Fare gli Italiani 2: la mostra alle Officine Grandi Riparazioni di Torino

Un imponente allestimento multimediale che, su una superficie di 10.000 mq, segue le tappe fondamentali della storia dell’Italia unita, fino al 4 novembre a Torino.

Dopo il successo di Fare gli italiani,  riapre la “seconda” edizione dell mostra presso le .Officine Grandi Riparazioni. Teatro della riapertura la struttura industriale delle Officine Grandi Riparazioni, rinate a nuova vita in occasione delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia e divenute in brevissimo tempo un importante polo della cultura grazie all’avvicendarsi di mostre, dibattiti, spettacoli, concerti, proiezioni. L’idea di un nuovo inizio per Fare gli italiani è stata determinata anche dallo straordinario afflusso di pubblico – oltre 500 mila visitatori in nove mesi di apertura – e dalle richieste di prolungare l’esperienza.

Attraverso una pluralità di strumenti, narrazioni e linguaggi, oltre che con il supporto di filmati interattivi e di sorprendenti busti parlanti, che riproducono la fisionomia del nostri eroi risorgimentali, torneremo a confrontarci con la lettura della storia d’Italia fornita dai curatori della mostra, Walter Barberis e Giovanni De Luna, con l’immaginifico allestimento realizzato da Paolo Rosa, direttore artistico e da Studio Azzurro: un percorso segnato dalla progressiva integrazione di spazi e realtà inizialmente separati e conflittuali, che attraverso prove lunghe e difficili hanno saputo trovare finalmente una sintesi, nonostante le persistenti contraddizioni e tendenze alla separazione e alla disgregazione.

 

La nuova sezione della mostra – dal titolo La Forza dell’unità – il cui progetto di allestimento è di Carlo Pession e Riccardo Mazza – è uno strumento di approfondimento in più, che consente di osservare con sguardo complessivo, la trasformazione di un Paese considerato un tempo quale semplice “espressione geografica”, in una realtà politica ed economica importante, riconosciuta e dotata di un’identità unitaria forte. Una prima area focalizza l’attenzione sugli Stati preunitari, con la citazione significativi degli anni che vanno dal 1815 al 1861 e una serie di dati statistici-quantitativi in grado di tracciarne un profilo storico.

Un secondo spazio vuole mostrare il passaggio da un’Italia divisa e multicentrica a un’Italia unita ed economicamente forte, ai primi posti tra le potenze industriali. Il processo di crescita avvenuto tra il 1861 e il 2011 viene analizzato lungo quattro assi cronologici, che sviluppano altrettanti temi: l’economia, la partecipazione politica, la vita quotidiana e la cultura.

 

TV

Uomini e Donne: l’ex gieffino Alessandro Calabrese corteggia Sonia Lorenzini

Alessandro Calabrese è la prima novità di Uomini e Donne tra i corteggiatori di quest’anno. L’ex gieffino noto per la sua storia d’amore con Lidia […]

Musica

U2 secondo concerto a Roma il 16 Luglio 2017

Live Nation ha il piacere di annunciare una seconda e ultima data degli U2 in Italia. L’attesissimo U2: The Joshua Tree Tour 2017, il tour […]

TV

Il Segreto Anticipazioni: da lunedì 16 a sabato 21 gennaio 2017

Tutte le anticipazioni della soap più amata di Canale 5, Il Segreto, per la terza settimana del mese di Gennaio.

Gossip

Marracash e Gué Pequeno contro Fedez: lite sui social

Botte e risposte al veleno tra due noti rapper nel panorama italiano. L’origine della disputa è stata l’intervista rilasciata al ‘Corriere della sera’ da Marracash […]

TV

Anticipazioni Una Vita: da lunedì 16 a venerdì 20 gennaio 2017

Tutte le trame della soap Una Vita per la terza settimana di Gennaio.

TV

Amici 2016: la coreografia di Lorenzo Tricks Sorice conquista tutti, video

Sulle note del brano degli Excision & Space Laces con Giuseppe Giofrè, Lorenzo Tricks Sorice si è esibito Sabato 14 gennaio conquistando tutti: giuria e pubblico […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag