Grandi mostre: Etruschi alla conquista di Parigi

Etruschi, un inno alla vita. Dal 18 settembre al 9 febbraio 2014 al museo Maillol di Parigi. Una mostra – inedita – curata da Anna Maria Moretti Sgubini, già soprintendente per i Beni Archeologici dell’Etruria meridionale e Francesca Boitani, già direttore del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia

Gioiosi e pacifici, gli Etruschi, popolo di marinai e mercanti, apertissimi agli scambi, ai “rapporti internazionali”, forse originari dell’Oriente  e comunque ancora avvolti nel mistero di una lingua ermetica, sortiscono sui contemporanei un immenso fascino. Certo per molti sono giusto il popolo delle necropoli, dunque il loro grande merito sarebbe quello d’essere morti, in realtà prima di Roma, gli Etruschi svolsero nel Mediterraneo un ruolo centrale. Centrale, come la posizione geografica dell’Italia in quel bacino che è stato la culla della civiltà.

stauina-etruscaL’esposizione è organizzata dal musée Maillol sotto l’alto patronato del ministero per i Beni e le Attività Culturali con la partecipazione d’importanti musei italiani e non, come i musei di Villa Giulia a Roma; dei Musei Vaticani; dei Musei Capitolini; del Museo Archeologico di Firenze; del British Museum; della Bibliothèque nationale de France; del Martin von Wagner Museum di Würzburg; delle Staatliche Antikensammlungen e Glyptothek di Monaco.

 

 

Lo scopo è un’esplorazione del quotidiano degli Etruschi in un racconto in 250 opere che affronta la straordinaria avventura che tra il IX e il II secolo a. C. li vide protagonisti nella penisola . Soprattutto la mostra vuole andare al di là dell’immagine degli Etruschi come popolo ossessionato dal culto dei morti, componente pur fondamentale della loro cultura, fortemente accentuata dalla scoperta delle numerose tombe che, soprattutto durante l’Ottocento, furono la prima fonte degli archeologi. E così si tende erroneamente a separarli dal mondo dei vivi.

Ma esplorando le grandi città della confederazione, è nella vita quotidiana che ci s’imbatte, nelle consuetudini dei cittadini di Veio, Cerveteri, Tarquinia, Orvieto. Nei riti della loro la religione, nella scrittura, le armi, lo sport, la pittura, la scultura, l’oreficeria, i bronzi e le ceramiche. E poi nella caratteristica architettura, che ben lontana dai canoni classici era ornata da fastose decorazioni messe in risalto dai colori vivacissimi. Ma come la mostra ben racconterà, anche gli Etruchi partirono dalle capanne (siamo nel IX secolo avanti Cristo) per approdare alle raffinate e sontuose dimore patrizie delle città-stato durante l’apogeo del VII e VI secolo a. C.

Oggetti, opere d’arte, frammenti architettonici per un racconto che ripercorre la lunga storia dell’Etruria antica, dalle origini delle città all’incontro con le civiltà del Mediterraneo e alla nascita della scrittura: gioielli raffinati in oro e argento che appartennero agli aristocratici – fermagli, orecchini, spille, collane arricchite da pietre e ambra –; vasi di bronzo riccamente decorati destinati, con le ceramiche dipinte, ai banchetti dei personaggi più eminenti; figure mitologiche che ornavano i templi; impressionanti rappresentazioni degli antenati, come quelle del palazzo dei principi di Murlo, o monumenti funebri – fastosi tanto all’interno quanto all’esterno –  e poi i capolavori dei maestri coroplasti della scuola di Veio (gli straodinari artigiani delle statuine di terracotta), produzioni multiple dei laboratori di Cerveteri, testimonianze straordinarie della pittura di Tarquinia, impressionanti sculture in pietra di Vulci, terrecotte dei templi di Orvieto, espressioni artistiche di Chiusi, Populonia, Perugia, Volterra.

Seguono inevitabilmente gli anni del declino, la conquista dei territori da parte dei Romani, l’annientamento. La mostra in definitiva è la commemorazione della sparizione di un popolo che non solo ha lasciato un appassionante patrimonio culturale ma che ha avuto un’immensa influenza su Roma, e dunque, sull’intera cultura occidentale. www.museemaillol.com (a.d)

ceramica-etrusca

Film

PETA contro “Qua la zampa!” Un video diffuso da TMZ diffonde immagini su maltrattamenti

Una vera e propria bufera quella ha travolto il film A Dog’s Purpose  – Qua la zampa! in seguito alla diffusione di un video da […]

TV

Hidden Singer Italia: 23 febbraio su Nove

Dal 23 febbario su Nove, il nuovo show condotto da Federico Russo che celebra 6 star della musica italiana.

TV

Il Collegio: Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

Attendiamo lunedì 23 gennaio, l’ultimo appuntamento con l’innovativo docu-reality di Rai2. Chi sarà ammesso all’esame di terza media del 1960?

TV

Uomini e Donne: scontro tra Sonia Lorenzini e Mario Serpa

Che i due ragazzi non si piacessero molto si già era intuito nel trono precendente. Mentre Sonia sosteneva il rivale di Mario, Francesco,  mentre l’ex […]

TV

Dance, Dance, Dance: fuori gli influencer Chiara Nasti e Roberto De Rosa

Nel Dance off della puntata andata in onda mercoledì sera, Chiara Nasti e Roberto De Rosa hanno sfidato Raniero Monaco di Lapio e Beatrice Olla, uscendone sconfitti.

TV

Amici 16: Sabrina Ferilli non sarà più tra i giudici, Morgan unico nome confermato

Un altro addio nel celebre talent. Dopo quelli di Emma ed Elisa, lascia il programma anche Sabrina Ferilli, presente nella giura di Amici nelle ultime […]

Un commento su “Grandi mostre: Etruschi alla conquista di Parigi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag