Biennali e Triennali, con i quali ripercorre le vicende della fucina in cui operarono Antonio Seguso, il figlio Archimede e i nipoti: vera e propria “dinastia” della lavorazione del vetro. Sempre negli ambienti del Museo, l’artista polacca Anna Skibska (1 giugno – 1 dicembre) presenterà le sue impercettibili trame di vetro, “ragnatele geometriche” ottenute ricamando la massa incorporea del vetro e giocando tra visibile e invisibile, mentre Eraldo Mauro proporrà la sua installazione Slides, basata sul potere evocativo della percezione del colore e sul sottile filo che lega l’alchimia, il vetro e la diapositiva.

Maurizio Cattelan

Maurizio Cattelan

 

MUSEO DI STORIA NATURALE

Bestiario Contemporaneo” (1 giugno – 24 ottobre) è la proposta espositiva che avrà come inedito palcoscenico il Museo di Storia Naturale di Venezia. Noti artisti italiani della collezione ACACIA – Maurizo Cattelan, Francesco Vezzoli, Paola Pivi, Nico Vascellari e altri – sono chiamati a dialogare con le raccolte permanenti del museo tra mondo animale e vegetale, a cura di Giorgio Verzotti e Gemma De Angelis Testa.

 

www.visitmuve.it ( a cura di ad)

elencomostremuve

TV

Uomini e Donne: l’ex gieffino Alessandro Calabrese corteggia Sonia Lorenzini

Alessandro Calabrese è la prima novità di Uomini e Donne tra i corteggiatori di quest’anno. L’ex gieffino noto per la sua storia d’amore con Lidia […]

Musica

U2 secondo concerto a Roma il 16 Luglio 2017

Live Nation ha il piacere di annunciare una seconda e ultima data degli U2 in Italia. L’attesissimo U2: The Joshua Tree Tour 2017, il tour […]

TV

Il Segreto Anticipazioni: da lunedì 16 a sabato 21 gennaio 2017

Tutte le anticipazioni della soap più amata di Canale 5, Il Segreto, per la terza settimana del mese di Gennaio.

Gossip

Marracash e Gué Pequeno contro Fedez: lite sui social

Botte e risposte al veleno tra due noti rapper nel panorama italiano. L’origine della disputa è stata l’intervista rilasciata al ‘Corriere della sera’ da Marracash […]

TV

Anticipazioni Una Vita: da lunedì 16 a venerdì 20 gennaio 2017

Tutte le trame della soap Una Vita per la terza settimana di Gennaio.

TV

Amici 2016: la coreografia di Lorenzo Tricks Sorice conquista tutti, video

Sulle note del brano degli Excision & Space Laces con Giuseppe Giofrè, Lorenzo Tricks Sorice si è esibito Sabato 14 gennaio conquistando tutti: giuria e pubblico […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag