Il regista Steve McQueen ha vinto il People’s Choice Award 2013

12 Years a Slave trionfa a Toronto

L’uscita di un film di Steve McQueen è sempre circondata da svariati rumours, nonostante ne abbia girati solo 3 e sia ancora materia per i palati cinefili più sopraffini, ogni suo lavoro alza intorno a sé un gran polverone. Dopo l’assegnazione della Camèra d’or al  61° Festival di Cannes ad Hunger, non si è più fermato, portando a Venezia 68 il film scandalo Shame, che valse la Coppa Volpi ad uno straordinario Michael Fassbender.

Come detto, se n’è parlato molto di 12 Years a Slave, terzo lavoro del regista inglese, in primo luogo perché è stato il grande assente della 70esima mostra del cinema di Venezia, in secondo luogo perché annovera grandi star come il sempre presente Michael Fassbender, Brad Pitt, Chiwetel Ejiofor e Paul Giamatti, e terzo, questo sarà il vero banco di prova dopo il successo di Shame.

12 Years a Slave

12 Years a Slave

Probabilmente d’ora in poi se ne parlerà ancora di più, in quanto 12 Years a Slave ha vinto il People’s Choice Award 2013, il premio più ambito sulla kermesse del Toronto Film Festival. Accolto con grande entusiasmo anche dalla critica, pare essere già tra i favori per la corsa agli Oscar, soprattutto per le intense interpretazioni dei protagonisti.

Il film continua il personalissimo discorso di McQueen sulla libertà, tratto dall’omonima autobiografia di Solomon Northup, 12 Years a Slave racconta la storia vera di un talentoso violinista di colore che, nel 1841, nonostante fosse un uomo libero, venne rapito e venduto come schiavo per lavorare in una piantagione di cotone in Louisiana.

12 Years a Slave – Trailer

© Riproduzione riservata

Entertainment

5 modi in cui potrebbe essere morta Meredith Kercher

Raffaele e Amanda sono stati assolti ma sappiamo che Rudy Guede ha avuto un complice nell’omicidio di Meredith, chi?

Moda e Beauty

Miss Universo Giappone vittima di razzismo!

Ariana Miyamoto Miss Universo Giappone, la prima Miss asiatica di colore, definita “mezzosangue”!

Entertainment

Pretty Little Liars 5 – I produttori spiegano il ruolo di Mona nel season finale

Oliver Goldistisck spiega il ruolo di Mona nel season finale, il suo finto omicidio e i suoi piani per incastrare -A andati a finire male

Moda e Beauty

Havaianas presenta la collezione primavera / estate 2015

Colorate, esotiche e giovani: la collezione estiva 2015 di Havaianas è un inno alla spensieratezza e vivacità

Entertainment

The Voice of Italy 2015 – La battle e i nomi dei quattro special coach

Dal 1 aprile 2015 inizia la seconda fase di The Voice of Italy 2015, i talenti sono pronti per le Battle supportati anche da Arisa, Malika Ayanne, Edoardo Bennato ed Enrico Ruggieri

Moda e Beauty

Gli errori da evitare per avere una chioma più sana

I capelli sono uno dei punti forti delle donne, eppure a volte sono i più bistrattati. Evitare questi errori aiuta ad avere capelli più sani ed invidiabili

Tag

-->