L’appello. Salviamo la Casa Museo di Alda Merini

La Casa Museo di Alda Merini in Via Magolfa 32 a Milano, potrebbe chiudere. Una petizione è on line per evitare l’irreparabile

Barbara Carniti, la figlia della poetessa dei Naviglia, ha lanciato un accorato appello (che riprendiamo dal blog POSTPOPULI) e lanciato una petizione online, affichè questo luogo, che dovrebbe essere sacro per tutti coloro che amano la poesia venga preservato.

Carissimi, come ben saprete, ci troviamo ancora una volta coinvolti in una situazione spiacevole, che ha determinato la chiusura della Casa Museo in Via Magolfa. E’ stata una bruttissima sorpresa, trovarsi tutt’ad un tratto privati di quel luogo, dove ognuno di noi si è ritrovato o avrebbe potuto ritrovarsi per respirare la Poesia della nostra amata Poetessa. Il Comune, a causa di mancato bilancio, non può proseguire il mantenimento della casa della Poesia e chiede la possibilità di individuare uno sponsor (pensiamo ad un’azienda, a più privati che si possano associare, per esempio), che possa prendersi carico delle spese, comprensive di affitto dei locali e personale addetto. Questo gruppo è nato per salvare ilMuro degli Angeli (dove Alda Merini tracciava appunti, pensieri, poesie e disegni) ed è sempre stato coeso nella salvaguardia della parola della Poetessa. Gli amministratori Bartolomeo Di Giovanni, Medea Merini e Cristina Bosè svolgono efficacemente il loro operato, mantenendo viva la partecipazione. In particolare quest’ultima, chiamata simpaticamente da noi tutti “La Portinaia“: ogni mattina apre per tutti noi le porte. Tutti, nessuno escluso, partecipano con poesie, pensieri, condivisioni video… anche solo con un semplice saluto, alla crescita del gruppo. Tutti protagonisti di un grande progetto che speriamo anche in quest’occasione ci porti a raggiungere il traguardo che abbiamo: riaprire le porte della Casa Museo. Bartolomeo, con la sua iniziativa lodevole, “Una piuma per Alda“, sta cercando di raccogliere fondi, ma venerdì prossimo, avremo un incontro (la sottoscritta con le sorelle) per cercare di proporre una soluzione. Noi saremo solo un tramite, niente di più. Il lavoro più impegnativo, come nella precedente occasione, sarà svolto dall’intero gruppo: ognuno per quel che potrà e per come potrà. Ogni consiglio, suggerimento e azione partecipata sarà bene accetta. Come è sempre stato nostro costume, saremo lontani da retorica e polemica. Serve concretezza e questa sarà la nostra parola d’ordine. Ancora una volta. Grazie a tutti e a ciascuno. Per quanto fatto e per quanto ancora faremo. INSIEME.”

 

Qui si può firmare la petizione

Riapriamo la Casa Museo di Alda Merini

Cucina

Il primo Avocado Bar d’Europa apre ad Amsterdam

Dopo New York, spunta anche in Europa il primo Avocado Bar, dedicato completamente al gustoso frutto verde…

Attualità

Parata di star contro il bullismo: #NonStiamoZitti

Francesco Totti, apre la campagna contro il bullismo del Telefono Azzurro, al grido: #NonStiamoZitti

TV

Anticipazioni Spagnole Una Vita: Maria Luisa grida il suo disprezzo alla madre morta

Maria Luisa testimone dell’ultima crudele confessione di Lourdes, esprime tutto il suo disprezzo di fronte alla bara della madre defunta.

TV

Amici 16: Michele Perniola perde la sfida ma viene ammesso nella scuola di Amici

Michele Perniola è entrato ufficialmente nel cast della sedicesima edizione di Amici di Maria De Filippi. Nonostante abbia perso la sfida con il beniamino del […]

Film

50 Sfumature di nero, Dakota Johnson su Vogue: “L’orgasmo è un dono di Dio”

Vogue US decide di celebrare l’arrivo al cinema di 50 Sfumature di nero regalando la copertina alla sua bellissima protagonista: Dakota Johnson  è di nuovo la […]

TV

Vladimir Luxuria rivela: a L’Isola dei Famosi “Sesso in cambio di un panino”

Vladimir Luxuria, prossima opinionista de L’Isola dei Famosi 2017, racconta di proposte indecenti nella nona edizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag