Morto Gurlitt, i segreti del “tesoro di Hitler” sepolti con lui

Cornelius Gurlitt, l’ottantunenne nella cui casa la polizia tedesca ha trovato 1406 capolavori di arte moderna è morto ieri mattina nella sua casa di Schwabing, a Monaco di Baviera, circondato dal suo medico e da un infermiere. Porta nella tomba i segreti di quello che è stato battezzato “tesoro di Hitler”

Nato 28 dicembre 1933 , Cornelius Gurlitt ha portato con sè la maggior parte dei segreti del padre Hildebrand, artefice di quella collezione straordinaria di “arte degenerata” che per 70 anni Cornelius ha custodito nell’ombra, poi i riflettori di tutto il mondo puntati su di lui, dopo lo scoop di Focus nel 3 novembre scorso.

La rivista rivelava che 20 mesi prima nel corso di un controllo di routine della polizia finanziaria, nel suo appartamento erano state scoperte 1.406 opere d’immenso valore. Altre, successivamente erano state trovate a casa di suo fratello a Stoccarda e di nuovo in una seconda casa, su tutte l’ombra della Soah e delle spoliazioni dei beni degli ebrei durante il secondo conflitto mondiale. Oli di Chagall e Matisse e disegni e incisioni e lavori di Renoir , Picasso, Klee, Kokoschka, Daumier, Canaletto, Max Liebermann, Franz Marc, Théodore Rousseau , Delacroix , Rodin , Otto Dix … Dalle prime stime si parlava di un miliardo di euro di valore. Dopo la scoperta Cornelius Gurlitt non è più quasi mai apparso in pubblico, ha concesso un’intervista ad una giornalista dello Spiegel, e si è affidato ad un portavoce per la comunicazione, che ha diffuso la notizia della morte, intervenuta dopo un’operazione al cuore avvenuta diverse settimane fa.
Intanto, la trama della vicenda s’è andata dipanandosi, pur lasciando inalterati i molti punti oscuri. Acclarato che le opere di Cornelius Gurlitt gli provenivano dal padre, già mercante d’arte e direttore di museo scomparso nel 1956. Si è appreso che Hildebrand Gurlitt, dapprima imprigionato, poi liberato dagli Alleati nel 1950, era stato lasciato libero di recuperare le opere della sua (si fa per dire) collezione, scoperta ad Amburgo dagli ormai celebri “monuments men”, per altri capolavori, l’uomo sosteneva che fossero stati distrutti durante il bombardamento di Dresda.

Nel corso delle indagini, esperti e storici dell’arte chiamati dalla Procura di Augusta a fare luce sulla vicenda hanno scoperto che molte delle opere della collezione erano appartenute a  musei nazionali, regionali o comunali e vendute legalmente dal Reich. Classificate come “arte degenerata” dopo il 1938, erano state rimosse per essere bruciate, ma in molti casi erano state cedute. Una seconda parte non trascurabile della collezione era invece stata acquistata dalla famiglia Gurlitt ben prima del 1930, e quindi prima degli anni bui.

Ciò che rimane da questa “sgrassatura” sono comunque circa 600 opere sulle quali rimane inalterato il sospetto sulla provenienza. Intanto da tutto il mondo diverse famiglie ebree si sono fatte avanti per tentare di recuperare quanto venne tolto ai loro parenti, ma devono dimostrare l’avvenuta spoliazione e per farlo hanno meno di un anno. Cornelius Gurlitt, infatti, aveva stretto un accordo col governo tedesco su questo punto. In caso contrario, senza documentazione, il possesso vale come titolo di proprietà. Questo caso ha riacceso il dibattito mondiale sulla restituzione delle opere trafugate durante la guerra e su un quadro giuridico  decisamente lacunoso.

TV

Uomini e Donne: Giorgio Manetti elimina una corteggiatrice per il look e accende le polemiche

Vogliamo ricordarlo così: ad una delle sfilate del programma, con la camicia da cowboy. Ieri nella puntata andata in onda di Uomini e Donne, Giorgio […]

Gossip

Amici 16: Asia Nuccetelli amore con il cantante Alessio Mininni

Novella 2000 svela una liaison inaspettata: Asia Nuccetelli, l’ex concorrente del Grande Fratello Vip, figlia di Antonella Mosetti e il cantante Alessio Mininni concorrente della […]

TV

Uomini e Donne: Sonia Lorenzini elimina Luca Rufini

Nemmeno il tempo di iniziare un percorso con Sonia e termina dopo due puntate la presenza di Luca Rufini come corteggiatore del trono classico. Sonia […]

TV

Anticipazioni Il Segreto: da lunedì 23 a sabato 28 gennaio 2017

Scopriamo le anticipazioni della soap Il Segreto per la quarta settimana del mese di Gennaio.

Musica

Laura Pausini firma i messaggi d’amore dei Baci Perugina per San Valentino

I fan di Laura Pausini e i golosi dei dolci più romantici della Nestlè, potranno festeggiare il connubio prossimo per la festa di San Valentino. […]

TV

Anticipazioni Una Vita: da lunedì 23 a venerdì 27 gennaio 2017

Scopri le trame della soap Una Vita per l’ultima settimana del mese di Gennaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag