Il clan dei camorristi. Fiction con Stefano Accorsi su Canale5

La storia di una fra le più spietate organizzazioni criminali con cui ha dovuto fare i conti l’Italia. Ma anche il racconto della risposta determinata […]

La storia di una fra le più spietate organizzazioni criminali con cui ha dovuto fare i conti l’Italia. Ma anche il racconto della risposta determinata che una parte del Paese, a cominciare dalla società civile, ha  saputo dare alla malavita. “Il clan dei camorristi”, fiction in otto serate che andrà in onda prossimamente in prime time su Canale 5, ha fra i suoi protagonisti Stefano Accorsi che tornerà a interpretare – come in “Romanzo criminale” dov’era un commissario – un uomo di legge. Stavolta indosserà i panni di un magistrato che, dopo aver svolto la prima parte della sua carriera al Nord, chiede di essere trasferito nel natio Sud. Per prepararsi a questo difficile ruolo, ha letto i libri scritti da un giudice da tempo costretto a vivere sotto scorta.

Francesca Beggio (già ammirata nella soap “Agrodolce”) sarà sua moglie; Giuseppe Zeno (già nella parte del cattivo in “Gente di mare” e “Squadra antimafia”) sarà invece un boss, Claudia Potenza (reduce da “Basilicata coast to coast”) la sua compagna, e Massimo Popolizio un prete anticamorra ispirato alla figura di don Giuseppe Diana.

Registi di questa nuova serie televisiva sono Alexis Sweet (da “Il capo dei capi” a “Il tredicesimo apostolo”) e Alessandro Angelini. Gli autori sono Daniele Cesarano, Barbara Petronio e Leonardo Valenti, gli stessi di “Romanzo criminale”, affiancati da Claudio Fava che per esempio aveva già curato la sceneggiatura di “I cento passi”, omaggio a Peppino Impastato ucciso dalla mafia. In questa produzione si parlerà della violenza senza precedenti, abbinata a una sostanziale impunità, perpetrata dalla camorra che dall’inizio degli anni Ottanta in poi a poco a poco si è buttata nel “mercato”, in piena espansione, della cocaina grazie a una rete di connessioni con America e  Brasile, e nel trasporto di rifiuti tossici dal Settentrione al sottosuolo delle terre campane. Ma non solo: come dimenticare le infiltrazioni nei lavori di ricostruzione dell’Irpinia dopo il terremoto e la corrosione, dall’interno, delle istituzioni trovando nicchie d’insospettabile complicità anche in livelli molto alti dello Stato? Un sistema efferato, ma contrastato da tanti italiani che hanno voluto conservare dignità e rigore morale nei luoghi della politica, della giustizia e della vita quotidiana.

“Le ultime due puntate saranno di un’attualità pazzesca”, così il produttore Pietro Valsecchi ospite l’estate scorsa dell’”Ischia global fest”.

Le riprese sono state effettuate in varie località: Roma, nel Casertano, Latina (per esempio al tribunale), Monterotondo e altre.

Tra pathos e sparatorie, i telespettatori non faranno fatica a trovare echi delle vicende di Scampia e della strage di Castelvolturno. (Marco Fornara)

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e Aurora si contendono Beltran

Dopo la morte di Bosco vedremo Francisca e Aurora combattere per la custodia di Beltran.

Gossip

Uomini e Donne: Luca Onestini è il nuovo tronista !

Ad appena due settimane dalla scelta di Clarissa Marchese e dopo la conclusione di tutti i troni in corso (Riccardo, Claudio D. e Claudio S.) […]

Gossip

Justin Bieber smentisce il matrimonio con Selena Gomez: “Sono single, non cerco nessuno”

Justin Bieber, ospite nel noto talk-show statunitense, The Ellen DeGeneres Show, smentisce seccamente le presunte nozze con la sua storica ex, Selena Gomez. I tabloid statunitensi avevano […]

TV

Caterina Balivo accende l’albero di Detto Fatto per beneficenza

Caterina Balivo porta lo sfavilante Buon Natale di Detto Fatto ai bambini ricoverati nella clinica pediatrica De Marchi.

Gossip

Ludovica Valli ha un nuovo fidanzato? Pioggia di critiche per l’ex tronista

Dopo aver dichiarato di voler voltare pagina e ammesso la fine della relazione con Fabio Ferrara, Ludovica Valli alimenta i sospetti su un nuovo, presunto fidanzato, […]

TV

Francesco – Il Papa della gente: 7 e 8 dicembre 2016 su Canale 5

Arriva su Mediaset la miniserie dedicata al pontefice Jorge Mario Bergoglio firmata dal regista Daniele Luchetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag