Mostre. Oltre il sisma: Mantova un anno dopo

Oltre il sisma. Un anno dopo a Mantova. Una mostra ed una serie di eventi per ricordare e guardare al futuro partendo dai beni culturali

Tra il 20 ed il 29 maggio, tra le province di Mantova e Cremona 516 beni immobili tra monumenti, chiese, edifici storici furono danneggiati, molti in maniera seria. Si stima che per riparare e restaurare i “malati più gravi”, 340 occorrano circa 68milioni di euro; un milione e mezzo almeno per gli apparati decorativi e le opere d’arte.

Spett20 e 29 maggio, due terremoti in terre che si credevano al sicuro. Due date che hanno cambiato la storia delle comunità, e colpito duramente il patrimonio culturale di una parte di Emilia Romagna, Lombardia e Veneto. E quando è il patrimonio culturale a rimanere ferito, al lutto per gli uomini si somma la perdita dei simboli dell’identità che in essi trova l’espressione più nobile. All’indomani dei terremoti l’Unità di Crisi di coordinamento regionale del ministero per i Beni e le Attività Culturali (UCCR-MiBAC), ha dato via al rilievo dei danni, ai primi interventi di messa in sicurezza e alla realizzazione dei depositi temporanei di pronto intervento sui beni mobili.

E sono quelle opere il cuore della mostra inaugurata sabato scorso al Palazzo Ducale di Mantova. Per lo più di dipinti su tela o tavola provenienti da chiese danneggiate e messe a deposito nello stesso palazzo e poi quelle portate al del Museo di Suzzara e al Museo di Arte Sacra di Sabbioneta .
Tutte sono state tratte in salvo in condizioni critiche, danneggiate non solo dalle due scosse principali, ma dallo sciame sismico che per oltre un mese s’è protratto, tra nuovi crolli e l’aggravamento dello stato di danno al patrimonio architettonico. (www.mantovaducale.beniculturali.it )

Il 29 maggio altre iniziative. All’Archivio di Stato di Mantova la soprintendenza archivistica per la Lombardia, l’Archivio di Stato di Mantova e l’UCCR MiBAC Lombardia organizzano il convegno “A un anno dal sisma. Gli archivi nel territorio mantovano”. Un bilancio della situazione degli archivi presenti sul territorio mantovano, con
riflessioni sull’emergenza, sul restauro e sulle politiche di messa in sicurezza del patrimonio archivistico. (www.sa-lom.archivi.beniculturali.it ).
Al Museo Archeologico Nazionale di Mantova, inaugurerà la mostra “Oltre il sisma. A un anno dal terremoto: l’archeologia restituita”. In esposizione alcuni degli oggetti “prigionieri del terremoto” che, dopo le operazioni di messa in sicurezza, sono tornati nuovamente accessibili. I reperti verranno esposti definitivamente nelle nuove sale del Museo Archeologico Nazionale di Mantova (www.archeologica.lombardia.beniculturali.it ) (g.m)

mantova-1

Musica

Giò Sada al South by SouthWest di Austin in Texas

Grandi novità in vista per Giò Sada che, dopo un tour ricco di date in Italia e il coast to coast in USA con il […]

TV

Massimo Ceccherini lascia l’Isola dei Famosi, televoto annullato

Complice una settimana molto dura e l’ennesimo litigio con Raz Degan, il comico toscano Massimo Ceccherini ha deciso di lasciare l’Isola dei Famosi, annunciando oggi […]

Moda

Anna Calvi Live For Burberry

Lunedì sera Burberry ha presentato al Makers House di Londra la nuova collezione maschile e femminile ‘February 2017’. Anna Calvi ha accompagnato la sfilata esibendosi […]

Gossip

Uomini e Donne: le accuse di Luca Onestini sul discusso video di Soleil Sorge

Soleil Sorge non ha mai nascosto di aver avuto numerose esperienze televisive e artistiche sia in Italia che all’estero. Ieri oltre alle foto hot diffuse […]

Cucina

Anticipazioni Spagnole Il Segreto: il mistero dietro gli incubi di Beatriz

Un misterioso dramma del passato alimenta gli incubi della giovane Beatriz.

TV

Anticipazioni Americane Beautiful: Quinn racconta “Bill non voleva Wyatt”

La Fuller confessa a Ridge di quando Bill le ordinò di abortire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag