Fiorello, l’artista che unisce l’Italia

Fiorello con Lo Spettacolo più grande dopo il week end ha sbancato gli ascolti del lunedì sera: quasi 10 milioni di telespettatori per uno share […]

Fiorello con Lo Spettacolo più grande dopo il week end ha sbancato gli ascolti del lunedì sera: quasi 10 milioni di telespettatori per uno share che ha sfiorato il 40% (miglior risultato televisivo degli ultimi anni, secondo soltanto al Festival di Sanremo di Morandi della scorsa edizione). I numeri non dicono soltanto questo, analizzando i target relativi all’età, si evince anche che Fiorello ha vinto e appassionato trasversalmente: il dato più eclatante è che Lo Spettacolo più grande dopo il week end ha superato il 40% di share sia nelle fasce di età 15–24 anni (quella storicamente più lontana da Raiuno) che in quella over 65. Fiorello unisce l’Italia verrebbe da dire.

Questo risultato plebiscitario è interessante da indagare, perché, da un lato è innegabile che l’attesa dello showman più amato e talentuoso del panorama televisivo italiano (assente dalle scene del prime time con un varietà dal 2006, con sue serate speciali e dal 2004 con lo show del sabato sera, ndr) fosse altissima, dall’altro però è anche vero che in questo show non si è visto nulla di nuovo. Si è visto il “solito” Fiorello. Il che, evidentemente, è ciò che il pubblico televisivo si aspettava.

Lo show è stato varietà classico, nel senso più esteso del termine, ovvero elegante, esteticamente bello: scenografia e regia – attraverso un sapiente uso delle camere e dei led- hanno garantito profondità e senso dell’evento. Fiorello ha cantato, ha duettato, ha scherzato (bersaglio preferito il direttore di Raiuno, Mauro Mazza), ha portato il numero uno del tennis mondiale Novak Djokovic (per il pubblico generalista un mezzo sconosciuto) a giocare e scherzare con lui.

Chi si aspettava innovazione non l’ha avuta e ne è rimasto un po’ deluso: la sera della diretta su Twitter, spazio virtuale in cui Fiorello passa quotidianamente molto tempo e dove ha lanciato il suo show, le critiche non sono mancate. Evidente che il pubblico televisivo – vastissimo – non è lo stesso di quello che lo aspettava con bramosia anche su Twitter.

Si tratta di pubblici diversi, ma il gigantesco risultato ottenuto con il pubblico televisivo, non può non portare ad una riflessione sulla tv di oggi e sul bisogno di leggerezza e “coerenza” televisiva del telespettatore: i dieci milioni che lo hanno scelto non volevano un Fiorello nuovo, diverso, innovatore – come il mondo della rete e i tecnici della tv forse avrebbero desiderato – al contrario volevano fortemente il Fiorello che è mancato loro per anni, quello che fa ridere e sorridere senza volgarità, ma con partecipazione.

Il Fiorello di Carla Bruni e padrone della scena, il Fiorello capace di riaffermare che il varietà può essere ancora, nelle sue mani (ma soltanto nelle sue), vivo e vegeto. (Erika Brenna)

Arte e Cultura

Ve.NICE STUFF 2016: il Design è di casa a Venezia

Quattro giorni per conoscere le nuove produzioni Made in Laguna. Perché Venezia è una città contemporanea

Gossip

Mario e Claudio avvistati insieme dopo la scelta

Tra Claudio e Mario è amore. I due ragazzi sono stati avvistati nella periferia di Roma e nei pressi della stazione Termini e insieme ai fan […]

TV

Solo: da aprile le riprese della seconda stagione

Partiranno in primavera le riprese della seconda apprezzata stagione di Solo, la fiction di Canale 5 con Marco Bocci.

Gossip

Brad Pitt invita l’ex moglie Jennifer Aniston a cena ma lei rifiuta

Stando a quanto riportano i magazine di gossip, e in particolare la rivista britannica Heat, Brad Pitt sarebbe stato “friendzonato” dalla sua ex moglie, Jennifer […]

TV

Anticipazioni Americane Beautiful: Caroline torna da Thomas

Anticipazioni Americane della soap Beautiful, rivelano che presto assisteremo ad un ritorno di fiamma tra Caroline e Thomas.

TV

Stasera Casa Mika ultima puntata: martedì 6 dicembre 2016

Stasera, l’ultima puntata del One man show condotto da Mika, ospiterà un grande nome della musica internazionale: Kylie Minogue.

Un commento su “Fiorello, l’artista che unisce l’Italia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag