Televisione ‘a carogna il disgusto delle immagini

Il male della televisione quando suppone di voler far bene.

Quello che è successo nella serata del sabato televisivo sportivo era già capitato, si è verificato nuovamente   e sicuramente capiterà ancora. La televisione trash confezionata nello studio televisivo, d’improvviso sabato si è trasferita nella casa dello stadio Olimpico, una casa certamente affollata ma i cui padroni della stessa si contano sul dito di una sola mano. Fatti di cronaca nera narrati e inglobati nel rendez vous sportivo al punto da far apparire gli eventi tragici come la normale cornice di un grande appuntamento, che per essere tale necessita anche della giusta dose di cronaca. Perché la televisione non ha mandato una edizione speciale del telegiornale per scindere i due accadimenti ? Perché assistere e far assistere anche ai minori tale scempio nell’unica soluzione sportiva, catturando i relativi sguardi del telespettatore su un individuo che si trovava li proprio per essere inquadrato ?

Niente scoop quindi, niente di niente, solamente uno spot pubblicitario gratuito televisivo nei confronti di coloro che si spacciano per tifosi ma che se si chiedesse loro la formazione della propria squadra di appartenenza nemmeno la conoscono. Al contrario conosceranno sicuramente il tipo di vettura che posseggono i propri beniamini, cosa indosseranno durante la settimana, le donne di appartenenza e i locali che frequentano e, persino, dove andranno in vacanza. La stampa e le televisioni di tutto il mondo hanno conosciuto quanto di più orrendo la televisione italiana potesse mandare in onda, e non è la prima volta che accade. Ha conosciuto chi ha concesso il fischio di inizio allo svolgimento della partita ancor prima che lo facesse il Direttore di gara. Sotto gli occhi di tutti, anche quelli di coloro che non riescono a distinguere ancora il bene dal male.

Suggerirei il bollino rosso televisivo a tutela dei minori all’inizio di ogni scontro calcistico. Una volta tale sport veniva definito come gioco del calcio e veniva interpretato nelle parrocchie. Oggi la televisione con tutta l’enfasi creata per suggestionare il telespettatore, merce di scambio dei miliardi investiti nei diritti del calcio, ha distrutto l’epicità del gioco a discapito del trash. Del tutto va bene purché faccia ascolti. Purché gli investitori pubblicitari siano contenti. E i tifosi di una certa frangia anche.

( f.s. )

TV

Anticipazioni Un Posto al Sole: da lunedì 5 a venerdì 9 dicembre 2016

Scopriamo cosa ci riservano le trame della soap Un Posto al Sole per la prima settimana del mese di dicembre.

TV

Anticipazioni Il Segreto: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Scopriamo le anticipazioni della soap Il Segreto per la prima settimana di dicembre.

Gossip

Uomini e Donne: Riccardo spiazza tutti e sceglie Camilla. Martina accusa la coppia di falsità

Nel corso della registrazione di Venerdì 3 Dicembre, c’è stata un’altra scelta, questa volta a sorpresa. Riccardo Gismondi è uscito dal programma di Maria De Filippi […]

TV

Anticipazioni Una Vita: da lunedì 5 a venerdì 9 dicembre 2016

Scopriamo cosa ci riservano le puntate della soap Una Vita, per questa prima settimana del mese di dicembre.

Gossip

Uomini e Donne, trono gay, Claudio ha scelto Mario e commenta su Instagram” “Sedersi e avere un unico pensiero. Fantastico”

Venerdì 2 Dicembre, si è registrata la puntata della scelta di Claudio Sona. Il tronista diviso tra i due pretendenti Francesco Zecchini e Mario Serpa, sceglie Mario!  Si è […]

TV

Anticipazioni Beautiful: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Tutte le anticipazioni della soap Beautiful per la prima settimana di dicembre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag