Sanremo, leggendo i testi delle canzoni in gara

Che posto occupa la musica nel tritatutto sanremese? La domanda, evidentemente  retorica, riemerge puntuale con l’avvento del mese di febbraio. Ogni anno, come il  Carnevale […]

Che posto occupa la musica nel tritatutto sanremese? La domanda, evidentemente  retorica, riemerge puntuale con l’avvento del mese di febbraio. Ogni anno, come il  Carnevale e le relative ordinanze di non farsi male con le bombolette schiumogene.

Acclarato che di sola musica  Sanremo non vivrebbe, ad una boccheggiante industria  discografica il farmaco festivaliero porta ormai scarsi benefici, quanficati in  vendite mediocri che si esauriscono nel volgere di un paio di settimane. Ma proprio  come si usa dire al capezzale degli ammalati gravi “la speranza è l’ultima a morire”,  tanto più che il Festival è ormai un moribondo cronico. Dunque non sia mai detto che,  così come capitato negli anni passati, non spunti da un’edizione data già per
spacciata, la bella canzone, quella che fa epoca, anche se – come consuetudine vuole  – sarebbe comunque destinata ai bassifondi della classifica.

Sbirciando tra i testi, pubblicati da Virgilio sing sing , cerchiamo d’intuire la strofa vincente, o  quantomeno il testo “significativo”. E’ vero che solo le parole non fanno la canzone,  anzi, si può dire che queste abbiano nell’equilibrio di quei quattro minuti,  un’incidenza, andando a spanne, sì e no del 25 per cento; il resto sono note, arrangiamenti,  interpretazione e magia. Quando c’è. Ad ogni modo guardare in quel 25 per cento può essere  sufficiente almeno a scartare le insulsità, le rime forzatamente baciate, i messaggi deleteri, le citazioni incolte, le canzoni stupide che pure non mancano mai.

Da chi partire, allora, se non dal penitente Morgan, ormai fuori concorso con La  sera, ma pronto al successo con un testo di chiara ispirazione romantica (inteso nel senso del movimento artistico-letterario ottocentesco). Ci si possono ritrovare eco  di Foscolo e Leopardi nelle suggestioni notturne richiamate, ma il messaggio, al fine, è  positivo.
“Cade la sera E il cuore s’ispira Mentre che il cielo si oscura“, certo ispirandosi  ai grandi del passato si poteva fare di meglio.

Atmosfere lunari anche per il “poeta rock” Enrico Ruggeri, presente a Sanremo con La  Notte delle fate, flash notturni di vita al femminile. Ruggeri sembra essersi  ispirato a se stesso e alla magnifica “Quello che le donne non dicono“. Nella serata dei duetti, venerdì 19, Ruggeri porterà sul palco i Decibel, suo storico gruppo.

ogni donna ha un paio d’ali chiuse dentro sè
pronta a certe ascese sconfinate
la notte delle fate
“.

“...faccio fatica a trovare un pretesto
faccio fatica ad essere onesto
vivo in un’ipotesi esistenziale
sono condannato all’evasione fiscale
“, Fabrizio Moro torna a pungere con “Non è una  canzone“, testo generazionale e amareggiato da un lieto fine dissonante “perchè la  mia vita è una grande occasione” dice, iniettando nel finale un’insolita dose di ottimismo . Venerdì duetterà con Jarabe De Palo.

Musica e testo di Giuseppe Anastasi per la canzone di Arisa “Malamoreno”. Finalmente  a Sanremo arrivano la fantascienza ed i viaggi spaziali. Si prospetta che nel 2087 si  andrà sulla luna a cercare lavoro, sulla terra, si legge tra le righe, le cose non  vanno tanto bene ed anche “i fiori hanno perso i colori“. Solo una cosa, resta,  immutabile, a definire l’umanità: l’amore. La Lino Patruno jazz band accompagnerà, venerdì, l’esibizione di Arisa.
Da evidenziare la citazione a “Ma l’amore no“, bellissima canzone del 1943 cantata da  Lina Termini e colonna sonora del film “Stasera niente di nuovo” di Mario Mattioli.

Un desiderio di fuga subito rientrato nella canzone di Malika Ayane “Ricomincio da  qui”, scritta da Gino De Crescenzo e Fernando Arnò. Versi brevi, incalzanti, non  banali. Senza giudizio, si aspetta l’ascolto, quanto mai fondamentale. Curiosità alle stelle per il duetto con Paolo Conte.

E’ scritta da “babbo” Zucchero, la canzone che Irene Fornaciari presenta sul palco  sanremese accompagnata dai Nomadi. “Il mondo piange“.
nell’aria c’è profumo di domenica
nei giorni miei farfalle e malinconie
che volano di pioggia in lacrim
e”…la poesia c’è ed anche  l’amore. Per la musica e l’esecuzione i dubbi sono marginali. Sarà questa la canzone
premiata dalla critica?

Dramma d’amore per Noemi con le rime  di “Per tutta la vita” (di Diego Calvetti e  Marco Ciappelli). Un anno di lontananza, la gelosia, la colpa. Storia già scritta,  molte volte.

Tormenti amorosi anche per Valerio Scanu, in gara con “Per tutte le volte che ”  (Pierdavide Carone), la storia è fortemente passionale. Si annuncia il tormentone  grazie al ritornello (sarà rappato?) reiterato con grande frequenza:
come se un giorno freddo in pieno inverno nudi non avessimo poi tanto freddo perché noi coperti sotto il mare a far l’amore in tutti i modo, in tutti i luoghi in tutti i laghi in tutto il mondo l’universo che c’insegue ma ormai siamo irragiunginibili …”. Nella serata di venerdì duetterà con Alessandra Amoroso.

Piove il cielo nei tuoi occhi e io muoio dentro te,
lascia tutte le carezze sulle labbra aride.
Sei un fuoco tra due specchi, una scia nel silenzio del cuore
“, canteranno i Sonohra in Baby. Un testo d’amore e d’assenza che lascia intravedere una bella canzone di  successo. Vinceranno?

Lamento di donna annoiata da una relazione troppo civilizzata per Irene Grandi. La  cometa di Halley, canzone della quale ha scritto il testo di suo pugno, dal titolo  sembrava promettere di più. Una certezza: la bella grinta della cantante toscana  aiuterà sicuramente la canzone a venire fuori.
Tu vuoi vivere così
Coi vantaggi della civiltà
E pontifichi su ciò che ci fa male
Non la vedi la stupidità di una relazione
Che non ha francamente neanche un asso da giocare…

Sì stasera sono qui, per dire al mondo e a Dio, Italia amore mio.
Io, io non mi stancherò, di dire al mondo e a Dio, Italia amore mio“. Parola di Pupo,  Emanuele Filiberto, Luca Canonico. La canzone farà risorgere, nell’Italia dei campanili un po’ di spirito nazionale? Forse ci voleva qualcosa di più anche se il testo  gronda  di buone intenzioni. E dove non riesce la musica, magari arriva il calcio; nella serata di venerdì all’insolito gruppo canoro si aggiungerà il ct azzurro Marcello Lippi.

Avrà forse qualcosa da ridire l’Italiano Toto Cutugno, anche lui in gara con “Aeroplani”, che eseguirà in duetto con Belen Rodriguez. Testo non pervenuto, assieme a quello di Nino D’Angelo (in duetto con Maria Nazionale e il musicista etno Erasmo Treglia) e Povia . Meno ispirato del 2007, quando vinse con “Ti regalerò una rosa“,  Simone Cristicchi si presenta con un testo in perfetta antitesi all’italianità cantata da Pupo. “C’è – L’Italia paese di Santi
pochi idraulici e troppe badanti
C’è l’Italia paese della Liberté
Egalité e del Gioca Giuè!
C’è – l’Italia s’è desta ma
dipende dai punti di vista
“. In breve, un ‘elenco dei mali nazionali. Anche questi sentiti, assieme al richiamo alla gente che non vuole pensare, ovvero vuole svagarsi. Forse perciò guarda Sanremo.

Nel finale resta il cantautore Marco Mengoni, vincitore dell’ultima edizione di X Factor. “Credimi ancora“, canta, chiedendo all’amata un gesto di fiducia. Lo chiede anche al pubblico
credimi ancora prendi un respiro
lasciati andare
datti la spinta per saltare
ora
“, e sorge il sospetto che la canzone racconti di una coppia intenta a cimentarsi con il bunge jumping. Arma a doppio taglio, il linguaggio figurato.

Comunque sia, buon ascolto.

Gossip

Uomini e Donne: Riccardo spiazza tutti e sceglie Camilla. Martina accusa la coppia di falsità

Nel corso della registrazione di Venerdì 3 Dicembre, c’è stata un’altra scelta, questa volta a sorpresa. Riccardo Gismondi è uscito dal programma di Maria De Filippi […]

TV

Anticipazioni Una Vita: da lunedì 5 a venerdì 9 dicembre 2016

Scopriamo cosa ci riservano le puntate della soap Una Vita, per questa prima settimana del mese di dicembre.

Gossip

Uomini e Donne, trono gay, Claudio ha scelto Mario e commenta su Instagram” “Sedersi e avere un unico pensiero. Fantastico”

Venerdì 2 Dicembre, si è registrata la puntata della scelta di Claudio Sona. Il tronista diviso tra i due pretendenti Francesco Zecchini e Mario Serpa, sceglie Mario!  Si è […]

TV

Anticipazioni Beautiful: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Tutte le anticipazioni della soap Beautiful per la prima settimana di dicembre…

TV

Anticipazioni Una Vita: quale sarà il destino di German?

German e Manuela sono morti, eppure anticipazioni spagnole fanno sperare in un ritorno della Manzano, cosa ne sarà invece del suo amato Medico?

Gossip

L’ultima esterna di Claudio e Mario: video

Claudio e Mario “paparazzati” da una fan nell’ultima esterna insieme a Napoli. L’esterna è stata registrata tre giorni fa, i due ragazzi erano nel capoluogo campano […]

Un commento su “Sanremo, leggendo i testi delle canzoni in gara”

  1. Ciao,

    ti segnalo questo sito per i testi di sanremo 2010:

    http://www.testicanzoni.it

    spero ti piaccia. :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag