Opere d’arte cercansi, a caro prezzo. Paga il Qatar

Lo scorso febbraio, la vendita per 191, 6 milioni di euro de “I giocatori di carte” di Paul Cezanne destò un giusto scalpore nel mondo. […]

Lo scorso febbraio, la vendita per 191, 6 milioni di euro de “I giocatori di carte” di Paul Cezanne destò un giusto scalpore nel mondo. Acquirente lo sceicco – collezionista Hamad Bin Khalifa al Thani della famiglia reale del Qatar nonché la persona più potente nel mondo dell’arte per la rivista Art Auction e tra i primi dieci collezionisti al mondo per ArtNews. Il dipinto finirà nel nuovo Museo Nazionale del Qatar, bellissima serie di edifici realizzata a Doha dall’architetto vincitore del Pritzker Prize Jean Nouvel e che dal 2013 aprirà i battenti mostrando una raccolta di arte che s’annuncia già rilevantissima. Ma evidentemente non basta. Stando a quanto scritto dall’AFP anticipando uno studio di Artprice che sarà pubblicato a novembre, al fine di arricchire le sue collezioni nazionali, il Qatar è attivamente alla ricerca di opere d’arte moderna e contemporanea, e per questo è pronto a pagare bene, molto bene. Non è nuova la notizia che il piccolo paese sia ormai uno degli attori principali del mercato dell’arte, quello che desta una certa impressione è la strategia messa a punto: fare offerte sempre più alte. Grazie ai considerevoli mezzi finanziari della famiglia reale, il Qatar rilancia sempre tra il 40 e 45% oltre la quotazione stabilita, un modo sicuro per vincere sempre e accaparrarsi l’oggetto del desiderio. E così stando alle anticipazioni dell’agenzia stampa il paese è oggi alla ricerca di opere d’arte stimate oltre i 100.000 euro, soprattutto opere moderne e contemporanee, scarsa è infatti l’attrattiva per l’arte occidentale antica ma vivo l’interesse per la giovane scena artistica araba.

Il Qatar non ha case d’asta, anche se in passato è corsa voce che il paese intendesse acquistare da François Pinault la prestigiosa Christie’s, tuttavia sono numerosi gli esperti internazionali che lavorano alla costruzione della grande raccolta d’arte. Negli ultimi mesi l’interesse è caduto sugli americani Richard Serra, Jeff Koons, Mark Rothko, sull’inglese Damien Hirst, sul giapponese Takashi Murakami e sull’artista americana di estrazione francese Louise Bourgeois, scomparsa nel 2010. Il Qatar sembra aver preso molto sul serio la promozione della cultura e dell’arte. Nel 2008 ha aperto il primo museo di arte islamica, nel 2010 ha aperto il Mathaf, dedicato all’arte moderna araba, nel 2013 vedrà compimento il nuovo Museo Nazionale.  Mezzo secolo fa, il piccolo emirato era costituito da poco più di una manciata di accampamenti beduini disseminati nella sabbia. Ma la scoperta del petrolio prima e, più recentemente, delle riserve di gas naturale, lo hanno trasformato nel paese con il più alto reddito pro capite del mondo e con una popolazione nativa di appena 250mila persone. Con due giganti al confine: Iran e Arabia Saudita, il Qatar ha bisogno di reinventarsi per distinguersi e farsi conoscere al mondo. Grazie al canale televisivo Al Jazeera, alle competizioni sportive d’altro profilo (nel 2022 ci saranno i Mondiali di Calcio) e soprattutto al forte impegno per l’istruzione e la cultura, il piccolo paese prova ad affermare la sua identità. (g.m.)

TV

Anticipazioni Il Segreto 25 marzo 2017: Severo e Francisca nel mirino degli anarchici

Il sergente Longino scopre che la città è sotto attacco, tra i bersagli spuntano i nomi di Severo e Francisca.

TV

Anticipazioni Il Segreto 24 marzo 2017: Gracia si schiera con Dolores e Carmelo si innamora di Mencia

Nuovo doppio appuntamento che vede Gracia prendere le parti di Dolores e Carmelo continuare la sua storia d’amore con Mencia

TV

Uomini e Donne, trono classico: Rosa Perrotta definisce stupidi e volgari i commenti di Désirée

Rosa Perrotta viene intervistata da Chi e risponde alle accuse mosse dalla sua collega di trono

TV

Uomini e Donne: volano accuse sui social tra Sonia Lorenzini e il fratello di Luca Onestini

Sui social è in corso un battibecco molto accesso tra Sonia Lorenzini e il fratello di Luca Onestini, Gianmarco, che ha risposto alle accuse mosse dall’ex tronista.

TV

Anticipazioni Beautiful 24 marzo 2017: nuovo scontro tra Ridge ed Eric

Ridge non riuscendo a far ragionare Eric, decide così di portare avanti il suo piano per allontanare Quinn.

TV

Cherry Season tornerà a giugno per la seconda stagione della serie

Cherry Season sta per tornare e le conferme arrivano direttamente da Emanuele Ruzza, doppiatore di Serkan Cayoglu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag