Futurismo, la prima volta a New York

Il Futurismo italiano protagonista del 2014 a New York. Dal 21 febbraio al primo settembre la mostra curata da Vivien Greene al Solomon Gueggenheim, Italian Futurism, 1909-1944: Reconstructing the Universe, ripercorre la breve quanto intesa stagione dell’unica avanguardia italiana che abbia connotato il ‘900

Della mostra le informazioni che giungono sono ancora quelle essenziali: circa 400 opere prevalentemente in arrivo da musei e collezioni italiane (dal Museo del Novecento alla Collezione Peggy Guggenheim al Mart) disposte in ordine cronologico a partire da quel manifesto futurista che Marinetti pubblicò nel 1909 su Le Figaro per giungere alla scomparsa del movimento, ovvero alla fine della Seconda Guerra Mondiale, quando obbligatoriamente non poteva più esserci più spazio per chi sosteneva che non vi fosse “più bellezza se non nella lotta. Nessuna opera che non abbia un carattere aggressivo può essere un capolavoro … Noi vogliamo glorificare la guerra – sola igiene del mondo – il militarismo, il patriottismo, il gesto distruttore dei libertari, le belle idee per cui si muore …”. Per idee tutt’altro che belle erano morti milioni di innocenti, era il caso mettere l’ardore Futurista in naftalina.

Ma nel Futursmo c’era anche altro, come le grandi rivalutazioni di anni vicini hanno sottolineato, c’era ad esempio, l’apertura alla coesistenza di tutti i linguaggi, da quelli tradizionali come la pittura e la scultura, alle sperimentazioni del cinema d’artista, della fotografia, della performance, dei materiali insoliti. Una visione senza barriere precostituite che la contemporaneità ha fatto propria e che la mostra del Guggenheim sottolineerà opportunamente. (a.d)

Gossip

Michele Bravi: “Mi sono innamorato, di un ragazzo” La canzone a Sanremo dedicata alla sua storia d’amore

Il giovane cantante umbro, vincitore di X Factor 2013, Michele Bravi, ha scelto di raccontare il suo amore per un altro ragazzo a Vanity Fair, […]

Cucina

Il primo Avocado Bar d’Europa apre ad Amsterdam

Dopo New York, spunta anche in Europa il primo Avocado Bar, dedicato completamente al gustoso frutto verde…

Attualità

Parata di star contro il bullismo: #NonStiamoZitti

Francesco Totti, apre la campagna contro il bullismo del Telefono Azzurro, al grido: #NonStiamoZitti

TV

Anticipazioni Spagnole Una Vita: Maria Luisa grida il suo disprezzo alla madre morta

Maria Luisa testimone dell’ultima crudele confessione di Lourdes, esprime tutto il suo disprezzo di fronte alla bara della madre defunta.

TV

Amici 16: Michele Perniola perde la sfida ma viene ammesso nella scuola di Amici

Michele Perniola è entrato ufficialmente nel cast della sedicesima edizione di Amici di Maria De Filippi. Nonostante abbia perso la sfida con il beniamino del […]

Film

50 Sfumature di nero, Dakota Johnson su Vogue: “L’orgasmo è un dono di Dio”

Vogue US decide di celebrare l’arrivo al cinema di 50 Sfumature di nero regalando la copertina alla sua bellissima protagonista: Dakota Johnson  è di nuovo la […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag