Grey’s Anatomy 9×04: Arizona, Callie e Karev

“I saw her standing there” è andata in onda ieri sera negli States, ecco cos’è accaduto…

L’episodio è stato diretto da Kevin McKidd e come lui stesso ha definito, si è trattato di una puntata nella quale si è respirato un pizzico di serenità, quella serenità dimenticata dall’inizio di questa nona stagione di Grey’s Anatomy 9, divertente e toccante, queste sono state le sue parole.

Puntata toccante perché finalmente assistiamo a una netta ripresa della dottoressa Arizona. La dottoressa Robbins infatti è stata quella che ha vissuto e che vive il trauma dell’incidente in maniera più viva, vera e profonda. L’amputazione che ha subito alla gamba, l’ha portata a provare un forte risentimento per sua moglie Callie e una rabbia incondizionata nei confronti di Karev, che il giorno dell’incidente sarebbe dovuto essere al suo posto sull’aereo che di lì a poco sarebbe precipitato. Arizona capirà di doversi affidare agli altri per farcela e in questa lunga riabilitazione e presa di coscienza, sarà aiutata dal Dottor Moore. Comincerà così a camminare con le protesi e avrà al suo fianco Callie, che nonostante la sua rabbia, le starà sempre accanto.

Per la prossima puntata dovremo attendere l’8 novembre, la prossima settimana infatti ci sarà una pausa televisiva che ci lascerà completamente vuoti. OK, si accettano lamentele!

Film

Il documentario di Rocco Siffredi: il trailer italiano

Il trailer del docufilm sulla star del porno

Gossip

Katy Perry nuda per Hillary Clinton

Il video della cantante statunitense per sostenere la Clinton

TV

Il Segreto Anticipazioni: una nuova donna per Bosco

Dopo la morte di Ines, Bosco troverà un nuovo amore…

Gossip

Video hard della sorella Buccino: sono sotto shock

Maria Teresa Buccino vittima degli hacker

TV

Cherry Season: #HappyAnniversaryÖyAz

L’hashtag diventa trend, in occasione dell’anniversario del primo Sì tra Oyku e Ayaz…

Gossip

Mariah Carey: foto hot su Instagram

Gli scatti bollenti della cantante infuocano il web

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag