Farfalle a rischio di estinzione: senza di loro gli alberi non possono fruttare

I lepidotteri più colorati, simbolo d’eleganza, bellezza e metamorfosi stanno scomparendo

Le farfalle sono insetti appartenenti all’ordine dei lepidotteri.

Ne esistono migliaia di tipi e specie: alcune migrano, altre si mimetizzano, altre ancora hanno una vita di poche ore.

Questo tipo d’insetto mangia in modo selettivo e si nutre solamente di ciò che conosce di consuetudine ovvero di fiori e specie originarie. La farfalle italiane, per esempio, cercano le ortiche, la camomilla, il finocchio e tutto ciò che è  nostrano.

Piante come quella del pomodoro o foglie di mais e patate originariamente americane non le riconoscono perché non fanno parte del loro background, per cui non le mangiano.

Le farfalle che si aggirano nei giardini e in particolare sui balconi di gerani sono le  Cacyreus marshalli. Le larve di questa specie si nutrono delle foglie del geranio che rimangono visibilmente bucherellate.

 

Farfalle-Cacyreus marshalli

Cacyreus marshalli

 

La farfalla, simbolo di trasformazione e di bellezza è in via d’estinzione. Più della metà delle specie sono sparite solamente negli ultimi 49 anni.

E dire che sono degli ottimi bio-indicatori: “Se un ecosistema è alterato, non si adattano: si estinguono anche loro”. Il problema è legato al perché questo insetto si ritrovi così tanto a rischio.

La colpa della loro estinzione è dei pesticidi e di tutto ciò che parte integrante del metodo di coltivazione contemporaneo, quello dell’agricoltura intensiva che sfrutta la terra sino all’ultima delle sue preziose risorse. Questo compromette la vita di moltissimi insetti, comprese anche le api, che essendo insetti impollinatori darebbero il via, scomparendo, a un ciclo di distruzione e di morte a partire dai fiori, sino ad arrivare ai frutti e quindi al cibo che nutre tutti noi.

Ovviamente le conseguenze coinvolgerebbero molti altri aspetti della natura, come quello del clima che già da qualche anno ha subito cambiamenti molto evidenti. I cambiamenti climatici degli ultimi tempi hanno già compromesso il ciclo naturale di molti uccelli, che migrano e volano in cerca di luoghi sicuri.

Le farfalle invece, a differenza di altre specie animali, non hanno capacità d’adattamento.

 

Farfalle_monarca

Farfalla_monarca

 

Questi bellissimi e coloratissimi insetti sono ormai avvelenati da pesticidi e fitofarmaci.

Prima, le larve, vivevano al fresco tra le verdi foglie delle siepi e lì crescevano fino a prendere il volo e librarsi nel cielo. Oggi di zone verdi ne esistono ben poche e loro non riescono a sopravvivere senza.

La loro scomparsa danneggia gradualmente l’ecosistema, compreso l’uomo che le sta uccidendo.

Tutte le 280 specie di farfalle, moltissime delle quali si trovano in Italia, l’habitat ideale per questi insetti, si estingueranno se non si trovano soluzioni alternative a questo tipo di agricoltura.

Ciò che si può fare raggiunti tali livelli è tentare di sensibilizzare e indurre alla consapevolezza dell’importanza di tale problema l’uomo partendo dai bambini, il nostro futuro. I bambini sono attratti dalle farfalle, contrariamente da quel che succede con i ragni, i millepiedi o gli scorpioni che invece li spaventano. Grazie alle farfalle è più semplice riuscire ad avvicinarli alla natura e a tutte le altre creature del mondo animale.

 

Farfalla

Farfalla

 

Un’altra soluzione è quella di aprire le radure in montagna, cosa che è stata fatta recentemente nel bellunese, dove molta boscaglia incolta ha ripreso vita. Anche evitare di tagliare l’erba troppo spesso può aiutare le farfalle a sopravvivere, difatti i bruchi, che le antecedono nel processo di metamorfosi, si nascono tra i fili d’erba di cui si nutrono.

Come dice Màrio Quintana, il poeta brasiliano, “il segreto non è correre dietro alle farfalle. È curare il giardino perché esse vengano da te”.

Se si vuole aiutare l’ecosistema a stabilizzarsi per tornare a vivere secondo il ciclo naturale delle cose e salvare quindi gli insetti impollinatori e di conseguenza la natura e l’uomo stesso, si può cliccare qui salviamoleapi.org firmando la petizione di Green Peace.

 

“L’uomo è pienamente responsabile della propria natura e delle proprie scelte” (Jean Paul Sartre)

 

Casa delle farfalle – Bordano

© Riproduzione riservata

Lifestyle

Intervista | Alfonso Signorini: “A Playa Desnuda ci andrei anche a nuoto”

“Napoli, la mia Playa Desnuda: ha gli stessi fossi di Milano ma se sono profondi la prossima settimana (sarà in città il 3 e il 4 marzo, ndr) porto il costume e faccio il bagno nelle pozze. Anche il pettegolezzo è in crisi, non si vende più come una volta. Ma Maria De Filippi tira come Kate Middleton. Pubblicare la parte di sotto di Salvini, quella avanzata alla rivista Oggi? Perderei copie. La gaffe di Mara Venier? E’ un po’ rintronata, deve prendere un po’ di Girovital. Se la Santanchè mangia pane e cazzima io sono il re della cazzimma”

Entertainment

Intervista | Jack Savoretti: “Ho cicatrici come medaglie”

Devo la mia malinconia alla metà italiana. Non ve ne rendete conto ma l’italia è il più paese al mondo, ha qualcosa nell’aria che fa star bene, nonostante i casini. E ho avuto un colpo di fulmine con Napoli, mi ha conquistato in un solo giorno. Di sfuggita. E sono attratto da chi va controvento”

Entertainment

Le leggi del desiderio: il ritorno claudicante di Silvio Muccino

Che fine ha fatto Silvio Muccino? Un mistero e lo sarà ancor di più quando guarderete il suo nuovo film Le leggi del desiderio, a […]

Entertainment

Streaming Il Segreto – puntata sabato 28 febbraio, Video Mediaset

Rivivi tutte le emozioni della puntata di sabato 28 febbraio de “Il Segreto”, grazie all’esclusivo servizio streaming Video Mediaset

Entertainment

Serie A, venticinquesima giornata aspettando Roma-Juventus

Si inizia questa sera con la sfida tra il Chievo e il Milan, si prosegue domani con i match clou tra Inter-Fiorentina e Torino-Napoli. Lunedì sera all’Olimpico in gioco c’è lo scudetto

Tag

-->