Perugino, Raffaello e Sassoferrato: un discorso a tre, a Perugia

Perugino e Raffaello. Modelli nobili per Sassoferrato a Perugia. Perugia, Nobile Collegio del Cambio: dal 22 giugno al 20 ottobre 2013. Un’iniziativa del Nobile Collegio presieduto da Vincenzo Ansidei, per la cura scientifica di Francesco Federico Mancini (curatore delle mostre umbre sul Perugino, sul Pinturicchio, e sul Signorelli) e di Antonio Natali, direttore della Galleria degli Uffizi

Raffaello

Raffaello

Tre grandi maestri per la prima volta a diretto confronto nella cornice del Nobile Collegio del Cambio: Perugino, Raffaello e Sassoferrato, un dialogo a tre che si ripropone a distanza di 500 anni.
Per Raffaello si tratta di un ritorno a Perugia attraverso il suo celeberrimo Autoritratto degli Uffizi (dipinto tra il 1504 e il 1506), che sarà collocato nella Sala dell’Udienza del Nobile Collegio, la stessa che con il suo maestro Perugino lo vide all’opera, probabilmente come semplice collaboratore, agli esordi della sua sfolgorante carriera.

Insieme al dipinto di Raffaello giungeranno dagli Uffizi l’autoritratto del suo maestro, il Perugino appunto (opera da alcuni considerata di Raffaello o di Lorenzo di Credi), e quello non meno straordinario di un artista posteriore di un secolo che ai due s’ispirò: Giovan Battista Salvi detto il Sassoferrato. E c’è un quarto autoritratto da ammirare, anch’esso del Perugino, che lo dipinse a fresco sulle pareti del Nobile Collegio, quasi come a firmare con nome e volto un’opera che riteneva tra le sue migliori.

<<Ed è in questi gioco di autoritratti che si esemplifica la nuova consapevolezza degli artisti del Rinascimento. Prima d’allora, il pittore si ritraeva tutt’al più “come di contrabbando, in un racconto sacro”: L’Autoritratto del Perugino al Cambio, inserito tra gli uomini famosi, accompagnato da una epigrafe celebrativa, fa irrompere la nuova certezza di ruolo che gli artisti si sono conquistati rispetto ai loro colleghi di altre arti manuali>>.

La mostra nel proporre il confronto tra le tre opere si presta a diverse letture, è intanto una riflessione sulla bottega del Perugino dalla quale transitò, appena sedicenne, anche Raffaello. Quindi grazie all’autoritratto del Sassoferrato affronta il tema della rivisitazione secentesca dei modi espressivi di Perugino e di Raffaello.

perugino

perugino

Sassoferrato

Sassoferrato

Spiega Francesco Federico Mancini: “Proprio per indagare questo, nella contigua Cappella di San Giovanni, sempre parte del Nobile Collegio, vengono riunite sette opere del pittore marchigiano ispirate ai prototipi dei due maestri rinascimentali. Conservate nella basilica di San Pietro a Perugia le sette opere del Sassoferrato danno la misura dell’impegno messo dall’artista nel riproporre i celebri modelli della tradizione figurativa a cavallo tra Quattrocento e Cinquecento. Ne è limpido esempio il confronto, proposto in mostra, tra due immagini di San Mauro, l’una del Perugino la seconda del marchigiano. Sassoferrato qui mostra di saper dar vita ad uno stile autonomo nel quale confluiscono gli echi delle levigate eleganze peruginesche e raffaellesche e le innovazioni iconografiche e stilistiche derivate dai dettami del Concilio di Trento”.

La mostra rientra in una serie di iniziative promosse dalla Galleria degli Uffizi con il nome di “Città degli Uffizi”. (www.collegiodelcambio.it) (g.m)

TV

L’Isola dei Famosi 2017: Vladimir Luxuria nel ruolo di opinionista

Vladimir Luxuria torna all’Isola dei Famosi dopo essere stata concorrente e vincitrice nel 2008, opinionista e inviata rispettivamente nel 2011 e 2012.

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e la strage dei Mella

Francisca si vendica dei Mella per avergli soffiato la proprietà di Jaral…

Gossip

Amici 16: Riccardo Marcuzzo si è fidanzato con Giulia Pelagatti

Nella scuola di Amici nascono nuovi, giovanissimi amori che fanno breccia nel cuore dei telespettatori: il cantante Riccardo Marcuzzo e la ballerina Giulia Pelagatti confermano […]

Gossip

Brad Pitt e Kate Hudson, un nuovo amore?

I media australiani lanciano una news che infiamma il gossip: Brad Pitt, fresco di divorzio da Angelina Jolie e Kate Hudson, figlia dell’attrice Goldie Hawn, […]

Arte e Cultura

Good Design Award 2017: vince il design Made in Italy

I designer italiani Alessandro Loschiavo e Marco Paiani per Aliantedizioni, vincono il Good Design Award con una serie di tavolini ispirati agli Armillaria Borealis, specie di funghi tipici dei climi freddi.

TV

Un passo dal Cielo 4 anticipazioni prima puntata: stasera 17 gennaio 2017

Parte stasera la quarta stagione della fortunata serie di Rai1, Un Passo dal Cielo. Scopriamo la trama del primo episodio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag