Grandi mostre, le gemme impressioniste della National Gallery di Washington a Roma

Gemme dell’Impressionismo. Dipinti della National Gallery of Art di Washington. Da Monet a Renoir da van Gogh a Bonnard. All’Ara Pacis dal 23 ottobre al 23 febbraio

E’ questa l’unica tappa europea per i capolavori della collezione impressionista e post impressionista della National Gallery of Art di Washington. La mostra, curata da Mary Morton, responsabile del Dipartimento Pittura Francese della National Gallery con il coordinamento tecnico-scientifico per la Sovrintendenza Capitolina di Federica Pirani avviene nell’ambito del programma di scambio internazionale che porterà lo straordinario Galata capitolino negli Stati Uniti.

Si tratta di una mostra dedicata all’amore per l’arte, una sfilata di gemme, come giustamente recita il titolo, dove i capolavori del movimento artistico più apprezzato dagli abitanti di questo secolo oltre a raccontare se stessi, raccontano sottotraccia la passione collezionistica di un uomo, di una famiglia: Andrew W. Mellon, artefice di quella che sarà la prima galleria d’arte statale degli States.

Ci ‘ritroviamo’ pienamente nell’Impressionismo perché è l’ultima corrente artistica che continua a rassicurarci, a farci stare bene, a darci quel conforto dell’anima di cui abbiamo bisogno”, scrive Renato Miracco nel saggio di catalogo. Lucida sintesi di una stagione che può fare anche a meno delle spiegazioni, nonostante abbia cambiato per sempre il modo di produrre arte. 68 dipinti, per un percorso che comincia con Boudin – maestro di Monet e precursore degli impressionisti – per attraversare i vari Manet, Renoir, Degas, Monet, Cezanne, Sisley, Morisot e approdare ai post impressionisti: da Seraut a Gauguin all’imprescindibile van Gogh. Sono loro, ma non solo i protagonisti della mostra.

 

L’altro nome che emerge è quello, già fatto di Andrew Mellon. L’idea di una Galleria Nazionale d’Arte Americana (NGA) era maturata nella sua mente sin dal 1927-1928. Già importante compratore sul mercato dell’arte antica intorno al 1925, Mellon iniziò a selezionare gli acquisti cercando di costituire un corpus di dipinti che potesse rappresentare il meglio dell’arte europea dal medioevo al XVIII secolo. Come racconta Miracco: “La grande opportunità avvenne tra il 1930 e il 1931, quando Andrew Mellon riuscì ad acquisire, in gran segreto, una serie di capolavori dell’Ermitage, messi in vendita da Stalin, per acquistare trattori. Per sei milioni e cinquecentomila dollari Mellon comprò ventuno dipinti tra cui Raffaello, Tiziano, Botticelli, e cinque Rembrandt; l’intera operazione fu da alcuni definita come il più grande cambio di proprietà nella storia del collezionismo dai tempi di Napoleone I!

Fu poi uno scambio di lettere con il Presidente degli Stati Uniti Franklin D. Roosevelt a dare il via, nel dicembre 1936, all’affascinante storia della National Gallery of Art di Washington. Mellon scriveva al Presidente per offrire la sua straordinaria collezione d’arte allo stato americano e, dopo soli quattro giorni, Roosevelt rispondeva dichiarandosi felice per l’eccezionale proposta. L’anno successivo cominciarono i lavori e, nonostante la morte di Mellon nello stesso anno, proseguirono ininterrottamente fino all’inaugurazione nel 1941.

Da allora la collezione originaria fu ampliata da altre donazioni private e dall’opera dei due figli di Mellon: Ailsa Mellon Bruce (1901-1969) e Paul Mellon (1907-1999), entrambi ferventi ammiratori degli impressionisti.

www.arapacis.it  www.museiincomuneroma.it

(a.d)

 

 

 

Gossip

Uomini e Donne: Federico Gregucci regala una fedina a Clarissa Marchese

Da quando sono usciti dal programma di Maria De Filippi, subito dopo la scelta, sono inseparabili. Stiamo parlando dell’ex tronista Clarissa Marchese e di Federico […]

Gossip

Maddalena Corvaglia annuncia la separazione da Stef Burns

Maddalena Corvaglia e Stef Burns si sono lasciati. Ad annunciarlo, su Instagram è proprio lei, con un lungo e amaro post che mette la parola […]

TV

Amici 16: Alex Braga accusa Lo Strego di arroganza

Nel daytime di Amici, sotto accusa Nicolas Burioni, in arte Lo Strego, dal professore di canto Alex Braga. Mentre per Giada e Elisa si lancia […]

TV

la neomelodica Nancy Coppola tra i naufraghi de L’Isola dei Famosi 12

Annunciato il nuovo concorrente de L’Isola dei Famosi 12 che sostituirà le Marchi, si tratta della neomelodica Nancy Coppola.

TV

Uomini e Donne: Luca Onestini e Manuel Vallicella divisi per Carmen

Nelle prime puntate del trono classico, emerge già una corteggiatrice ambita da entrambi i tronisti: Carmen Rimauro, 20 anni, napoletana, iscritta al terzo anno della […]

TV

Anticipazioni Un passo dal Cielo 4: stasera 19 gennaio 2017

Secondo appuntamento con la fiction Un Passo dal Cielo, stasera su Rai1. Scopriamo le anticipazioni della puntata del giorno.

Un commento su “Grandi mostre, le gemme impressioniste della National Gallery di Washington a Roma”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag