Selena Gomez: “Non andate a vedere Spring Breakers”

Ecco l’appello/invito che l’attrice ha lanciato ai suoi giovanissimi fan, prima a Venezia e poi a Toronto, in occasione della presentazione dell’ultimo film di Harmony Korine.

Spring Breakers è stato uno dei film più attesi alla 69 Mostra del Cinema di Venezia per una serie di motivi. Quello principale è senz’altro il cast. Da James Franco in versione “tamarra” ed eccessiva: ingrassato, tatuato e con le treccine. Come se non bastasse l’attenzione si è focalizzata soprattutto sulle protagoniste femminili. Una su tutte – ma c’era da aspettarselo – è spiccata. Stiamo ovviamente parlando di Selena Gomez.

Parte dei lettori di Daring probabilmente non conoscono il suo ascendente soprattutto tra i giovani. Selena Gomez è sinonimo di Disney e Justin Bieber – i due sono felicemente fidanzati da anni. Selena Gomez è sinonimo di bellezza pulita, candida, leggera. Selena Gomez è portatrice sana di buone maniere, perbenismo, educazione e ovviamente è la tipica ragazza della porta accanto, ovviamente troppo bella per essere vera. Nonostante queste doti che hanno fatto di lei l’idolo di milioni di ragazzini e fanno dormire sonni tranquilli ai genitori, dopo la partecipazione a Spring Breakers, qualcosa è cambiato.

Selena Gomez ha abbandonato i panni della brava ragazza, per indossare quelli di un’adolescente ribelle pronta a tutto pur di andare in vacanza con le sue amiche – più scapestrate di lei. Il film è un concentrato di eccessi, i più leggeri dei quali sono alcol e droghe e Selena Gomez intende far sapere ai suoi fan il punto di vista in merito a Spring Breakers.

“Non andate a vederlo!”

Ecco l’accorato appello. Selena Gomez, oltre a fare questo invito, racconta del suo rapporto con il controverso regista Harmony Korine che per metterla a suo agio, durante un provino in casa sua ha nascosto qualsiasi opera d’arte o oggetto che potesse offendere la Gomez.

“Pensava che fossi super-super-cristiana ma se io fossi una ragazza cristiana, probabilmente non avrei fatto questo film”

Insomma, l’immagine che l’attrice ventenne si è costruita durante tutti questi anni è stata scalzata in un colpo solo.

“Harmony ci ha fatto fare cose che non avrei mai pensato di essere in grado di fare. E’ una cosa pericolosa. Probabilmente mi potrebbe far fare qualsiasi cosa… Non pensavo che sarei mai stata capace di fumare un bong”

E invece Selenza Gomez rivela a Glamour.com che tutto quello che le è stato chiesto ha fatto e che nonostante sia stata sempre dalla parte delle buone maniere e contro l’uso di qualsiasi droga (del resto il perbenismo è la chiave del successo dei teen idol), per questo ruolo ha accantonato anche i suoi principi.

“Ho una generazione più giovane di fan che mi supportano e che per me significano molto. Tutto quello che faccio è per loro. La mia musica, i miei spettacoli, la mia linea di abiti, tutto e per loro, così quando ho accettato di fare questo film sapevo che non sarebbe stato adatto per quella generazione. In più, è difficile per la gente prendermi sul serio in quel ruolo”

In America la pellicola sarà vietata ai minori, proprio per questa ragione, l’integrità dell’attrice resterà immutata, almeno per i suoi storici fan.

E menomale.

Guardate il trailer di Spring Breakers QUI

Gossip

Giovanni Vernia imita Gianluca Vacchi: video

Il video parodia sul Re dei Social è tutta da ridere

Arte e Cultura

Outdoor festival dall’1 al 31 ottobre

Un mese di urban art ed eventi, presso la Caserma Guido Reni di Roma, dall 1 a 31 ottobre parte l’Outdoor Festival…

Film

Il documentario di Rocco Siffredi: il trailer italiano

Il trailer del docufilm sulla star del porno

Gossip

Katy Perry nuda per Hillary Clinton

Il video della cantante statunitense per sostenere la Clinton

TV

Il Segreto Anticipazioni: una nuova donna per Bosco

Dopo la morte di Ines, Bosco troverà un nuovo amore…

Gossip

Video hard della sorella Buccino: sono sotto shock

Maria Teresa Buccino vittima degli hacker

Un commento su “Selena Gomez: “Non andate a vedere Spring Breakers””

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag