Atene, Acropoli affittasi causa crisi. Prezzi modici

A causa della mancanza di fondi per il mantenimento dell’immenso patrimonio archeologico statale, le autorità greche hanno lanciato un piano per rendere i siti più […]

A causa della mancanza di fondi per il mantenimento dell’immenso patrimonio archeologico statale, le autorità greche hanno lanciato un piano per rendere i siti più interessanti per i fotografi e i produttori cinematografici.

Come risultato di questa politica, le tasse per filmare sull’Acropoli di Atene, tanto per fare un esempio, sono passate da 5.000 a 2.050 dollari al giorno, e da 385 a 256 per sessione fotografica. La quota per l’utilizzo delle immagini ufficiali del sito è passata da 140 a 40 dollari. Le autorità prevedono inoltre di ridurre i procedimenti burocratici per ottenere il permesso di filmare.

Questi cambiamenti hanno provocato reazioni negative su più fronti: dalle guide turistiche agli specialisti di arte greca, che temono che i siti non saranno trattati con il dovuto rispetto. Ma le autorità assicurano che i progetti proposti dovranno prima passare al vaglio del  Consiglio archeologico della Grecia, e che i criteri di autorizzazione continueranno ad escludere i progetti che comportano il rischio di danneggiare i “luoghi sacri”. L’idea è quella di promuovere l’uso dei siti da parte di progetti a piccolo budget, piuttosto che dei grandi film d’azione hollywoodiani.

Queste decisioni mirano anche a promuovere i luoghi come attrazioni turistiche. Le riprese del musical Mamma Mia nel 2008 sull’isola allora semi sconosciuta di Skopelos hanno attirato migliaia di turisti. Inoltre, secondo l’Autorità greca di statistica, la quantità di denaro spesa nei siti archeologici è aumentata del 5,3% rispetto ai precedenti 9 mesi del 2011, giungendo a 52,5 milioni dollari. E questo nonostante i numerosi scioperi da parte del personale.

 

Fa solo tristezza vedere come un Paese sia costretto dalla crisi a “svendere” i propri tesori al cinema; un patrimonio che appartiene a ciascuno di noi e verso il quale dovremmo portare il rispetto più deferente. Nel nome di tutto ciò che il civile mondo occidentale deve alla Grecia antica, la moderna nazione andrebbe salvata dal fallimento gratuitamente e gli eredi di Pericle portati a sacrifici più sopportabili di quelli a cui sono costretti oggi.

Gossip

Lea Michele ricorda Cory Monteith con una foto inedita su Instagram

Lea Michele ha condiviso un’immagine inedita sul suo profilo Instagram in ricordo del suo collega e fidanzato Cory Monteith, scomparso il 13 luglio 2013 a […]

Gossip

Laura Prepon, la star di Orange is the New Black è incinta

Laura Prepon, 36enne star di Orange is the New Black, è in attesa del suo primo figlio con il fidanzato Ben Foster, l’attore statunitense noto […]

TV

Pilar Fogliati è Emma nella quarta stagione di Un passo dal Cielo

Scopriamo di più su Emma, il personaggio interpretato dalla giovane attrice piemontese nella fiction di Rai1, Un Passo dal Cielo 4.

TV

L’isola dei Famosi: tutti i naufraghi della dodicesima edizione

Il Cast ufficiale della dodicesima edizione confermato attraverso la pagina Facebook del programma.

TV

Uomini e Donne: Giorgio Manetti elimina una corteggiatrice per il look e accende le polemiche

Vogliamo ricordarlo così: ad una delle sfilate del programma, con la camicia da cowboy. Ieri nella puntata andata in onda di Uomini e Donne, Giorgio […]

Gossip

Amici 16: Asia Nuccetelli amore con il cantante Alessio Mininni

Novella 2000 svela una liaison inaspettata: Asia Nuccetelli, l’ex concorrente del Grande Fratello Vip, figlia di Antonella Mosetti e il cantante Alessio Mininni concorrente della […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag