Lucca, i 500 anni delle mura. Restauri ed eventi

Le mura di Lucca compiono cinquecento anni e si mettono a nuovo, in attesa della festa

Ottobre 1513, all’indomani della caduta di Pisa, riconquistata dai fiorentini, il Consiglio Generale, massima Magistratura della Repubblica di Lucca decide di ammodernare tutto il sistema difensivo della città. La cinta muraria dell’epoca romana non basta più a fronteggiare i nuovi pericoli e allora si dà il via al taglio di tutti gli alberi e all’abbattimento di tutti gli edifici, anche quelli religiosi, che si trovavano sui terreni destinati al percorso delle nuove mura. Passeranno 30 anni ancora per dare via al cantiere vero e proprio, e i lavori dureranno oltre un secolo, ma quell’ottobre del 1513 è considerato, a tutti gli effetti, l’inizio della storia.

Le mura, grandiose e potenti, furono di fatto solo un deterrente ma se da un lato hanno protetto la città dai pericoli esterni, reali o ipotetici che fossero, dall’altro sono servite, a proteggere nel tempo la libertà di Lucca, affinché quella libertà non fosse solo una parola senza significato, ma divenisse un reale valore economico e culturale. Le mura dunque, simbolo di difesa dei valori, lo sono state anche di apertura mentale al mondo esterno perché, dandole la percezione della sicurezza, contribuirono a rendere fiorenti i commerci e con essi le relazioni internazionali.

 02 Spalti sul lato nord-ovest bassa

Oggi l’abbraccio delle mura è per i luccchesi un luogo di socialità: lungo le mura si passeggia, s’incontrano gli amici, si fa jogging, si porta a spasso il cane, è un luogo vivo forse come in nessun’altra città murata del mondo. La storia continua dunque, anche se in maniera diversa, ma è nello spirito di un tempo, quello legato ai valori civici, che nascono gli eventi dedicati a celebrare il mezzo millennio delle mura.

09 Mura Lucca Autunno bassa

I restauri

Il Comune di Lucca ha indicato alcuni luoghi come prioritari e, in questi, i lavori inizieranno inderogabilmente nel corso dell’anno. Significativo il restauro della Casa del Boia, una casa in pietra che intorno al 1825 venne assegnata al boia Tommaso Jona. Un boia che il suo lavoro, a Lucca, non lo fece mai, chiamato in città dopo che il Codice Napoleonico aveva aumentato il carico di sentenze da eseguire, facendo lievitare il costo del ‘noleggio’ di boia e ghigliottina, di cui fino a quel momento la città si era avvalsa, usufruendone, solo all’occorrenza, dalla vicina Pisa. La casa sarà completamente ristrutturata e fornita di ascensore facilitando l’accesso alle mura anche per i disabili. Diventerà luogo d’incontro e di aggregazione culturale centrato sulla Via Francigena e il territorio di Lucca.

Poi ci saranno i lavori all’ex canile delle Mura, nell’antica Casermetta del Baluardo San Salvatore, all’estremità orientale dell’attuale cerchia, che sarà destinato agli amanti dello sport all’aria aperta che frequentano i luoghi. E poi piste ciclabili, riduzione degli asfalti, illuminazioni ecc….

 

Gli eventi

Nel fine settimana che aprirà i festeggiamenti, il 4 ottobre, la chiesa di San Francesco ospiterà un dialogo fra due grandi protagonisti della cultura italiana, Umberto Eco parlerà dell’importanza dei simboli nella costruzione del patrimonio identitario di un popolo e Philippe Daverio del rapporto tra Arte e Religione. Modererà il dibattito Fabio Pammolli, direttore fondatore di Imt Alti Studi Lucca. Il 5 ottobre, la Nuova Compagnia di Canto Popolare darà inizio ad una grande festa, la Notte Bianca delle Mura, una notte attraversata da musiche popolari che faranno ballare la città e da una costellazione di eventi culturali diffusi in ogni angolo del centro storico. Il 5 e 6 ottobre poi si terrà la Cerimonia di apertura delle porte cinquecentesche in cui sono coinvolti gruppi storici che hanno allestimenti e costumi di quel periodo. Duelli, tornei e sbandierate ricreeranno il clima di una città del Cinquecento. L’intero programma si dipanerà lungo i mesi successivi per chiudersi nell’ottobre 2014 con un Convegno internazionale di città murate europee ed extra-europee. (g.m)

 

03 Porta San Donato bassa

 

Film

PETA contro “Qua la zampa!” Un video diffuso da TMZ diffonde immagini su maltrattamenti

Una vera e propria bufera quella ha travolto il film A Dog’s Purpose  – Qua la zampa! in seguito alla diffusione di un video da […]

TV

Hidden Singer Italia: 23 febbraio su Nove

Dal 23 febbario su Nove, il nuovo show condotto da Federico Russo che celebra 6 star della musica italiana.

TV

Il Collegio: Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

Attendiamo lunedì 23 gennaio, l’ultimo appuntamento con l’innovativo docu-reality di Rai2. Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

TV

Uomini e Donne: scontro tra Sonia Lorenzini e Mario Serpa

Che i due ragazzi non si piacessero molto si già era intuito nel trono precendente. Mentre Sonia sosteneva il rivale di Mario, Francesco,  mentre l’ex […]

TV

Dance, Dance, Dance: fuori gli influencer Chiara Nasti e Roberto De Rosa

Nel Dance off della puntata andata in onda mercoledì sera, Chiara Nasti e Roberto De Rosa hanno sfidato Raniero Monaco di Lapio e Beatrice Olla, uscendone sconfitti.

TV

Amici 16: Sabrina Ferilli non sarà più tra i giudici, Morgan unico nome confermato

Un altro addio nel celebre talent. Dopo quelli di Emma ed Elisa, lascia il programma anche Sabrina Ferilli, presente nella giura di Amici nelle ultime […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag