Mostre imperdibili: Enrico Baj, un omaggio di Milano

A dieci anni dalla scomparsa, Milano dedica una mostra a Enrico Baj alla Fondazione Arnaldo Pomodoro dal 25 settembre al 20 dicembre. “Bambini, ultracorpi & altre storie” il titolo dell’esposizione curata da Flaminio Gualdoni, realizzata in collaborazione con Roberta Cerini Baj e l’Archivio Enrico Baj

Incorregibile, capace di umorismo cupo e tenerezza, surreale, dada, “patafisico”,  sperimentatore di tecniche, artista contro, uomo contro forse per struttura genetica, Enrico Baj col suo tumultuoso bisogno d’avanguardia è il simbolo stesso di una città che non si accontenta di percorre strade già tracciate. La controprova è proprio questa esposizione che documenterà la sua produzione degli anni Cinquanta. Anni difficili, anni del dopoguerra dove il bisogno di realismo si riprende i suoi spazi per provare a spiegarsi lo shock della guerra, ma altri, come Baj si legano ancor più fortemente all’avanguardia europea e Milano in questo magma ribollente è l’epicentro di un vortice di iniziative che saldano alcuni momenti cruciali delle ricerche internazionali. In questo momento Enrico Baj riprende ed elabora la matrice storica dada e surrealista.

L’esposizione presenta un gruppo di opere fondamentali di quegli anni e una serie di rari documenti, manifesti, riviste, fotografie che restituiscono il clima di scambi culturali, amicizie, polemiche, tipico del periodo in cui Milano vive uno dei suoi momenti culturalmente più vividi.

Fondatore nel 1951 con Sergio Dangelo del Movimento Nucleare – di cui verranno proposti Bum-Manifesto Nucleare del 1952, replicato dall’artista nel 1997 e molti documenti originali, a cominciare dal Manifeste de la peinture nucléaire del 1952 – Baj stringe amicizia con personaggi come Asger Jorn, Édouard Jaguer, E.L.T. Mesens, Raoul Hausmann, dando vita al Mouvement International pour un Bauhaus Imaginiste e nel 1955 alla rivista “Il Gesto”, in stretto dialogo con pubblicazioni d’avanguardia come la francese “Phases”, l’argentina “Boa”, la belga “Edda”, l’italiana “L’Esperienza Moderna”. Nel 1958 Baj sarà l’anima artistica di un’altra importante rivista d’avanguardia, “Direzioni”, fondata con Fabrizio Mondadori.

Nel 1957 la pubblicazione del manifesto Contro lo stile, promosso da Baj e Dangelo, indica la volontà impellente della giovane generazione europea di uscire dalle retoriche dell’informale: tra i firmatari figurano Yves Klein, Piero Manzoni, Arnaldo e Gio’ Pomodoro.

L’ingresso alla mostra è libero, previo accredito.
Le richieste dovranno essere inviate via mail, all’indirizzo info@fondazionearnaldopomodoro.it. Informazioni: tel. 02.89075394- www.fondazionearnaldopomodoro.it (g.m)

Gossip

Lea Michele ricorda Cory Monteith con una foto inedita su Instagram

Lea Michele ha condiviso un’immagine inedita sul suo profilo Instagram in ricordo del suo collega e fidanzato Cory Monteith, scomparso il 13 luglio 2013 a […]

Gossip

Laura Prepon, la star di Orange is the New Black è incinta

Laura Prepon, 36enne star di Orange is the New Black, è in attesa del suo primo figlio con il fidanzato Ben Foster, l’attore statunitense noto […]

TV

Pilar Fogliati è Emma nella quarta stagione di Un passo dal Cielo

Scopriamo di più su Emma, il personaggio interpretato dalla giovane attrice piemontese nella fiction di Rai1, Un Passo dal Cielo 4.

TV

L’isola dei Famosi: tutti i naufraghi della dodicesima edizione

Il Cast ufficiale della dodicesima edizione confermato attraverso la pagina Facebook del programma.

TV

Uomini e Donne: Giorgio Manetti elimina una corteggiatrice per il look e accende le polemiche

Vogliamo ricordarlo così: ad una delle sfilate del programma, con la camicia da cowboy. Ieri nella puntata andata in onda di Uomini e Donne, Giorgio […]

Gossip

Amici 16: Asia Nuccetelli amore con il cantante Alessio Mininni

Novella 2000 svela una liaison inaspettata: Asia Nuccetelli, l’ex concorrente del Grande Fratello Vip, figlia di Antonella Mosetti e il cantante Alessio Mininni concorrente della […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag