Massimo Minini, quarant’anni di contemporaneità

Quarantanni d’artecontemporanea: Massimo Minini 1973–2013, fino al 2 febbraio
alla Triennale di Milano la prima mostra dedicata a vita e “miracoli” del gallerista che ha portato il meglio del contemporaneo in provincia (e oltre)

Nota preliminare: se nutrite solo una qualche curiosità per l’arte contemporanea, e se martedì 3 dicembre vi trovaste nei paraggi di Milano intorno alle 15, meglio ancora se vi trovaste a transitare nei pressi della Triennale, tenete presente che sarà direttamente Massimo Minini a raccontarvi la mostra, a guidarvi lungo un percorso che né più e né meno regala uno spaccato sugli ultimi quarant’anni di storia dell’arte. Artisti dal curriculum chilometrico, opere di levatura museale, monumenti del genio contemporaneo raccontati con la leggerezza dell’intelligenza. Già, perché Minini coltiva un senso dell’ironia non comune. Insolito soprattutto nel mondo dell’arte che conta (che conta anche i profitti, chiaro). Per accedere alla visita guidata occorre prenotarsi (QUI).

 

4x3_minini-visitaAgli altri, ovvero a tutti coloro che martedì non saranno tra i “guidati”, resta sempre il libretto rosso di Minini, ovvero “Pizzini”, il libro di sentenze che il gallerista ha dato alle stampe qualche anno fa. Una serie talvolta dissacrante, sempre lieve, spesso illuminante sull’arte, i ricordi e sugli artisti nei quali s’è imbattuto lungo il cammino. Un libro che in estrema sintesi racconta lo stesso punto di vista che incontriamo in mostra, tra le opere monumentali di Kapoor e di Fabre, le grandi tele della Beecroft, le installazioni di Paolini, opere storiche e site specific e una magnifica sezione di opere fotografiche con una serie di ritratti degli artisti italiani realizzati da fotografi come Mulas, Giacomelli, Catalano, Gorgoni, Mussat Sartor, Cresci.  Si attraversano i concettuali anni ’70 e i decenni dello spaesamento, ai grandi nomi (Boetti, Accardi, Fabro, Paolini, LeWitt, Barry, Graham, Buren) si affiancano, negli anni ‘90 quelli dei giovani artisti destinati a far parlare di sé (Maurizio Cattelan, Ettore Spalletti, Jan Fabre, Didier Vermeiren, Bertrand Lavier, Anish Kapoor, Alberto Garutti, Icaro) e poi la scelta – anche coraggiosa – di non trascurare la ricerca figurativa ( Salvo, Luigi Ontani, Ger Van Elk, Ryan Mendoza, Jiri Dokoupil) e, infine, le mostre degli ultimi anni, quelle avrebbero ben figurato anche in un museo ( Luigi Ghirri, Yona Friedman, Roger Ballen, Nedko Solakov, Haim Steinbach, Peter Halley, Ghada Amer) e ancora i giovani artisti del 2000, alcuni già “grandi” come Tino Sehgal, David Maljkovic, Paul P., Monica Bonvicini, Haris Epaminonda.

 

E a corredo del tutto, una intera sezione dedicata al materiale documentario, tratto da un archivio sterminato capace di svelare molti lati inediti degli artisti che in questi quarant’anni si sono imbattuti in Massimo Minini.  (a.d)

Carla Accardi: Carla Accardi ha una grande forza, come si vede dalla qualità delle opere di ieri e di oggi. Ogni sera da lei c'è un energico aperitivo con gli amici. Si vede che il fascino di Carla è ben irrorato..." (Massimo Minini)

Carla Accardi: Carla Accardi ha una grande forza, come si vede dalla qualità delle opere di ieri e di oggi. Ogni sera da lei c’è un energico aperitivo con gli amici. Si vede che il fascino di Carla è ben irrorato…”
(Massimo Minini)

 

Cucina

Il primo Avocado Bar d’Europa apre ad Amsterdam

Dopo New York, spunta anche in Europa il primo Avocado Bar, dedicato completamente al gustoso frutto verde…

Attualità

Parata di star contro il bullismo: #NonStiamoZitti

Francesco Totti, apre la campagna contro il bullismo del Telefono Azzurro, al grido: #NonStiamoZitti

TV

Anticipazioni Spagnole Una Vita: Maria Luisa grida il suo disprezzo alla madre morta

Maria Luisa testimone dell’ultima crudele confessione di Lourdes, esprime tutto il suo disprezzo di fronte alla bara della madre defunta.

TV

Amici 16: Michele Perniola perde la sfida ma viene ammesso nella scuola di Amici

Michele Perniola è entrato ufficialmente nel cast della sedicesima edizione di Amici di Maria De Filippi. Nonostante abbia perso la sfida con il beniamino del […]

Film

50 Sfumature di nero, Dakota Johnson su Vogue: “L’orgasmo è un dono di Dio”

Vogue US decide di celebrare l’arrivo al cinema di 50 Sfumature di nero regalando la copertina alla sua bellissima protagonista: Dakota Johnson  è di nuovo la […]

TV

Vladimir Luxuria rivela: a L’Isola dei Famosi “Sesso in cambio di un panino”

Vladimir Luxuria, prossima opinionista de L’Isola dei Famosi 2017, racconta di proposte indecenti nella nona edizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag