Il David va all’Expo, testimonial e augurio di un rinascimento sperato

Il David di Michelangelo sarà il simbolo del Padiglione Italia all’Expo 2015, ieri l’annuncio da parte di Diana Bracco, presidente di Expo 2015 Spa e commissario del padiglione

E con la firma di un protocollo di intesa con la Regione Toscana siglato a Firenze s’è stabilito che una copia del capolavoro michelangiolesco sarà collocata nella grande Piazza del David_von_MichelangeloPadiglione Italia: “Vogliamo contribuire al rilancio del paese“, ha affermato Bracco, secondo cui in questo senso il David ha “un valore emblematico“. Le fa eco la soprintendente al polo museale fiorentino (custode del David), Cristina Acidini: “Felice che sia stato prescelto il David di Michelangelo, eroe biblico simbolo della città di Firenze, come immagine d’apertura del padiglione italiano all’Expo 2015 di Milano, confermo la disponibilità della Soprintendenza per il Polo Museale Fiorentino a affiancare gli organizzatori“.

 

Scelta delicata, carica di valori simbolici ma delicata. Il gigante di marmo, la cui immagine è stata nel tempo variamente abusata, è sempre al limite del kitsch, colpa sua… e di Michelangelo che con lui realizzò un miracolo.

 

La storia è nota. Dopo aver tolto il fiato a tutta la corte papale con La Pietà, il giovane Michelangelo torna a Firenze trovandosi immerso – per scelta – nel pieno fermento della Repubblica. I Medici sono stati cacciati e, conclusa anche la cupa parentesi di Savonarola, nel ruolo di gonfaloniere troviamo Pier Soderini. Non un politico eccelso ma un uomo certo di qualche buon senso se affidò a Niccolò Machiavelli il segretariato della seconda Cancelleria della Repubblica e commissionò ai più grandi artisti del tempo un cospicuo numero di opere. E’ il 1501 al ventiseienne Michelangelo viene affidato un blocco di marmo di Carrara troppo lungo e stretto e già mezzo sbozzato per ricavarne un Davide. E’ inizialmente una commissione religiosa, destinata ad uno degli sproni della cattedrale, ma poi viene presa in carico dal Governo della Repubblica perchè niente come la figura di Davide, un giovane uomo ispirato da Dio e dal coraggio a combattere contro il gigante Golia, avrebbe potuto rappresentare il buon governo e la difesa della patria. Michelangelo accetta la sfida, realizza i suoi schizzi, i modelli in cera e nel 1502 prende materialmente a scolpire l’opera. 18 mesi dopo tornerà a stupire il mondo. Nel 1504 fu deciso di riunire una commissione, di cui faceva parte anche Leonardo da Vinci, per decidere dove collocare il David, l’8 settembre dello stesso anno lo posizionano davanti al Palazzo della Signoria, dove rimase fino al luglio del 1873. Da allora il Davide è nelle Gallerie dell’Accademia, mentre in piazza della Signoria troneggia un modello.

Compiendo un capolavoro straordinario di equilibrio, andando a sfruttare al meglio il poco marmo disponibile (tant’è che la scultura è magnificamente imperfetta: troppo magra e le proporzioni non sono impeccabili) Michelangelo coglie il giovane nel momento appena prima l’uccisione di Golia. La tensione dei muscoli non è ancora al massimo, la mano destra tiene il sasso con forza tranquilla ma non con violenza mentre nelle vene il sangue sembra pulsare già veloce; solo il gesto di poggiare la fionda sulla spalla ci rimanda a una qualche rilassatezza ma i nervi del collo e lo sguardo intenso suggeriscono che Davide sta ora studiando il nemico, lo ha nella mira, ora il predatore è lui. Di lì a poco la fionda scoccherà il micidiale proiettile di pietra.  Simbolo del piccolo che sa di lottare per il giusto, augurio per un’Italia mai così smarrita. (g.m)

 

 

TV

Anticipazioni Amici 16: la quinta puntata stasera, sabato 22 aprile 2017

Nella nuova puntata del talent tornerà Emma come coach della squadra bianca, ci saranno tanti colpi di scena e grandi ospiti

TV

Anticipazioni Il Segreto: il piano di Camila e Beatriz fallisce a causa di un imprevisto

Il rientro inaspettato di Hernando bloccherà la partenza delle due donne

TV

Anticipazioni Uomini e Donne, trono over: la vacanza di Gemma e Marco

Le anticipazioni ci svelano tutti i dettagli del viaggio della dama e del suo cavaliere

TV

Anticipazioni Una Vita 21 aprile 2017: Fabiana racconta a Teresa del suo passato

La cameriera confida a Teresa particolari riguardanti il suo passato e la dolorosa perdita di sua figlia Anita.

TV

Anticipazioni Beautiful 21 aprile 2017: Ridge e Steffy nascondono un segreto

Eric ha dato a Quinn il controllo dei suoi beni, Ridge e Steffy chiedono a Carter di non riferirlo alla Fuller.

TV

Morgan ospite speciale a Ballando con le stelle

Il cantante, dopo aver abbandonato Amici, sabato sera sarà l’ospite speciale di Milly Carlucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag