La settimana in tv: promossi e bocciati

Quanto è utile guardare la televisione? Accesa ovviamente, perchè il sospetto è che a volte fissare uno schermo nero possa essere più proficuo al benessere […]

Quanto è utile guardare la televisione? Accesa ovviamente, perchè il sospetto è che a volte fissare uno schermo nero possa essere più proficuo al benessere psicofisico del fruitore. E quanto può essere divertente? Quanto (in)formativo?   La risposta definitiva non ci sarà mai – probabilmente – intanto diamo uno sguardo alle pagelle di questa settimana televisiva, redatte come sempre da Erika Brenna.

APPROFONDIMENTO DI MASSIMO GILETTI SUL TEMA DEGLI SBARCHI A LAMPEDUSA  – IN

Ci aveva già provato la settimana scorsa Giletti a L’Arena a trattare con un approfondimento giornalistico vero – atipico per L’Arena – il caso della Libia ma era stato interrotto; ieri ci è ritornato focalizzando l’attenzione sulla situazione dei profughi sbarcati in massa a Lampedusa. In un’ora e mezza di dibattito è stato fatto servizio pubblico: si sono viste più voci a confronto, la ricerca del conduttore – è ritornata fuori la sua anima giornalistica – di andare oltre le posizioni più retoriche, spesso ha sollecitato i suoi interlocutori a parlare in modo chiaro, senza giri di parole. Molteplici i collegamenti: da Barbara Serra di Al Jazeera English all’inviato del Tg2 da Lampedusa, al “solito” Vittorio Sgarbi, però contenuto e funzionale al dibattito. Giletti non ha risparmiato domande scomode – decisamente provocatorie – del tipo “Perché se Malta dice No ai profughi lo può fare, se invece lo fa l’Italia dovremmo essere visti come dei criminali?”.Questo Giletti curioso e determinato nel far conoscere ci piace, anzi lo vorremmo vedere più spesso in queste vesti.

ALFONSO SIGNORINI “SANTO” DA BARBARA D’URSO OUT

Alfonso Signorini è stato ospite di Barbara D’Urso a Pomeriggio 5 e quello che ne è uscito è il ritratto di un “santo”. Nulla contro Signorini, ma proprio non se ne può più di vedere i Buoni in assoluto: diventano stucchevoli e anche un po’ caricaturali. Nell’intervista chiaramente celebrativa ogni interlocutore tesseva le lodi del direttore di Chi e Tv Sorrisi e Canzoni. Video messaggi di un vecchio compagno del Liceo, video lettera dell’amica del cuore che non ama apparire in video, videomessaggio di Valeria Marini –unica donna con cui Signorini avrebbe avuto una quasi “sbandata eterosessuale”-lacrime a profusione. Insomma un mix in cui la glicemia poteva davvero superare i limiti di guardia.

LA TRANSESSUALE TEA L. SI RACCONTA A DARIA BIGNARDI IN

Tea L. è una transessuale diventata famosa in tutto il mondo per la sua campagna fotografica senza veli per Givenchy. Da poco però si è anche saputo che suo padre è l’ex calciatore brasiliano Toninho Cerezo (giocatore in Italia della Roma e del Genoa): il mondo tradizionalista e bigotto del calcio ne è rimasto sconvolto. Lea, il cui nome per altri cinque mesi, è ancora Leandro, alle Invasioni Barbariche ha trovato modo di raccontare la sua storia senza le ipocrisie o le “strizzatine d’occhio” che di solito queste storie portano con sé. Daria Bignardi è stata molto brava a fare un passo indietro e a lasciar parlare Lea: niente di edulcorato, le sofferenze di cui Lea ha parlato, dalla paura di non essere accettata, al binomio transessualismo–prostituzione, alla fatica del percorso ormonale, con un fisico che si trasforma modificando anche l’umore e la sensibilità sono stati esplicitati uno ad uno. Il messaggio più importante, per chiunque abbia ascoltato o ascolterà questa intervista, è che l’informazione e le conoscenze in materia sono scarse e in certi contesti totalmente assenti: la televisione ha il diritto e anche il privilegio di poter essere divulgativa, e questa intervista, lo è stata.

BAUDO E VESPA E IL PROGRAMMA CENTOCINQUANTA OUT

C’è stato un tracollo nella seconda puntata delle sei dedicate al 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia che Pippo Baudo e Bruno Vespa conducono insieme. Probabilmente l’errore sta a monte: sei puntate celebrative sono troppe; funzionano le puntate evento, ma costruire un’intera narrazione una volta chiusi i festeggiamenti diventa più che un rischio, un suicidio. Così è stato.

FILIPPA LAGERBACK A STRISCIA LA NOTIZIA – IN

Filippa Lagerback, la “conduttrice – valletta” di Che tempo che fa è stata coinvolta da Striscia la notizia nella sua battaglia sul tema “il corpo delle donne”: nella puntata di mercoledì ci si è domandati Ma Filippa Lagerback è donna soggetto o oggetto? e nella puntata successiva Valerio Staffelli le ha consegnato un tapiro invitandola a parlare di più nella trasmissione di Fazio. Lei ha dimostrato innanzitutto di saper argomentare e di essere ispirata da un principio – aimé – poco italico “meglio parlare poco e quando si ha qualcosa da dire piuttosto che parlare molto e a vanvera”. Ai microfoni di Staffelli ha detto di avere un contratto con la trasmissione di Raitre in cui sa e sceglie di accettare quel ruolo – vecchia e dimenticata regola dei più di non sputare nel piatto in cui si mangia –. Ammette “Sì potrei fare anche di più ma se non me lo si chiede a me va bene così. E ho la fortuna e il privilegio di essere in un programma di qualità, dove presento nomi importantissimi dell’arte e della cultura”.

Chi si accontenta gode? (Erika Brenna)

Gossip

Uomini e donne: Sonia Lorenzini è la nuova tronista

L’ex corteggiatrice di Claudio D’Angelo, sale sul trono: è Sonia Lorenzini la nuova tronista ! La bella 27 anni di Mantova, chiuso definitivamente il capitolo Claudio, è […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta finale di Claudio D’Angelo: il tronista ritorna in trasmissione.

Colpo di scena a Uomini e Donne, il tronista Claudio D’Angelo che nell’ultima puntata aveva annunciato di voler abbandonare il programma, è tornato nella trasmissione con […]

Gossip

Bufera su Jennifer Lawrence: “Mi sono grattata il sedere su alcune rocce sacre”, video

L’attrice Jennifer Lawrence,  ospite nel programma britannico al “The Graham Norton Show”, racconta di un prurito inarrestabile al sedere, placato da una grattata su alcune rocce […]

Film

Riccardo e la dedica a Camilla su Instagram: “Questo cielo è per te”

“…Ti dedico il cielo sopra Roma…” Questa la dedica dell’ex tronista Riccardo Gismondi a Camilla Mangiapelo sul profilo ufficiale Instagram dell’ex tronista. Al momento i due ragazzi […]

TV

Bake Off Italia presenta una Celebrity Edition

Stasera, 9 dicembre 2016, Real Time presenta una speciale puntata con tanti protagonisti Vip.

Film

Gli attori pagati troppo del 2016: in testa per il secondo anno consecutivo Johnny Depp

Come ogni anno, il magazine Forbes ha stilato la lista degli attori meno redditizi del cinema. Al primo posto, ancora una volta, Johnny Depp. La […]

Un commento su “La settimana in tv: promossi e bocciati”

  1. erika scrive:

    APPROFONDIMENTO DI MASSIMO GILETTI SUL TEMA DEGLI SBARCHI A LAMPEDUSA – IN – promosso!??!

    Come si può promuovere un GIORNALISTA che fa delle accuse infondate senza sapere cosa succede veramente a Malta e quanti immigrati già ospita? Qual’è stato il servizio pubblico? Quello di fare un scivolone diplomatico o la sua mancata lezione di geografia?

    Con tutta la sua ricerca, prima di fare le sue domande provocatorie doveva dare uno sguardo ad una cartina geografica e si sarebbe risparmiato il tempo per domande più utili o provocatorie, ad esempio, come mai l’Italia non si è preparata meglio per gli sbarchi visto che il Ministro Maroni aveva già anticipato che sarebbero arrivati in miliaia??

    Malta non dice no agli immigrati ma li detiene in centri di accoglienza dove da lì si decide se si rimpatriano o si danno l’asilo politico/stato di rifugiato, se lo possono avere.

    Qual’è la tecnica che hanno i Maltesi? NESSUNA! NON HANNO BISOGNO DI AVERNE UNA!
    Da Malta gli immigrati devono spendere troppi soldi per ripartire e raggiungere la prima terra ferma dell’Italia per continuare la propria strada verso il nord (perchè SICURAMENTE non vogliono vivere a Malta (una terra di 361kmq con una densità di pop più alta in europa), ne vivere al sud e nemmeno in Italia. Fermandosi in Lampedusa stanno già in teritorio Italiano.
    Per continuare il viaggio da Malta costa troppo da tasche proprie. L’Italia sta anche pagando il trasferimento da Lampedusa ad altri regioni Italiani!
    Non ci vuole tanta ricerca per capire questo e mi aspetto che un giornalista, prima di infangare un altro paese e anche il giornalismo italiano usasse il cervello. Giletti rimane in cerca di applausi facili facendo commenti senza finalità giornalistica.

    e

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag