Aste autunnali: un bilancio stratosferico

Impennata dei prezzi nelle aste autunnali a New York di arte moderna e impressionista, le cause sono diverse ma su tutte gli esperti confermano che l’arte è sempre più un investimento strategico

Finita la stagione delle grandi aste autunnali di New York, il mercato – informe entità dalle sembianze non umane – registra sui libri contabili una sfilata di record e di conferme.   L’importo totale dei lotti venduti è stato pari a 465.000.000 di euro, in crescita del 34 % rispetto alle aste di maggio e il 60 % in più rispetto alle vendite del novembre 2012 . La maggior parte dei lotti hanno raggiunto un prezzo di aggiudicazione al di sopra del preventivato. Il 22 % dell’invenduto risulta in linea con la media del mercato, su un totale di 879 opere d’arte messe in vendita, 685 hanno trovato acquirenti .

Le dieci principali opere d’arte vendute rappresentano il 38 % delle vendite totali, riflettendo il peso significativo delle “opere d’arte trofeo” nel mercato delle aste. Le aste di novembre 2013 hanno offerto lavori di 172 diversi artisti, tuttavia il 34% dei lotti disponibili erano solo di dieci artisti. Picasso rappresentava il 9 % dei lotti , seguito da giganti come Matisse , Dufy , Moore, Renoir, Chagall …

Dei lotti venduti, 154 hanno raggiunto prezzi al di sopra di 1.000.000 di euro. Di questi, 26 sono stati scambiati a un prezzo superiore ai dieci milioni  e quattro hanno superato la soglia dei cinquanta milioni. Venti sono i record saltati, dal più importante – il record per il maggior prezzo mai pagato a un’asta –  per Francis Bacon e il suo Tre studi di Lucian Freud ( 14 milioni) e poi il record di Warhol, Silver Car Crash (104.000.000 di euro). Le prime dieci opere d’arte rappresentano il 42 % delle vendite totali.
Secondo Murici Jaume Torres , CEO della società d’investimenti svizzera Day Star Wealth Management, la forte crescita del mercato dell’arte è guidato da diversi fattori strutturali.
L’emergere di nuovi acquirenti in arrivo dalle economie emergenti , intanto, dove la presenza di acquirenti asiatici o sudamericani non aveva mai registrato livelli come quest’anno.
Altro fattore è la crescita dei prezzi e della domanda di arte del dopoguerra e contemporanea . Una tendenza guidata in parte dalla mancanza di buone opere d’arte impressionista e moderna. Ma riflette anche il drammatico aumento dei prezzi all’interno del particolare segmento dell’espressionismo astratto e di ciascuno dei suoi artisti di punta: Mark Rothko , Jackson Pollock , Franz Kline , Barnett Newman. Prezzi più elevati anche per la Pop art , in particolare per Lichtenstein e Warhol e per artisti contemporanei come Jean – Michel Basquiat e Gerhard Richter.

 

Ultima considerazione è la conferma dell’arte come un bene di investimento. Esistono ancora delle incertezze economiche in corso in tutte le economie occidentali, e queste svolgono un ruolo importante nel motivare gli investitori verso l’arte come un modo per diversificare il loro portafoglio. Bloomberg ha fatto anche un’analisi costi-benefici delle 27 principali opere vendute alle aste d’autunno segnalando un rendimento medio annuo del 14% circa.

 

E ci fermiamo qui, consapevoli che le somme non sono tutte tirate.

 

(r.v)

 

Gossip

Michele Bravi: “Mi sono innamorato, di un ragazzo” La canzone a Sanremo dedicata alla sua storia d’amore

Il giovane cantante umbro, vincitore di X Factor 2013, Michele Bravi, ha scelto di raccontare il suo amore per un altro ragazzo a Vanity Fair, […]

Cucina

Il primo Avocado Bar d’Europa apre ad Amsterdam

Dopo New York, spunta anche in Europa il primo Avocado Bar, dedicato completamente al gustoso frutto verde…

Attualità

Parata di star contro il bullismo: #NonStiamoZitti

Francesco Totti, apre la campagna contro il bullismo del Telefono Azzurro, al grido: #NonStiamoZitti

TV

Anticipazioni Spagnole Una Vita: Maria Luisa grida il suo disprezzo alla madre morta

Maria Luisa testimone dell’ultima crudele confessione di Lourdes, esprime tutto il suo disprezzo di fronte alla bara della madre defunta.

TV

Amici 16: Michele Perniola perde la sfida ma viene ammesso nella scuola di Amici

Michele Perniola è entrato ufficialmente nel cast della sedicesima edizione di Amici di Maria De Filippi. Nonostante abbia perso la sfida con il beniamino del […]

Film

50 Sfumature di nero, Dakota Johnson su Vogue: “L’orgasmo è un dono di Dio”

Vogue US decide di celebrare l’arrivo al cinema di 50 Sfumature di nero regalando la copertina alla sua bellissima protagonista: Dakota Johnson  è di nuovo la […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag