Servizio pubblico, l’analisi

E dopo tanta attesa Servizio Pubblico si è compiuto. Ieri sera ore 21 per la prima volta nella storia della televisione italiana un programma è […]

E dopo tanta attesa Servizio Pubblico si è compiuto. Ieri sera ore 21 per la prima volta nella storia della televisione italiana un programma è stato trasmesso contemporaneamente su Sky, su un network di numerosi canali locali, sui siti web di Repubblica, del Corriere della Sera e de Il Fatto Quotidiano, oltre che sulla stessa pagina Facebook del programma (che ad ora supera i 167.000 fan, ndr).

Ancora non sappiamo i “numeri” che l’operazione ha fatto registrare (il conteggio delle differenti fruizioni avverrà non prima delle 12, ndr) ma credo proprio di non sbagliarmi nell’affermare che saranno numeri impressionanti.

Non voglio parlare di numeri ma entrare nel merito della fattura di Servizio Pubblico: il programma è partito forte con l’editoriale di Michele Santoro, emozionato “io non sono un profeta, non sono una vittima,  come tanti di voi che mi leggete mi considerate, non sono nulla di tutto questo. Sono solo una persona che vuole fare ciò che e’ capace di fare […]“, un primo blocco di un incalzante Marco Travaglio ed uno scenografico Vauro (più forte nella messa in scena che non nei contenuti del suo testo e delle sue vignette).

Poi si è aperta l’intervista al latitante Valter Lavitola, l’inchiesta su Scajola e per quaranta minuti buoni la tensione è rimasta alta, la qualità delle ricostruzioni realizzata con attori è di ottima qualità. E tutti avranno pensato “Santoro è proprio un’altra categoria”.

Poi è accaduto qualcosa: “Santoro non è più stato Santoro”. Quando lo studio si “accendeva” -quando cioè i protagonisti del talk show parlavano- il clima si spegneva sempre più, la tensione è via via calata. Perché? Innanzitutto perché i tempi -ritmi- televisivi sono completamente saltati ed ognuno si è sentito legittimato a “farla lunga” e soprattutto si è verificata una vecchia “legge del talk show”: è il genere principe della contrapposizione, senza interlocutori di opinioni differenti perde di verve. Di tensione narrativa.  Così anche la luce del “regista” maestro Santoro si è fatta fievole. Non aveva un Maurizio Belpietro o una Daniela Santanché da sedare, o un Antonio Di Pietro da aizzargli contro, ma i vari De Magistris, Stella, Della Valle, Rizzo, Mieli ad argomentare sulla “casta” – tema della puntata – ed i suoi privilegi.

Tutti che, con parole diverse, ma che sono concordi nel volere un cambiamento radicale nel nostro Paese e nel nostro sistema politico economico.

Anche il tema “Scasseremo la casta” sembrava quasi anacronistico: ci hanno fatto puntate intere Massimo Giletti, Corrado Formigli, Bruno Vespa. Questa è la settimana del “big bang” di Matteo Renzi: non era il caso di essere contemporanei?

La perla di questa prima puntata l’ha regalata Valter Lavitola, che come uno scolaretto, ha preparato per il “maestro Santoro” una lavagna indicante esattamente le cifre che sarebbero girate tra lui, il Premier Berlusconi e Tarantini. Fuori dallo studio Servizio Pubblico mostra tutta la sua potenza, la sua capacità di scrittura televisiva.

Sullo studio, la durata (il secondo monologo di Travaglio era fisicamente insostenibile, ndr), i troppi temi trattati, il contraddittorio Santoro deve riprendere il filo. Perché da un Santoro la noia non te la aspetti, e ieri sera la noia è arrivata, più volte.

Lui, da buon televisivo lo sa, tanto che a fine puntata (mezzanotte e venti, ndr) dopo l’ennesima, ma toccante intervista, ad una ragazza incappata inconsapevolmente in una festa ad Arcore, si congeda così “A giovedì prossimo e sui tempi ci lavoreremo. Scusate”.

 (Erika Brenna)

 

 

Gossip

Uomini e donne: Sonia Lorenzini è la nuova tronista

L’ex corteggiatrice di Claudio D’Angelo, sale sul trono: è Sonia Lorenzini la nuova tronista ! La bella 27 anni di Mantova, chiuso definitivamente il capitolo Claudio, è […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta finale di Claudio D’Angelo: il tronista ritorna in trasmissione.

Colpo di scena a Uomini e Donne, il tronista Claudio D’Angelo che nell’ultima puntata aveva annunciato di voler abbandonare il programma, è tornato nella trasmissione con […]

Gossip

Bufera su Jennifer Lawrence: “Mi sono grattata il sedere su alcune rocce sacre”, video

L’attrice Jennifer Lawrence,  ospite nel programma britannico al “The Graham Norton Show”, racconta di un prurito inarrestabile al sedere, placato da una grattata su alcune rocce […]

Film

Riccardo e la dedica a Camilla su Instagram: “Questo cielo è per te”

“…Ti dedico il cielo sopra Roma…” Questa la dedica dell’ex tronista Riccardo Gismondi a Camilla Mangiapelo sul profilo ufficiale Instagram dell’ex tronista. Al momento i due ragazzi […]

TV

Bake Off Italia presenta una Celebrity Edition

Stasera, 9 dicembre 2016, Real Time presenta una speciale puntata con tanti protagonisti Vip.

Film

Gli attori pagati troppo del 2016: in testa per il secondo anno consecutivo Johnny Depp

Come ogni anno, il magazine Forbes ha stilato la lista degli attori meno redditizi del cinema. Al primo posto, ancora una volta, Johnny Depp. La […]

2 commenti su “Servizio pubblico, l’analisi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag