Libri. Fai bei sogni piace. Gramellini in vetta alla classifica | Recensione

Primo nella classifica dei libri più venduti con oltre trentamila copie, l’ultimo lavoro di Massimo Granellini evidentemente piace e appassiona i lettori.   Si legge […]

Primo nella classifica dei libri più venduti con oltre trentamila copie, l’ultimo lavoro di Massimo Granellini evidentemente piace e appassiona i lettori.

 

Si legge tutto d’un fiato, in due ore e mezza. “Fai bei sogni”, il nuovo libro del vice direttore del quotidiano “La Stampa” di Torino Massimo Gramellini, si annuncia, in copertina, come un romanzo. Ma in realtà bastano poche pagine per capire che è praticamente un’autobiografia. Come? Ancora un’autobiografia di un giornalista famoso? In questi ultimi anni ne sono uscite parecchie, la gran parte accomunate da una scaletta simile: i momenti che hanno segnato l’ultimo mezzo secolo, in Italia e nel resto del mondo, ricostruiti da queste firme attraverso gli articoli scritti a caldo e una serie di analisi a freddo.

L’autore del “Buongiorno”, l’imperdibile rubrica che ogni giorno arricchisce la “prima” della “Stampa”, ha invece scelto una strada completamente diversa. Niente ripresa di pezzi, niente commenti dei fatti più eclatanti. Quelli li ha lasciati a precedenti volumi, in cui ha raccolto il meglio proprio dei suoi “Buongiorno”. In “Fai bei sogni”, invece, prende forma un Gramellini “privato”. Emerge la storia della sua vita: il rapporto con il padre (che sul letto di morte gli confida di non aver mai capito niente di lui, ma di avergli voluto bene “sulla fiducia”), l’amore per il Toro e le sue vicende sentimentali con la sarda Emma che assomiglia un po’ alla Raimonda innamorata della Corsica di “I migliori derby della nostra vita”: entrambe lasciano lo scrittore quando il precedente fidanzato offre loro casa, matrimonio e figli. Come avevano sempre sperato.

Ma centrale è soprattutto il dramma che ha ferito la giovinezza di Gramellini: la scomparsa della madre. Lui aveva appena nove anni. E solo in età adulta scopre qualcosa che nessuno aveva avuto il coraggio di rivelargli: “Sarebbe ora – gli butta lì la deus ex machina del racconto – che qualcuno ti dicesse la verità”. Diciamo anche noi la verità: alla prima lettura ci si chiede se era davvero il caso di rendere pubblico un dolore così personale. Poi, riprendendo in mano il libro a distanza di qualche giorno, si capisce che averlo messo nero su bianco, oltre a regalarci duecento pagine di altissima scrittura, è anche un modo per dare una mano a tutti coloro che lottano ancora contro il fantasma di Belfagor (così Gramellini chiama le sue paure). Una battaglia che si può vincere. (Marco Fornara)

Musica

Giò Sada al South by SouthWest di Austin in Texas

Grandi novità in vista per Giò Sada che, dopo un tour ricco di date in Italia e il coast to coast in USA con il […]

TV

Massimo Ceccherini lascia l’Isola dei Famosi, televoto annullato

Complice una settimana molto dura e l’ennesimo litigio con Raz Degan, il comico toscano Massimo Ceccherini ha deciso di lasciare l’Isola dei Famosi, annunciando oggi […]

Moda

Anna Calvi Live For Burberry

Lunedì sera Burberry ha presentato al Makers House di Londra la nuova collezione maschile e femminile ‘February 2017’. Anna Calvi ha accompagnato la sfilata esibendosi […]

Gossip

Uomini e Donne: le accuse di Luca Onestini sul discusso video di Soleil Sorge

Soleil Sorge non ha mai nascosto di aver avuto numerose esperienze televisive e artistiche sia in Italia che all’estero. Ieri oltre alle foto hot diffuse […]

Cucina

Anticipazioni Spagnole Il Segreto: il mistero dietro gli incubi di Beatriz

Un misterioso dramma del passato alimenta gli incubi della giovane Beatriz.

TV

Anticipazioni Americane Beautiful: Quinn racconta “Bill non voleva Wyatt”

La Fuller confessa a Ridge di quando Bill le ordinò di abortire…

2 commenti su “Libri. Fai bei sogni piace. Gramellini in vetta alla classifica | Recensione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag